Mix Contest Italy Tour, Highlander Pub e Fud Off trionfano nella tappa siciliana

 

In una delle terrazze più suggestive di Taormina, al settimo piano dell’NH Collection Taormina, il 27 agosto scorso, si è svolta la tappa siciliana di Mix Contest Italy Tour. Si tratta del secondo appuntamento, dopo la tappa inaugurale di Torino. Dieci bartender del Sud Italia si sono dati battaglia a colpi di cocktail realizzando un pre-dinner (cocktail da aperitivo) e un after-dinner (cocktail da dopo cena), rigorosamente inediti nella splendida cornice di Taormina.

Circa 200 persone hanno preso parte all’esclusivo party e gustato i cocktail preparati a vista dai dieci professionisti e le preparazioni degli chef del Ristorante Zefiro, dell’NH Collection Taormina. Una giuria tecnica, composta da esperti del settore, ha decretato i vincitori della tappa taorminese che accederanno direttamente alla finale nazionale in programma nel 2019.

I bartender di Highlander con Lalla Carello

Il primo classificato è stato Highlander Pub Piazza Armerina con Emilio Scroppo e Riccardo Scroppo che hanno convinto la giuria con i due cocktail: “L’Eclissi di Nonna Lina” e “Modica by night”. 

Domenico Cosentino di Fud Off

Il secondo classificato è stato Fud Off con Domenico Cosentino. Il terzo Bocum Palermo con Gianluca Di Giorgio che purtroppo non accederà alle finali.    Continue reading

La riscoperta del “Punch” e dell’aperitivo conviviale al Relais Monaci delle Terre Nere

Nulla è più conviviale che sedersi attorno ad un tavolo e chiacchierare sorseggiando un punch preparato ad arte con ingredienti del territorio, lasciato fermentare per 24 ore, e pronto per essere gustato, aggiungendo a piacere le spezie e gli aromi preferiti che profumano di terra e di natura. Riempirsi il bicchiere con un mestolo dalla boule disposta a centro tavola è la massima espressione di condivisione.

L’aperitivo conviviale torna di moda per ricreare le affascinanti atmosfere di metà Ottocento. La Bowl di Punch preparato con un mix di alcolici, agrumi, zucchero, acqua e spezie, negli anni che vanno dal 1670 al 1850, era un vero e proprio rituale tra amici. La parola punch che deriva dall’arcaico hindi paintch, significa 5 e, non a caso, questo cocktail è composto proprio da 5 elementi che, se perfettamente bilanciati, danno vita a una bevanda molto piacevole al palato, ricca di profumi.

Monaci Punch di Paolo Sanna

Riportata in auge da un lontano passato, il punch torna di moda e viene servito come cocktail conviviale nella tenuta biologica Monaci delle Terre Nere. L’occasione per scoprire questa lussuoso Relais nel cuore della Sicilia è stata offerta dall’evento del 21 aprile scorso, denominato “Punch & Wine Cocktails”. Ospite d’eccezione Paolo Sanna, bartender del Banana Republic di Roma che ha preparato il suo “Monaci Punch” con brandy italiano, amaro Amara, scorze di agrumi (pompelmo, arance e limoni) battute con lo zucchero e un decotto di spezie e frutti rossi essiccati. “In stagione – ha affermato il bartender romano – si possono utilizzare i gelsi o i mandarini tardivi dell’Etna, perché per il punch non c’è una ricetta precisa, si compone con quel che si trova“.

Paolo Sanna

Dopo più di 10 anni trascorsi a miscelare cocktail dietro il bancone del suo locale storico nei pressi del Vaticano, il barman 41enne ha deciso di specializzarsi nello studio e nella valorizzazione dei distillati made in Italy. Abbazie, cantine sociali e distillerie familiari sono diventate meta dei suoi viaggi lungo tutta la penisola. Così è arrivato a Monaci delle Terre Nere, un luogo incantevole ai piedi dell’Etna che ha raccolto nell’antichità le preghiere e le opere dei frati.  Continue reading

Paccheri ripieni su vellutata di bietole del Ristorante Marbi

Potete rivedere qui la ricetta dello chef Franco Sollima del Ristorante Marbi, preparata per “La Ricetta in tour” di RTP. C’è anche la preparazione di un ottimo cocktail preparato dal bartender Vladi.  Continue reading