Identità Golose. “Costruire nuove memorie” è il tema scelto per la XV edizione

“Costruire nuove memorie” è un’operazione non semplice fatta di tanti piccoli tasselli che si mettono insieme, di tanti esperimenti più o meno riusciti, di grandi scoperte o piccole conquiste, del tempo investito per raggiungere il tanto ricercato equilibrio. Solo così l’opera diventa memoria. I cuochi, i pasticcieri, i pizzaioli, gli artigiani, i gelatieri ogni giorno, attraverso il loro lavoro, cercano di donare memoria. Il tema – attualissimo e ricco di spunti – sarà il filo conduttore della quindicesima edizione del congresso Identità Golose Milano. Come piatto simbolo del Congresso,  che si svolgerà a Milano dal 23 al 25 marzo, è stato scelto il pane, segno di identità. Non un pane qualsiasi ma quello di Niko Romito.

Paolo Marchi

«Ogni anno, scegliamo il piatto simbolo del congresso con una duplice finalità – spiega Paolo Marchi, su Identità Golose – La prima, evidenziare in un’immagine il tema stesso che abbiamo scelto, in questo caso Il Fattore Umano: Costruire Nuove Memorie. Ed è evidente la funzione evocativa di questo alimento, che innerva la nostra storia eppure – e veniamo al secondo punto – viene da qualche tempo proposto da uno chef come Niko Romito con prospettiva e dignità nuove» recuperandone insomma una centralità che fa parte della cultura mediterranea: companatico è tutto ciò che lo accompagna, e non viceversa, ossia il Pane è cardine, il resto alla bisogna (cumpanatĭcum nel latino medioevale, ossia cum pane, con il pane). «Ecco che la scelta del piatto simbolo vuole anche onorare il lavoro degli chef che stimiamo di più, nella cui opera il tema del congresso via via meglio va a identificarsi. E, se parliamo di Costruire Nuove Memorie, non potevamo che pensare proprio a Romito: lui più di altri sa essere di disarmante semplicità al primo sguardo, ma ti spinge poi a ricercare tutto quanto è celato dietro a una sua realizzazione».

IL CONGRESSO DI IDENTITA’ GOLOSE

Nato come luogo di incontro e confronto tra cuochi, dall’idea del suo creatore e curatore Paolo Marchi, oggi il Congresso Identità Golose a Milano è l’appuntamento dal quale non si può prescindere, che richiama tutti i BIG della cucina e della pasticceria d’autore, da Massimo Bottura a Carlo Cracco, da Nadia Santini a Heinz Beck, da Massimiliano Alajmo a Davide Scabin.  Continue reading

Formazione e Solidarietà. Doppio impegno per gli Ambasciatori del Gusto Francesco Arena e Gioacchino Sensale

 

MILANO – L’importanza della formazione sarà il tema principale del secondo Convegno Nazionale degli Ambasciatori del Gusto che si svolgerà a Milano lunedì 29 ottobre presso l’Istituto professionale servizi per l’enogastronomia e l’ospitalità alberghiera (Ipseoa) “Carlo Porta”. All’importante incontro prenderanno parte gli Ambasciatori del Gusto Francesco Arena, bakery chef messinese del Panificio “Masino Arena” e lo chef palermitano Gioacchino Sensale. Per noi Ambasciatori del Gusto – ha commentato Arena – è importante prendere parte ad incontri di tale portata. Dobbiamo investire anche nel nostro piccolo sul tema della formazione, che è una delle missioni principali portate avanti dall’Associazione”.

Francesco Arena

Gli Ambasciatori del Gusto operano per valorizzare in tutto il mondo il patrimonio enogastronomico e agroalimentare del Made In Italy e la formazione è fondamentale, anche se i nodi da sciogliere sono ancora tanti, sia per quanto riguarda il riconoscimento del suo valore, sia perché occorre comprendere quali siano le competenze utili in un mondo della ristorazione in continuo cambiamento. Di questo si discuterà al convegno che sarà aperto da Cristina Bowerman, Presidente Associazione Italiana Ambasciatori del Gustoemoderato dalVicepresidente Paolo Marchi.

Gioacchino Sensale

Nell’ambito dell’iniziativa, domenica 28 ottobre Francesco Arena e Gioacchino Sensale saranno presenti anche alla cena di beneficenza che si svolgerà al ristorante dello chef Carlo Cracco “Carlo e Camilla in Segheria”. L’occasione sarà utile per raccogliere fondi per il progetto nato in collaborazione con il Centro di Formazione Professionale Alberghiero di Amatrice. Oltre al padrone di casa Carlo Cracco, alcuni chef Ambasciatori del Gusto cucineranno per la buona causa, tra questi: Cesare Battisti, Ratanà (Milano) Franco Pepe, Pepe in Grani (Caiazzo, CE) Corrado Assenza, Caffè Sicilia (Noto) Marta Scalabrini, Marta in Cucina (Reggio Emilia).  Continue reading