“I giorni del Gambero”. Alessandro Ravanà e Giuseppe Geraci trionfano a Mazara

 

Tante emozioni miste a divertimento, il grande impegno degli chef in gara, un grande successo di pubblico. “I giorni del Gambero”, la manifestazione organizzata da Antonino Sammartano e volta a valorizzare il gambero rosso, ha colto nel segno. Due giorni, 21 e 22 luglio, trascorsi all’interno del Mahara Hotel di Mazara del Vallo, all’insegna del gusto ma anche del sano spirito agonistico. La gara tra chef ha premiato Alessandro Ravanà (nella foto) chef patron del ristorante “Il Salmoriglio” di Porto Empedocle, in provincia di Agrigento, con il suo piatto: paccheri con ricotta di capra girgentana e crema di peperoni con chips croccante.

Paccheri con ricotta di capra girgentana, tartare di gambero rosso e crema di peperoni con chips croccante

Il vincitore è stato decretato dalla giuria tecnica presieduta dalla chef stellata Patrizia di Benedetto del “Bye Bye Blues” di Palermo, alla quale sono stata chiamata a prendere parte insieme alle colleghe giornaliste Angela Amoroso di Identità Golose e Federica Terrana di Orogastronomico.

La giuria tecnica presieduta da Patrizia Di Benedetto con Federica Terrana e Angela Amoroso

I criteri utilizzati per la scelta sono stati la presentazione, la creatività, l’esaltazione dell’ingrediente principale e l’armonia degli ingredienti.

Giuseppe Geraci

Il secondo premio in gara è stato assegnato dalla giuria popolare che ha decretato la vittoria di Giuseppe Geraci, chef patron del ristorante “Modì” di Torregrotta, in provincia di Messina, con le sue linguine al pesto di capperi di salina con tartare di gambero e zeste di arancia semicandite.  Continue reading

Sei chef in gara per “I Giorni del Gambero”. Il 21 e 22 luglio a Mazara del Vallo

Una grande festa con un protagonista d’eccezione che tutto il mondo ci invidia, il gambero rosso di Mazara del Vallo. Si chiama “I giorni del gambero” la kermesse giunta alla IV edizione che mette al centro il pregiatissimo gambero della nota città marinara del trapanese. Due giornate, 21 e 22 luglio, saranno dedicate alla scoperta di questo prezioso crostaceo. Si comincia il 21 luglio alle 18.30 con l’apertura degli stand di degustazione. Il momento clou delle due giornate sarà la gara tra sei giovani chef che si “sfideranno” nelle due serate. La prima serata, sabato 21 luglio, vedrà tra gli sfidanti gli chef Motoki Seimori, Domenico Basile e Daniele Riccobene. La seconda serata domenica 22 luglio vedrà in gara Salvatore Lipari, Alessandro Ravanà e Giuseppe Geraci.

Motoki Seimori

Motoki Seimori nasce nell’isola di Okinawa da una famiglia in cui il padre e il fratello sono cuochi. Frequenta la scuola di cucina in Giappone e sviluppa una passione per la cucina italiana trasmessagli dal suo maestro Takahiro Higuchi, proprietario di tre ristoranti di cucina italiana a Tokyo. Decide quindi, dietro consiglio del suo maestro, di venire in Sicilia per approfondire le sue conoscenze e la sua voglia di imparare le ricette del sud. Va a fare uno stage a San Vito lo Capo al Pocho per imparare a fare il cous cous e poi giri diversi ristoranti tra i quali il Fogher e i Vespri.

Domenico Basile

Domenico Basile da 18 anni lavora nel mondo della cucina, di cui 11 da chef.
La voglia di crescita professionale unita alla passione per il proprio lavoro lo ha condotto alla scoperta di posti meravigliosi come Parigi, Maldive, Mosca, Monaco di Baviera e New York di cui ha mutuato l’internazionalità degli ingredienti pur mantenendo fede alle proprie radici. Rientrato da un anno a Palermo, lavora come chef al Graal club di Palermo.  Continue reading

Sapore di mare…nel menù estivo del Ristorante Modì di Giuseppe Geraci e Alessandra Quattrocchi

All’orizzonte il panorama sul golfo di Milazzo e sulle Eolie, dinnanzi agli occhi un ambiente sobrio ed elegante, dove la cordialità e l’accoglienza sono di casa. Siamo a Torregrotta, in provincia di Messina, dove sorge il Ristorante Modì di Giuseppe Geraci e Alessandra Quattrocchi.

La loro è una storia di amore e comune passione nata sui banchi di scuola e culminata con la scelta di lavorare insieme per la vita e costruire un’attività partendo da zero. Giuseppe, chef autodidatta, ha solo 21 anni quando decide di aprire il Ristorante nel paese natio insieme ad Alessandra, nata e cresciuta a Salina. La divisione dei compiti è naturale, Giuseppe ha una grande passione per la cucina e con il suo estro da vita a piatti sempre innovativi, Alessandra, appassionata del buon bere, diventa sommelier Ais, e gestisce e coordina la sala del Ristorante.

La loro proposta è fresca e giovane, una cucina di tradizione tradotta con originalità. Il nome del Ristorante richiama il grande pittore Amedeo Modigliani, un genio dallo stile personalissimo e inconfondibile. Chissà che non sia l’artista livornese a ispirare anche i piatti di Giuseppe Geraci, belli, lineari, essenziali, dai colori intensi.

Il benvenuto dello chef dal nuovo menù estivo del Modì

La filosofia del Modì parte da due principi fondanti e fondamentali: il rispetto della stagionalità e la valorizzazione del territorio che in concreto si traduce nella scelta di prodotti e produttori siciliani e in un menù che segue le stagioni. Lasciatemi esprimere apprezzamento per entrambi questi aspetti che mi stanno a cuore. La cucina di Giuseppe è una conferma – la conoscevo già – e nei giorni scorsi, ho avuto modo di provare e apprezzare il nuovo menù estivo. Ho trovato diverse novità ma anche alcuni dei piatti che più lo rappresentano. Tra questi il Gambero brrr (gambero rosso di Mazara con mela verde e sorbetto al mojito) che ha proposto nella mia trasmissione di cucina “La Ricetta in tour” andata in onda sull’emittente messinese Rtp.

Gambero brrr

Altro piatto eccellente nell’idea e nella realizzazione, “Non sono un arancino”, che nella classica panatura dell’arancino siciliano cela una sfera di pesce spada con pomodorini e vastedda del Belice. Il piatto è stato molto apprezzato nell’ottobre scorso dal pubblico del Messina Street Food Fest che ha assistito al cooking show di Giuseppe Geraci.  Continue reading

CioccolArt Sicily dal 31 ottobre al 2 novembre a Forza D’Agrò

header-festival2017

Si rinnova anche quest’anno l’appuntamento con CioccolArt Sicily, il Festival dedicato al cioccolato che si svolgerà nel convento agostiniano di Forza D’Agrò dal 31 ottobre al 2 novembre. 

Arte sperimentale è la parola d’ordine che caratterizzerà questa Edizione del Festival, alla quale prenderanno parte gli chef Pietro D’Agostino, Giuseppe Geraci, Luca Giannone, Davide Biuso, Angelo Siciliano con i loro show cooking. Ci sarà spazio anche per la letteratura e per i vini, oltre che per la cioccoscultura. Prevista anche una raccolta fondi in favore delle popolazioni di Amatrice colpite dal terremoto.

In questa edizione del Festival saranno realizzati diversi progetti che scaturiranno dalle residenze artistiche e dagli eventi performativi, nei giorni 1 e 2 novembre 2017, il “Fare arte” degli artisti invitati sarà riscoperto dai fruitori tramite dei codici di lettura simbolici, dove gli artisti racconteranno le proprie visioni ed ispirazioni nate nel momento stesso della creazione dell’opera, rivelando storie, esperienze individuali e collettive. Grazie agli artisti invitati nelle residenze come: Giacomo Montanaro, Domenico “Mimmo” Di Caterino, il collettivo artistico L.A.B.1 (Filippo Malice, Andrea Leuzzo, Giuseppe Lococo), Maria Grazia Barbagallo e Rosaria Straffalaci, le loro performance concepiranno delle opere sperimentali, utilizzando un materiale non consono alla propria ricerca artistica, contaminandolo, suggerendo storie, ampliando la percezione di nuove realtà, mostrando un panorama magico e immaginario. Le performance degli artisti saranno supportate dal Maestro cioccolatiere Paolo Caridi. 

Continue reading

Domani il taglio del nastro della I edizione di Messina Street Food Fest

street 2

Domani alle 18.00 prende il via la prima edizione di Messina Street Food Fest, organizzata da Confesercenti Messina in partnership con il Comune di Messina e con il patrocinio dell’Ars, della Città Metropolitana di Messina, della Camera di commercio, della IV Circoscrizione e del CRAL della Città Metropolitana di Messina.

“Siamo quasi giunti al taglio del nastro – ha affermato il presidente di Confesercenti Messina Alberto Palella – e non nascondo che l’emozione è tanta. Confesercenti Messina, insieme con il team di professionisti che ha messo a disposizione dell’evento le proprie competenze, ha lavorato per parecchi mesi per portare a Messina una manifestazione tanto affascinante quanto complessa. Ma adesso siamo allo sprint finale e siamo orgogliosi di presentare il frutto del nostro impegno, nella speranza che incontri il gradimento della gente, in primis dei messinesi, ma anche di tutti coloro che verranno dalla provincia e oltre. Il cibo rappresenta storicamente un momento di condivisione, di convivialità”.

Con questo spirito nasce Messina Street Food Fest, che vuole essere una grande festa della gente e per la gente con cibo da strada, spettacoli e intrattenimento per grandi e piccini. L’evento si annuncia come un gustoso viaggio nel mondo del più tipico street food messinese e siciliano con sfiziose incursioni fra specialità italiane e internazionali. Insieme agli arancini, i pitoni, le braciole e la focaccia della tradizione locale si potranno gustare gli arrosticini originali abruzzesi, i panini con la porchetta di suino nero dei nebrodi o con gli hamburgher, la pasta fresca al pistacchio di Bronte, le panelle e il pane con la meusa di Palermo, ed ancora la pizza fritta napoletana, il taione e la stigghiola, il panino di grani antichi siciliani con lo stocco a ghiotta, le tortillas messicane e tanto altro. Irresistibili anche le specialità di pasticceria con cannoli, gelati e le deliziose ciambelle americane. Trenta i partecipanti a questa prima edizione, ognuno dei quali proporrà una specialità diversa nelle casette appositamente costruite e dislocate nella piazza principale della città.

Continue reading