Sushi e Vino a Palermo. Sobremesa lancia la nuova formula aperitivo

A Palermo, l’aperitivo con vino e sushi made in Sicily  si fa al Sobremesa. E’ questa l’ultima novità del ristorante di Piazza Cassa di Risparmio, situato nel cuore di Palermo, lanciata dal titolare Luca Lo Dico. Una selezione accurata di vini e i finger food dello chef Pietro Li Muli a partire da sabato 28 settembre (ore 19.00 – 21.00). L’aperitivo avrà una formula esclusiva per l’occasione: Combo Sushi con calice 30 euro per due persone. Nel combo deliziosi nigiri, hosomaki, uramaki. L’aperitivo tradizionale avrà un costo di 10 euro a persona. Inoltre, chi vorrà potrà proseguire la cena con le ottime proposte firmate dallo chef. Piatti che spaziano dalla tradizione alle creazioni di ricerca e innovazione tra mari e monti. Ambiente e design rispecchiano il concept del locale: ricercato, glamour e raffinato.  Continua a leggere

L’11 settembre apre Sacha. A Messina lo chef stellato Paolo Gramaglia

L’alta ristorazione firmata dalla chef Paolo Gramaglia, 1 stella Michelin, arriva a Messina. Si tratta di un progetto tutto nuovo che prende il via mercoledì 11 settembre. Il protagonista è Paolo Gramaglia, executive chef e patron del ristorante President di Pompei, che firma il nuovo Ristorante Sacha sito nel cuore della città di Messina, in via Nicola Fabrizi 15, a pochi passi da Piazza Cairoli. L’opera di rinnovamento è stata globale. Si parte dalla cucina e dai nuovi piatti che puntano a stupire, emozionare, travolgere il commensale. Anche l’ambiente è stato completamente rinnovato. Il restyling, infatti, ha interessato l’intero ristorante che aprirà al proprio pubblico mercoledì 11 settembre 2019. Uno stile tutto nuovo dove la purezza del bianco racconta l’eleganza di un progetto condiviso con la famiglia Innocca. Il locale brilla di luce nuova, lo stile è raffinato ed elegante. Dalla cucina a vista si potrà ammirare e seguire il lavoro certosino della brigata di cucina guidata dallo chef messinese Nunzio Di Amico che, dopo varie esperienze in rinomati ristoranti cittadini, ha accolto con grande entusiasmo il progetto di rinascita del ristorante Sacha.  Continua a leggere

Il sublime binomio tra mare e terra nella cucina di “Borgo Murauto” a Piraino

La casa rurale del nonno, lungo la vecchia mulattiera per Piraino, è piena di ricordi d’infanzia… sarebbe un peccato lasciarla perdere così senza valorizzarne l’essenza. In quella casa tutto profuma di sapori autentici e riportare in luce l’antica cultura contadina diventa quasi una missione per Tindaro Ricciardo ed il fratello Basilio. C’è il progetto di aprire un ristorante e perché non farlo proprio lì nella casa del nonno? Il sogno diventa realtà e nel 2007 nasce Borgo Murauto, in contrada Salinà. Il percorso lungo la strada provinciale agricola è un po’ impervio ma, una volta arrivati, si riscopre l’autenticità della Sicilia più vera con il pane appena sfornato ed i prodotti della terra coltivati nel terreno circostante, il vero km zero che diventa protagonista della cucina di Tindaro Ricciardo insieme a carni e pesci accuratamente selezionati nel mercato siciliano.

Tindaro Ricciardo, chef patron di Borgo Murauto

“Ho iniziato in sala – racconta Tindaro Ricciardo che oggi ha 34 anni – poi sono passato in cucina. Avevo il pensiero della cucina della nonna, poi ho studiato tanto per apprendere le tecniche ed oggi lavoro anche con l’azoto e la sferificazione. Da subito Borgo Murauto si è caratterizzato per una cucina con una mentalità che andava oltre. Al primo posto per me viene il gusto”.  Continua a leggere

Giovanni Guarneri, da 34 anni, firma l’alta cucina a Siracusa

Trentaquattro anni fa iniziava l’avventura di “Don Camillo”. Era il 14 agosto del 1985 quando lo chef Giovanni Guarneri, figlio d’arte, aprì il suo ristorante nel cuore di Ortigia, incantevole centro storico di Siracusa, e lo chiamò col nome del padre “Don Camillo”. Oggi come allora i punti di forza sono una cucina fortemente identitaria, legata al territorio, e la grande qualità della materia prima, in particolare del pescato, scelto accuratamente dallo chef Guarneri. Il Ristorante sorge in un antico palazzo del ‘400 elegantemente ristrutturato dove si possono apprezzare i caratteristici muri in pietra e i soffitti a volta.

Il Ristorante Don Camillo

Negli anni l’identità del locale è rimasta la stessa, la cucina non ha seguito mode e tendenze, si è evoluta seguendo tecniche moderne e nuove ispirazioni ma non è mai stata stravolta. Sarà forse questa la ricetta di un successo che continua negli anni. Don Camillo offre la certezza di mangiare bene a Siracusa, di trovare un servizio di sala attento e gentile, capace di consigliare col sorriso, di scegliere tra un’ampia selezione di vini, in una cantina molto ben fornita, con etichette di altissimo livello.

Spaghetti delle Sirene

La cucina di Don Camillo racconta una “Storia” e l’esperienza gastronomica non può prescindere dal provare alcuni dei piatti più conosciuti dello chef Giovanni Guarneri, come gli “Spaghetti delle Sirene con Gamberi e Ricci”. Era il 1986 quando nacque l’idea di utilizzare il riccio, tradizionalmente mangiato crudo col pane, per condire la pasta. Continua a leggere

Mangiare a Palazzolo Acreide. La cucina di Marco Giuliano del Ristorante Settecento

Un viaggio nella Sicilia più autentica, quella fatta di belle persone, di sorrisi, di storie da raccontare. A Palazzolo Acreide, nel cuore della Val di Noto, patrimonio Unesco dal 2002, varcare la soglia del Ristorante Settecento vuol dire immergersi in un’atmosfera barocca dove l’arte, la bellezza, la storia fanno da sfondo ad una esperienza enogastronomica sorprendente. Sorprende innanzitutto la cucina di mare. Nella città conosciuta per la squisita salsiccia, presidio Slow Food, preparata con 9 tagli di suino nero siciliano, finocchietto selvatico, peperoncino, sale e vino rosso della Val di Noto, scelgo di farmi condurre in un viaggio che profuma di mare, quel mare cristallino, che si fa ammirare a pochi chilometri da Palazzolo. È lo chef patron Marco Giuliano a consigliarmi, ha 34 anni, un’esperienza in sala dall’età di 14 anni e fa parte dell’Associazione Vicoli & Sapori di Palazzolo Acreide. Mi affido completamente a lui e al socio Luigi De Pascalis, sommelier Ais, con il quale Marco condivide questa avventura.

Marco Giuliano e Luigi De Pascalis

Il Ristorante Settecento è aperto da 1 anno ma i due condividono da un po’ lo stesso percorso iniziato al Ristorante Cinghiale, una bella esperienza che li ha visti insieme con ottimi risultati. La novità al Settecento è una cucina più matura e elaborata che va di pari passo con la cantina in cui il sommelier predilige etichette siciliane.  Continua a leggere

Tra sinergie e abbinamenti cibo vino. La bella serata di Ambrosia con i vini Di Giovanna

Cibo e vino creano belle sinergie e sempre più spesso assistiamo all’incontro di chef e produttori che riescono bene a trasmettere le loro passioni. L’esperienza diventa così ancor più interessante e coinvolgente. Come qualche settimana fa, quando ho preso parte alla cena organizzata dallo chef Franco Agliolo nel suo ristorante a Sant’Agata Militello, con un ospite d’eccezione, il produttore di vini  Klaus Di Giovanna. Due territori a confronto, i Nebrodi tra terra e mare per Agliolo, Sambuca di Sicilia e Contessa Entellina per Klaus Di Giovanna. Ad accomunare i due protagonisti della cena d’autore andata in scena il 29 giugno scorso, l’amore per il territorio e la passione per il lavoro.  Continua a leggere

Nuovo menù firmato da Giunta all’Nh Collection Taormina

Note fresche e estive in piatti colorati e mediterranei. Lo chef palermitano Natale Giunta – consulente F&B per Nh Collection Taormina – ha presentato il nuovo menù del ristorante Zefiro. Lo stile è quello che lo contraddistingue, pochi ingredienti esaltati al massimo per far apprezzare tutto il bello e il buono della cucina siciliana. Il percorso degustazione della cena “Sunset & Food” è stato curato da Natale Giunta con l’ausilio del giovane resident chef Giuseppe Digiugno. Accolti dal benvenuto del general manager dell’hotel Andrea Luca, la serata è stata impreziosita dalla presenza di Valeria Agosta e Mimmo Costanzo, produttori dei vini Palmento CostanzoContinua a leggere

Il 12 giugno lo stellato Costa apre la sua “Dispensa” a Palermo

 

 

Un po’ bottega, un pò bistrot ma anche cantina e trattoria. “Dispensa” il nuovo locale dello chef stellato Giuseppe Costa è tutto questo. Una formula easy, al passo con i tempi, che si inserisce bene nel contesto della città di Palermo dove il nuovo locale sarà aperto al pubblico a partire dal prossimo 12 giugno.  Giuseppe Costa, chef patron del ristorante stellato “Il Bavaglino” di Terrasini ha scelto di puntare al cuore della movida palermitana, a due passi dal Teatro Politeama Garibaldi. Ampia la scelta gastronomica, con i preparati a base di carne selezionati da Emanuele Cottone, i salumi e i formaggi di aziende siciliane ed italiane, le carne cotta al barbecue, i piatti della tradizione, le tapas, i panini, i taglieri e le insalate. L’idea è quella di un ritorno alla buona e genuina cucina tradizionale, alla qualità della materia prima in cui si privilegia il rapporto diretto con fornitori e produttori. Un centinaio le etichette della cantina, una piccola selezione di spiriti e i cocktail principali. Sugli scaffali, i prodotti a marchio “Dispensa” sono accanto a quelli di piccole eccellenze siciliane: conserve, olio, confetture, miele e tanto altro. Con i suoi 50 coperti, Dispensa sarà aperto ogni giorno, dal lunedì al sabato, dalle 11.30 alle 14.30 e dalle 18.30 alle 23.30 in via Isidoro La Lumia 30a Palermo.