Semifreddo di fragole con frutti di bosco

by admin

 Oggi parliamo di semifreddo. E’ un dolce che possiamo preparare in casa facilmente, con il solo ausilio dello sbattitore/frullatore. Si conserva bene in congelatore e non ghiaccia, potete prepararlo e guarnirlo in modo sempre diverso. Ottimo alla frutta, al caffè, cioccolato, croccante di mandorle, crema e via dicendo…

Ingredienti per il semifreddo:

  • 300 g di panna fresca
  • 350 g di fragole
  • 100 g di albume
  • 140 g di zucchero
  • 50 g di acqua
  • 10 g di gelatina (colla di pesce)

Per la salsina ai mirtilli: 

  • MIrtilli q.b.
  • Zucchero a velo
  • Qualche cucchiaio di panna fresca
Per decorare:
  • Lamponi, ribes, mirtilli, fragoline di bosco
  • Zucchero a velo
  • Qualche fogliolina di menta fresca

Preparazione:

Ammollate i fogli di gelatina (colla di pesce) in acqua fredda per 10 minuti.

Lavare le fragole, sminuzzarle e tritarle col minipimer. Aggiungere lo zucchero e la panna  e frullare il composto. Unire anche l’acqua e infine l’albume precedentemente semi-montato. Frullare ancora un minuto. Otterrete un composto ben spumoso.

Mettete la ciotola nel microonde alla massima potenza per 3 minuti.

Strizzate bene la gelatina e amalgamatela al composto, facendola sciogliere del tutto. Fate raffreddare.

Versate negli stampini monodose o in uno stampo da plumcake e mettete in congelatore.

Il segreto in più: Io ho utilizzato stampini in silicone. Sono preferibili perché è più facile sformare il semifreddo. Un piccolo segreto se utilizzate lo stampo classico è foderarlo con pellicola e versare sopra il composto.

Per la salsina ai mirtilli: Lavate i mirtilli e frullateli nel minipimer con qualche cucchiaio di panna fresca e zucchero a velo. Assaggiate fino a raggiungere la dolcezza desiderata. Preparate la salsina appena prima di servire il dolce.

Uscite il semifreddo dal freezer 5 minuti prima di servirlo. 

Impiattate il semifreddo, guarnendo con la salsina al mirtillo e la frutta fresca. Finite con lo zucchero a velo.

Ti potrebbero interessare

Lascia un commento