Gli Ambasciatori del Gusto a Identità Golose. Dalla Sicilia Pasquale Caliri, Lillo Freni e Gioacchino Sensale

L’Associazione Italiana Ambasciatori del Gusto sarà presente per il terzo anno al congresso internazionale di cucina e pasticceria d’autore Identità Golose che si svolgerà dal 23 al 25 marzo a Milano. A pochi giorni dal taglio del nastro, si iniziano a segnare in agenda gli appuntamenti da non perdere. Tra questi vi segnalo alcuni imperdibili momenti curati dagli Ambasciatori del Gusto siciliani, nello spazio dedicato all’associazione che si occupa della valorizzazione del patrimonio agroalimentare ed enogastronomico italiano. A Identità Golose saranno presenti dalla Sicilia lo chef Pasquale Caliri, il pasticcere Lillo Freni e lo chef Gioacchino Sensale.

Pasquale Caliri

Caliri, messinese, sarà presente nello slot degli Ambasciatori del gusto, e proporrà “Uovo ed uova”. Un uovo in camicia immerso in una spuma di ricotta montata all’acqua di mare, con un crostone di “cuturro” (una sorta di polenta siciliana ottenuta con il grano spezzato) con uova di pesce e bottarga di tonno. L’appuntamento è domenica 24 marzo alle ore 15. “Presenteremo una ricetta che rappresenta l’unione tra terra e mare con un ingrediente, l’uovo, che è simbolo di rinascita – spiega Pasquale Caliri– insieme ad altri ingredienti tipici del territorio siciliano: la ricotta, la bottarga e l’acqua di mare, un piatto che da tempo abbiamo in carta e continua a sorprendere”. L’uovo è quello di Silvio Ontario, l’imprenditore catanese che li seleziona dalle migliori razze antiche e pregiate. Le “uova di Silvio” sono deposte all’interno dei nidi come natura vuole e vengono raccolte a mano ad una ad una. Uova biologiche quindi di altissima qualità provenienti da galline che vivono felicemente all’aperto.

Lillo Freni

Sempre da Messina sarà presente il maestro pasticcere Lillo Freni che lunedì 25 marzo alle 10.30 presenterà una specialità esclusivamente messinese, la pignolata. Si tratta di un dolce composto da una montagnola di piccoli biscotti fritti, che si ottengono da un impasto di uova, farina e alcool, immersi per la parte bianca in uno sciroppo di zucchero meringato, al profumo dei limoni di Sicilia, e per la parte nera in uno sciroppo di zucchero al gusto di cioccolato gianduja, aromatizzato in modo esclusivo. Questa unione di colori e di sapori risulta eccezionale sotto il profilo estetico e gustativo.

Gioacchino Sensale, palermitano, consulente di Enosteria Sicula, sarà presente sabato 23 alle ore 10.30 e preparerà un dessert: “Crema alle mandorle della Val Di Noto, crumble semisalato con maiorca semintegrale delle Madonia, gel di mandarino e polvere di capperi di Salina”.

Gioacchino Sensale

Il mio dessert racconta in ogni suo ingrediente la mia Terra – spiega Gioacchino Sensale– e ad ogni assaggio conduce in un viaggio che spazia dal mare alle colline, mostrando una vista sensazionale”.

Tre appuntamenti gustosi da non perdere!

Identità Sicilia. Le eccellenze siciliane si ritrovano da FUD

Identità golose parla siciliano e lo fa attraverso FUD Bottega Sicula che ha organizzato una festa in pieno stile isolano con tanti chef, produttori e vignaioli cresciuti in Sicilia. La data da segnare in agenda è quella del 24 Marzo. La festa avrà inizio alle 23:00 e si protrarrà fino a tarda serata.

Si parte con le giovani promesse della cucina siciliana che prepareranno delle proposte informali e creative in perfetto stile FUD, ispirandosi all’idea contemporanea del panino come scrigno di bontà.
Dalla mano istintiva e sensibile di Valentina Chiaramonte (Chef di Fud Off, a Catania) alla semplice eleganza del sapore del mare di Joseph Miceli, (Scjabica, Punta Secca, RG), all’attenzione per la sostenibilità di Alessio Marchese (Bioesserì, Palermo), passando per gli stellati Francesco Patti e Domenico Colonnetta (Coria, Caltagirone, CT), e poi ancora la contemporaneità di Lorenzo Ruta (Taverna Migliore, Modica, RG), l’estro di Giuseppe Geraci (Modì, Torregrotta, ME) e l’eclettismo di Luca Stracquadanio, (KuFù, Modica), insieme a loro  anche il fornaio messinese Tommaso Cannata che recentemente ha aperto la sua Sicilian Bakery nel capoluogo meneghino.  Continue reading

Grana Padano Dop a Identità Golose. Tutti gli appuntamenti mixology e due grandi ospiti, Franco Pepe e Andrea Aprea

L’arte del mixology conquista anche Grana Padano Dop che a Identità Golose proporrà una serie di appuntamenti da non perdere. Sabato 23 Marzo a Milano verrà inaugurata la quindicesima edizione del congresso internazionale ideato da Paolo Marchi e Claudio Ceroni – diventato appuntamento irrinunciabile per gli appassionati e addetti ai lavori che desiderano scoprire e comprendere i nuovi trend enogastronomici mondiali.

Il Consorzio per la Tutela del Formaggio Grana Padano – organismo che riunisce 129 caseifici produttori, impegnati nella promozione e difesa della sua denominazione di origine protetta in Italia e all’estero – durante la tre giorni milanese proporrà un ciclo di appuntamenti in linea con il tema “Costruire nuove memorie”, filo conduttore dell’edizione 2019 di “Identità Golose”.

Valeria Mosca

Valeria Mosca, personaggio chiave della Mixology in Italia, contribuirà alla costruzione di “Nuove Memorie” sperimentando originali ricette di cocktail a base di Grana Padano. Valeria Mosca interpreterà le tecniche della Mixology, fenomeno di assoluta tendenza che detta le regole del cocktail contemporaneo, attraverso un’inedita combinazione di Grana Padano e delle sue caratteristiche organolettiche con altri ingredienti selezionati; l’iniziativa coinvolgerà i partecipanti durante le varie fasi di preparazione. Un gioco di miscelazione in una cornice scenografica evocativa, che richiama la magia e l’alchimia della chimica alimentare.

Sabato 23 Marzo: appuntamento alle ore 10.00 presso lo stand di Grana Padano. Valeria Mosca accoglierà gli ospiti con uno show basato sulle linee guida del foraging e della fermentazione, all’insegna della contaminazione di idee che sappiano anche rispettare la sostenibilità ambientale.

Dalle ore 16.00 alle ore 17.00 il maestro pizzaiolo Franco Pepe presenterà la sua ultima creazione, “AnaNascosta”, una pizza con ananas e grana padano, accompagnando gli ospiti alla scoperta di un nuovo sapore.  Continue reading

Il nuovo corso del Gagini Restaurant con gli chef Massimiliano Mandozzi e Elnava De Rosa

Si respira aria di novità al Gagini Social Restaurant che inaugura un nuovo corso con l’arrivo di due nuovi grandi chef. Si tratta di Massimiliano Mandozzi ed Elnava De Rosa che approdano a Palermo, dopo quasi dieci anni dedicati alla cucina del Casta Diva, hotel di lusso sul lago di Como, passato alla gestione della Mandarin Oriental Hotel Group dallo scorso anno. Le due figure hanno accettato la sfida, lanciata dai patron del ristorante Franco Virga e Stefania Milano, di condurre come resident chefs  il ristorante nei prossimi anni con una visione più internazionale. I due chef prendono il posto di Gioacchino Gaglio che già nelle scorse settimane aveva annunciato nuovi progetti per il suo futuro.

Massimiliano Mandozzi

Massimiliano Mandozzi ha collaborato con grandi chef del calibro di Gennarino Esposito,Paolo Antinori, Sebastiano Spriviteri;

Elnava De Rosa

Elnava De Rosa ha lavorato con gli chef stellati Heinz Beck e Pino Lavarra.

Oggi i due chef scelgono Palermo come loro destinazione, affascinati dalla vivacità intellettuale degli ultimi anni e dal desiderio di sperimentare attraverso la scoperta del territorio. Un viaggio ideale da nord a sud verso l’approdo finale: i piatti. Ironici, classici, contaminati, destrutturati, minimalisti ma soprattutto multiculturali.

Con questa rivoluzione vogliamo coronare un sogno e pensiamo che i tempi siano maturi per imboccare una nuova strada che però parla sempre attraverso il territorio– commenta Franco Virga -. Abbiamo notato che ormai Palermo ha un respiro internazionale. E’ la sesta città d’Italia, capitale ormai indiscussa del Mediterraneo. Il percorso Arabo Normanno Unesco, Manifesta e la nomina a Capitale della Cultura 2018 hanno portato Palermo ad affermarsi nello scenario globale e ad essere considerata meta centrale nel crocevia del turismo d’arte, naturalistico ed enogastronomico. Turisti da tutto il mondo hanno adesso una nuova percezione della nostra Palermo. Investitori stranieri hanno puntato sul decollo della città. Pensiamo che adesso anche la cucina debba dare nuovi stimoli e risposte in questo scenario. Non ci vogliamo far cogliere impreparati. Stiamo aprendo un nuovo capitolo perché siamo convinti che la cucina gourmet sia in crisi, che stia vivendo una situazione di stallo e che sia oramai necessario un cambio di strategia. E’ l’ora di innovare. Proprio sul tema dell’innovazione ci siamo confrontati con due mostri sacri della rivoluzione culinaria contemporanea, Juan Mari Arzak e Ferran Adrià, che la scorsa estate sono venuti a visitarci, e da cui abbiamo tratto grande ispirazione e insegnamento. Tutti i quattro brand della Good Company srl seguiranno ciascuno la propria strada con questo unico obiettivo”.  Continue reading

Io.Bio l’agribistrot innovativo di Palermo presenta il Menù di Primavera

A Palermo si festeggia la primavera da Io.Bio,  il nuovo “agribristot” dal concept innovativo che sorge a pochi passi dalla Cattedrale. Materie prime eccellenti e la cucina raffinata dello chef Marco Piraino caratterizzano questo nuovo locale aperto nel cuore della città nello scorso novembre 2018.

Tutto nasce dalla grande passione per i grani biologici siciliani  di Marco Piraino, l’eclettico “chef errante” appartenente alla scuderia del Maestro Peppe Giuffrè, che da lui ha mutuato e sposato, facendola propria, la voglia di portare in giro la sicilianità per raccontare con orgoglio la propria terra nel mondo.Marco Piraino, classe ’85,  laureato in economia, dopo tante esperienze presso importanti ristoranti nazionali ed internazionali, ha scelto di dedicarsi ad un’attività a stretto contatto con la terra.

Sebbene si trovi a due passi dalla Cattedrale di Palermo, una volta entrati all’interno di questo moderno agribistrot si viene catapultati in una “dimensione parallela” che trasmette immediata serenità. Ciò è possibile grazie alla presenza all’interno della struttura di  un orto di quasi mezzo ettaro e  di una fattoria per animali domestici alla cui cura tutto lo staff di Io.Bio dedica, ogni giorno, attenzione e dedizione.

Il 21 marzo alle ore 20.30 da Io.Bio in via Gaetano La Loggia 124, a Palermo, si svolgerà la cena dedicata alla stampa per la presentazione, in anteprima, del nuovo menù di Primavera.  Continue reading

Pasta alla norma, l’omaggio di Cibo Nostrum alla città di Catania

In occasione di Cibo Nostrum, la grande festa della cucina italiana che si svolgerà a Catania il 31 marzo, l’Associazione Provinciale Cuochi Etnei, omaggerà a tutti i partecipanti dell’evento la pasta alla norma, uno dei piatti simbolo della cucina siciliana. Sarà questa una delle piacevoli novità dell’edizione 2019 di Cibo Nostrum, l’evento nazionale della Federazione Italiana Cuochi che dalle ore 18,00 alle 23,00 si svolgerà nei giardini storici della Villa Bellini del capoluogo etneo. A realizzare questo omaggio 4 batterie con almeno una ventina di cuochi nel cuore della Villa che realizzeranno circa 5000 porzioni di pasta.

“Tutta l’Associazione è in pieno fermento e non vediamo l’ora di trasmettere a Catania e alla sua gente tutto il nostro amore per questa città e per la nostra professione – dice Angelo Scuderi, neopresidente dell’Ass. Prov. Cuochi Etnei– . Il nostro gesto, oltre che un omaggio, vuole sottolineare come un piatto realizzato con prodotti tanto eccellenti quanto semplici, possa rappresentare in realtà un gusto unico e sia uno dei simboli della nostra terra nel mondo. Il progetto è grandioso e omaggeremo la pasta alla Norma a quanti, avendo acquistato il ticket di degustazioni, avrà dimostrato di contribuire allo spirito benefico della manifestazione”.

Anche quest’anno, infatti, il ricavato dell’evento sarà devoluto in opere di solidarietà. Per l’edizione catanese sono state individuate, oltre al Dipartimento Solidarietà Emergenze della Federazione Italiana Cuochi, le Associazioni Comunità di Sant’Egidio e Locanda del Samaritano.

Quest’anno le 300 postazioni di cuochi, pasticceri, cantine e aziende agroalimentari saranno ospitate alla Villa Bellini, mentre saranno, come da tradizione, migliaia le berrette bianche provenienti da tutta Italia e dall’estero che prenderanno parte alla Festa gastronomica, proponendo ciascuno, singolarmente o in team, le proprie ricette.

“È un graditissimo ritorno in Sicilia per tutti quanti noi e con importanti novità, a cominciare dallo scenario meraviglioso della città di Catania – dichiara il presidente nazionale FIC, Rocco Pozzulo. – Non ci si abitua mai alla grande e calorosa accoglienza del popolo siciliano e in particolare del territorio etneo. Siamo lieti che Cibo Nostrum sia entrato nei cuori di migliaia di partecipanti, siciliani ma anche turisti”.

 

Riso basmati con zucchine, zenzero e tonno di Drago conserve

Con la fine dell’inverno e l’arrivo della bella stagione abbiamo tutti bisogno di leggerezza e di rimetterci in forma per l’estate. Dopo tanti eccessi, serve una dieta equilibrata e sana e perché no, delle ricette facili da realizzare e veloci, partendo sempre dal presupposto di utilizzare ottimi ingredienti. Prima di darvi la ricetta vi parlo di uno degli ingredienti speciali che ho utilizzato, i filetti di tonno di Drago Conserve.

Il nome di Sebastiano Drago è una garanzia in Sicilia. La Ditta Drago vanta una storia decennale nella lavorazione e la conservazione dei prodotti ittici. Lavorano da più di 85 anni rispettando il mare, e sono specializzati nella conservazione di tonno, sgombro, pesce spada e salmone, sia al naturale sia all’olio d’oliva e/o di semi.

L’Azienda, sorta nel 1929, opera con l’esperienza acquisita da ben quattro generazioni. Lo stabilimento si trova nella zona industriale di Siracusa. Tutto il pesce viene pulito a mano senza sostanze chimiche e senza l’uso di conservanti o esaltatori di sapidità.

Per assecondare i gusti delle nuove generazioni, oltre ai classici filetti di tonno in olio, filetti di sgombro in olio e pesce spada, l’azienda produce anche Paté di Tonno, Paté di Sgombro e Creme che possono essere utilizzate per preparare semplici tartine o per condire primi piatti.

Quando non ho tempo per cucinare, condisco la pasta con questi paté. Oggi invece voglio darvi questa ricetta, facilissima, preparata con riso basmati, zucchine, tonno e zenzero.

Continue reading

Expo Cook, tra ospiti di spicco e un concreto gesto di solidarietà, annuncia l’appuntamento con la IV edizione

A pochi giorni dalla conclusione della terza edizione di Expocook, la kermesse, svoltasi dal 26 febbraio all’1 marzo alla Fiera del Mediterraneo di Palermo, dedicata alle migliori aziende del panorama della ristorazione nazionale ed internazionale, che quest’anno ha accolto più di 30.000 visitatori, l’organizzazione ha mantenuto fede alla promessa e con il ricavato del Gran Galà di beneficenza “Expocook for children” a la Tonnara Florio, è stato acquistato un manichino per esercitazioni di PBLS (Pediatric Basic Life Support) richiesto dal Pronto Soccorso pediatrico degli “Ospedali Riuniti Villa Sofia –Cervello”, che servirà ad aiutare il personale medico nelle esercitazioni pratiche sulla tecniche e manovre di primo soccorso infantile. Gli organizzatori di Expo Cook Fabio Sciortino, Francesco Fontana e Francesco Lipari, lo hanno consegnato ai vertici degli “Ospedali Riuniti Villa Sofia – Cervello”.

La dott.ssa Patrizia  Ajovalasit,  primario del Pronto Soccorso pediatrico, si è detta “entusiasta di ricevere questo strumento prezioso non solo per il suo valore intrinseco ma anche perché rappresenta la capacità di lavorare in squadra per il raggiungimento degli obiettivi“. Presenti alla consegna anche il dott. Piero Greco, direttore sanitario degli Ospedali Riuniti Cervello e Villa Sofia che ha definito l’iniziativa benefica “un bellissimo esempio della capacità di creare sinergie tra il settore pubblico e il privato”. Unanime il commento degli organizzatori Fabio Sciortino, Francesco Fontana e Francesco Lipari che hanno ribadito la propria disponibilità a  continuare la sinergia con  gli Ospedali Riuniti grazie anche al supporto del dirigente scolastico dell’ I. P. S. S. A. R Pietro Piazza,  Vito Pecoraro.  Continue reading