Pizza integrale a lievitazione naturale con speck e carciofi

by admin

Volete provare una pizza ottima, digeribile e leggera? Vi do due consigli. Il primo è di utilizzare il lievito naturale e far lievitare a lungo l’impasto, fino a 30 ore. Il secondo consiglio è quello di utilizzare delle buone farine e, se vi piace, di provare l’impasto con farina integrale (che ha tutte le proprietà del grano e non è raffinata). Per ottenere un buon impasto vi consiglio di utilizzare parte di integrale e parte di farina bianca. Nel primi esperimenti potete utilizzare più bianca e meno integrale, poi pian piano spingetevi oltre utilizzando più integrale.

Ingredienti per 4 persone:

Per l’impasto:

  • 500 g farina integrale macinata a pietra
  • 300 g farina 0
  • 200 g lievito madre
  • 500 ml acqua
  • 2 cucchiai olio evo
  • 1 cucchiaino zucchero
  • Sale

Per condire:

  • Pomodori pelati San Marzano
  • Mozzarella
  • 4 carciofi
  • 200 g speck
  • Basilico
  • Sale e pepe
  • Olio evo

Preparazione:

Sciogliete il lievito madre e lo zucchero in una parte di acqua. Setacciate le farine e impastate col lievito, aggiungendo acqua q.b., unite anche l’olio e per ultimo il sale. Lavorate l’impasto per una decina di minuti, formate una palla morbida e liscia e adagiatela in un contenitore di vetro spennellato di olio. Coprite con pellicola o con un canovaccio umido e fate lievitare (lontano da correnti d’aria) fino al raddoppio.

Scaldate un filo di olio e cuocete brevemente il pomodoro con basilico e uno spicchio di aglio. Sgocciolate la mozzarella e affettatela. Pulite i carciofi eliminando le foglie esterne, tagliate i cuori di carciofo molto sottili, metteteli in acqua acidulata con limone, poi sgocciolateli e cucinateli velocemente in padella con olio, sale e pepe.

Stendete delicatamente l’impasto in una teglia oleata o coperta con carta forno. Condite con pomodoro, olio evo, carciofi, pepe e fate cuocere alla massima temperatura, prima nella parte bassa del forno per 10 min. poi nella parte centrale (un ottimo risultato si ottiene con la pietra refrattaria). Quando la pizza ha preso colore, sfornatela e aggiungete la mozzarella. Infornate nuovamente per pochi minuti, poi ultimate la preparazione con lo speck e servite.

Il consiglio in più: Se utilizzate il lievito di birra, il mio consiglio è di utilizzarne pochi grammi e far lievitare a lungo l’impasto, per un risultato migliore.

Ti potrebbero interessare

Lascia un commento