Pagnottelle di Pasqua a lievitazione naturale

by admin

Sfogliando l’ultimo numero di Sale e Pepe (nel quale si parla anche di questo blog), ho subito notato queste pagnottelle indicate per il periodo di Pasqua. Le ho provate immediatamente ma ho apportato delle piccole modifiche alla ricetta. Al posto del lievito disidratato ho utilizzato il lievito madre, si allungano i tempi di lievitazione ma a tutto vantaggio del gusto. Ho sostituito i semi di anice con quelli di finocchio e infine ho cotto le uova prima. Nei biscotti pasquali siciliani si utilizzano le uova sode, la cottura in forno poi gli conferisce un gusto ancora più buono e inoltre, facendo così, le uova sono anche sterilizzate, prima di venire a contatto col pane.

Ingredienti per 4 pagnottelle:

  • 500 g farina manitoba
  • 100 g lievito madre rinfrescato o 1 bustina di lievito disidratato
  • 80 g burro Occelli
  • 5 uova intere
  • 250 ml latte intero
  • 1 cucchiaio di zucchero
  • 1 cucchiaino di semi di anice o finocchio
  • Sale e pepe
  • 1 tuorlo per spennellare

Preparazione:

Sciogliete il lievito madre precedentemente rinfrescato nel latte. Mettete nel cestello della planetaria la farina setacciata e aggiungete  il lievito sciolto. Iniziate a mescolare. Aggiungete 1 uovo intero, lo zucchero, infine il burro a pezzetti. Impastate fino ad ottenere un panetto ben elastico e liscio. Mettete in un contenitore, coprite con pellicola e fate lievitare fino al raddoppio.

Preparate 4 uova sode facendole bollire in acqua per 8 minuti. Fatele raffreddare.

Riprendete la pasta, lavoratela un pò, aggiungete i semi di anice o finocchio. Dividete l’impasto in 4 e formate dei filoncini di 3 cm di diametro. Avvolgeteli, se riuscite ricavate delle trecce. Mettete al centro di ognuna un uovo sodo. Sistemate le pagnottelle su una teglia ricoperta con carta da forno ben distanziate tra loro. Fate lievitare ancora un’oretta. Spennellate con tuorlo sbattuto con un pò di latte, sale e pepe, ancora semi di finocchio.  Cuocete in forno preriscaldato a 180 gradi per 25 minuti.

Ti potrebbero interessare

Lascia un commento