Ritorna questo weekend Vicoli & Sapori a Palazzolo Acreide

PALAZZOLO ACREIDE – Questo weekend ritorna Vicoli & Sapori, un appuntamento da non perdere per tutti gli amanti della buona cucina. L’evento, che si avvale del patrocinio del Comune di Palazzolo, si terrà sabato 27 e domenica 28 luglio a partire dalle ore 19.00. Per due giorni l’antico quartiere medioevale di San Paolo, con le sue stradine strette e le tante scalinate, si trasformerà in un suggestivo percorso che condurrà visitatori, giornalisti enogastronomici e foodies alla riscoperta di uno degli angoli più belli della città patrimonio Unesco ed uno dei Borghi più belli d’Italia. Sarà l’occasione per assaporare, lungo un’insolita e piacevolissima passeggiata serale, le prelibatezze locali preparate dai sette chef dell’Associazione di Ristoratori “Vicoli & Sapori” da sempre impegnata nella valorizzazione del territorio, oggi meta obbligata per il viaggiatore desideroso di trovare la vera Sicilia nei suoi piatti.  Continua a leggere

Verso la regolamentazione in materia di raccolta, coltivazione, commercio e tutela del tartufo siciliano

La Sicilia è riconosciuta tra le 14 regioni tartufigene italiane, ma a differenza di molte altre che rientrano in questo gruppo, non si è ancora dotata di una legge ad hoc che permetta di valorizzare questo prodotto del sottobosco, vietando al contempo vere e proprie predazioni. Delle difficoltà di oggi, del vuoto legislativo da colmare, delle esperienze delle altre regioni, ma anche delle interessanti potenzialità che i funghi sotterranei possono offrire, si è parlato nel corso del convegno “Norme in materia di raccolta, coltivazione, commercio e tutela del consumo dei tartufi nella Regione Siciliana” che si è svolto ieri a Palazzo dei Normanni presso la Sala Piersanti Mattarella dell’ARS.

Durante l’incontro è stato presentato il disegno di legge di iniziativa parlamentare n.496/2019 “Norme in materia di raccolta, coltivazione, commercio e tutela del consumo dei tartufi nella Regione Siciliana”. Con l’approvazione dello stesso si colmerebbe il vuoto legislativo che altre regioni hanno ormai superato da tempo, regolamentando un’attività che può superare il livello amatoriale e diventare per qualcuno anche una interessante fonte di reddito.

«La proposta di legge nata dalla consultazione di numerose associazioni micologiche – ha spiegato Nello Di Pasquale, deputato Pd e primo firmatario della proposta – non è da considerarsi blindata, ma suscettibile di miglioramenti e suggerimenti che possono provenire anche da altre parti politiche». Alla stesura del testo hanno collaborato le associazioni micologiche “La Ferula” di Mazara del Vallo, Gruppo Micologico Siciliano onlus di Palermo, Associazione Micologica Econaturalistica Trinacria onlus di Palermo, Associazione micologica Padre Bernardino di Ucria, Associazione Micologica e naturalisica onlus “Micelia” di Palermo, gruppo micologico Akrense di Palazzolo Acreide.  Continua a leggere