Sciabacheddu fritto

1

I lettori del blog che non sono siciliani si chiederanno: che sarà mai questo sciabacheddu? Si tratta di un misto di piccoli pesci di varie specie (in quello di oggi ho trovato sardine, triglie, pettini…) che si pescano nei fondali marini con la “sciabica” (rete a piccole maglie). Questi pesciolini sono così piccoli che non vanno puliti, solo lavati bene sotto l’acqua corrente per eliminare le impurità. Poi vanno fritti e mangiati caldi caldi! Con soli 3 ingredienti viene un piatto da leccarsi i baffi! Continue reading

Ghiotta di pesce spada

Il pesce spada ci piace in ogni modo e, qui a Messina, non è insolito prepararlo con un procedimento simile allo stocco alla ghiotta. Col sugo potete condire la pasta. Piatto facile da preparare e ricco di gusto! A Messina si dice che il rosso (il pomodoro) lo mettiamo dovunque!  Continue reading

Pesce spada all’acqua di mare


Questa ricetta è tratta da un libello a cui tengo molto. Amo collezionare libri di cucina e quella signora che me lo donò tanti e tanti anni fa forse sapeva che ne avrei fatto un buon uso. Raccoglie piatti tipici messinesi con una scrittura semplice e immediata. Lei ed il marito avevano una nota pescheria in centro ed un giorno mi volle regalare questo libello scritto da lei, rilegato con delle spille e niente più.

Unica aggiunta alla ricetta originale, i cucunci, gustosi frutti della pianta del cappero, coltivati alle Eolie. Vengono usati da soli, per accompagnare gli aperitivi o arricchire piatti più complessi della tradizione siciliana. Continue reading

Costardelle alla messinese con cipolla rossa di Tropea

Le costardelle si pescano nello Stretto di Messina. Come le acciughe o le sarde è un pesce che si consuma semplicemente fritto. Con o senza farina, a seconda dei gusti, per sentire ancor più il sapore del mare. Così lo cucinano i pescatori.

La tradizione messinese lo vuole accompagnato con fette di cipolla a crudo, marinate con sale e aceto.

Continue reading