Stinco di maiale al Nero d’Avola

 

Domenica scorsa ho deciso di preparare un pranzo succulento e ho pensato allo stinco di maiale. Ci sono tanti modi di cucinare lo stinco di maiale: in tegame, al forno, persino bollito. Io ho pensato a una preparazione che parla di Sicilia, la mia terra, e ho scelto di cucinarlo con un ottimo Nero d’Avola, vino rosso prodotto in Sicilia, originario di due centri in provincia di Siracusa, Noto e Pachino (quest’ultimo molto famoso per il dolcissimo pomodorino che si produce e che porta il suo nome). Il Nero d’Avola è il più famoso vitigno autoctono a bacca rossa dell’Isola, oggi coltivato in tutta la Regione. Questo vino si abbina molto bene ai primi piatti e ai secondi di carne.

Il risultato di questa preparazione in cui lo stinco prende tutti i profumi di questo vino è sorprendente. La carne è risultata davvero succulenta. La prossima volta, al posto dello stinco di un comune maiale, proverò la ricetta utilizzando il maialino nero dei Nebrodi, una razza autoctona di taglia piccola, allevata allo stato brado e semibrado nei territori del Parco dei Nebrodi, in provincia di Messina. La particolarità sta nel colore del mantello, che da il nome a questo suino. Le carni sono deliziose e, se cotte a bassa temperatura, danno il meglio di sé.

Conosco bene un’azienda agrituristica specializzata nell’allevamento di maialini neri dei Nebrodi. Si tratta del Vecchio Carro di Giuseppe Oriti e Eliana Carroccetto. Con “La Ricetta in tour”, il mio programma di cucina, in onda su RTP, che va alla scoperta delle eccellenze gastronomiche, siamo stati ospiti del loro agriturismo sito a Caronia, in provincia di Messina. Cliccando sul link potete rivedere la puntata, e scoprire ben due preparazioni in cui viene utilizzato il maialino nero dei Nebrodi: i maccheroni fatti in casa col sugo di maiale nero e la porchetta, autentica specialità del Vecchio Carro che il titolare propone fatta al forno e servita con patate dolci. A proposito di patate, vi consiglio un delizioso contorno per lo stinco d maiale, le mie patate al cartoccio. Trovate qui la ricetta

Ed ecco, infine, la preparazione dello stinco di maiale al Nero d’Avola. Continue reading

“Taglia e Arrusti” la cucina di carne da allevamenti siciliani a San Cataldo

Carlo Rallo e Giancarlo Urso

“Taglia e Arrusti”, il nome é già evocativo. Nell’immaginario collettivo c’é la grigliata di carne che profuma di comfort food, la scampagnata con gli amici o con la famiglia, il divertimento di una giornata trascorsa in armonia. Sarà, forse, per questo che Carlo Rallo e Giancarlo Urso hanno scelto questo nome per il loro ristorante di carne, aperto tre anni fa a San Cataldo, a due passi da Caltanissetta. Taglia e Arrusti oggi é un punto di riferimento per tutti i buongustai del comprensorio e non solo. Specializzato in cucina di carne, dalle cotture più semplici alle più complesse, il ristorante offre anche una grande varietà di antipasti della cucina siciliana con ortaggi freschi, che rigorosamente rispettano le stagioni, e taglieri di salumi e formaggi. Da non perdere, tra gli antipasti, la battuta di scottona della casa che porta con sé i sapori tipici della nostra terra che variano a seconda dei periodi. Adesso potete trovarla accompagnata da una deliziosa salsa di fragole oppure con il tartufo. Per i secondi la scelta é ampia con polli allevati all’aperto in preparazioni classiche, selvaggina (quaglie, faraone), agnello, suino nero siciliano e svariati tagli di bovino. Dalla tagliata alla fiorentina, dal filetto alla griglia o in crosta di frutta secca (con pistacchi o mandorle) ai tagli meno pregiati che vengono valorizzati con la cottura e gli abbinamenti proposti dallo chef Rallo. Tra i piatti più richiesti anche l’entrecôte con arance rosse e cioccolato amaro di Modica. E per gli amanti delle interiora, le stigghiole di Taglia e Arrusti sono da provare assolutamente.  Continue reading

Polpette ripiene (video ricetta)

polpettone

Un po’ falsomagro, un po’ polpettone… L’idea viene da lì. Così ho realizzato delle maxi polpette da servire a fette e ho proposto questa ricetta nella rubrica quotidiana di cucina in onda su RTP. Potete rivedere qui la preparazione.  Continue reading

Tagliata di scottona (video ricetta)

25074837_10213282783137112_8938423160419456175_o

Per questa ricetta è necessario scegliere un ottimo taglio di carne. Fatevi consigliare dal vostro macellaio. Ho abbinato il cavolo rosso. Sapete che fa molto bene ed è ricco di antiossidanti? Appartiene alla famiglia delle Brassicaceae, è simile al cavolo cappuccio, è antitumorale, rinforza il sistema immunitario, è anche disintossicante. Quante proprietà, vero? Si può utilizzare anche crudo, come insalata. Tanti buoni motivi per inserirlo nella vostra alimentazione!  Continue reading

X Speciale di Cucina di Gazzetta del Sud: Ricette di Primavera

Copertina_Speciale_Ricette_di_primavera_01

E siamo a dieci! Dieci Speciali Cucina pubblicati su Gazzetta del Sud con le mie ricette. Per chi lo avesse perso, come sempre, c’è la possibilità di consultarlo qui sul blog.  Continue reading

Polpettine in agrodolce (video ricetta)

polpettine in agrodolce

Un classico della cucina siciliana che ha tante varianti. Nel blog avevo già inserito la ricetta in cui c’è anche il pomodoro, clicca qui per leggere la ricetta. Oppure provatele così, ancora più semplici ma sempre gustose. Il segreto è fare un buon agrodolce e delle polpettine morbidissime!  Continue reading

Tartare di manzo (video ricetta)

Per preparare una ottima tartare serve un’ottimo taglio di carne. Potete condirla in modo sempre nuovo. Provate anche voi. Ho preparato questo piatto per “La Ricetta” di RTP.