Il maestro pasticcere Nicola Fiasconaro in visita a Palazzo Madama

Il suo nome è ormai legato ai panettoni siciliani. Lui è il pasticcere Nicola Fiasconaro della nota azienda siciliana che porta il suo nome, con sede a Castelbuono, nel cuore del Parco delle Madonie a pochi chilometri da Palermo. Il maestro pasticcere siciliano è stato ospite a Palazzo Madama dove ha ricevuto il simbolico dono dalle mani della Presidente Maria Elisabetta Alberti Castellati: la campanella ‘simbolo’ del Senato della Repubblica.

Fiasconaro ha portato in dono il suo panettone ‘Dolce Presepe’ e raccontato la storia della sua azienda. La Presidente Casellati si è mostrata particolarmente interessata al racconto di come nascono le creazioni di Fiasconaro e del fatto che l’azienda dolciaria – un bell’esempio imprenditoriale della Sicilia che funziona – occupa così tanti giovani siciliani e ha alle spalle una filiera di produzione ‘made in Sicily’.

Un riconoscimento di stima davanti al quale Nicola Fiasconaro non ha nascosto la sua emozione: “Nel corso del 2018 abbiamo ricevuto molti riconoscimenti e numerose attestazioni di stima sia in Italia sia all’estero. Ma questa piccola campanella che il Presidente Alberti Castellati ci ha consegnato oggi non ha davvero uguali. Ci lusinga e ci riempie d’orgoglio: è un onore riceverla dalle mani di una delle massime Autorità dello Stato.”  

Cefalù tra storia, arte, cultura e “Panettone Festival”

IMG_6342

Una Cefalù così viva, affollata da migliaia di visitatori, la si vede per lo più in estate. A dimostrare che talvolta bastano le idee per dare una scossa ad un territorio e muovere l’economia della cittadina ci ha pensato l’Associazione KeFood che – con il patrocinio del Comune di Cefalù e l’impegno attivo dell’Assessorato al Turismo guidato da Simone Lazzara – ha organizzato il “Panettone Festival”. I numeri della I edizione parlano chiaro e dicono che, lavorando in questo senso, si potrà fare sempre meglio.

IMG_6353

Più di quindicimila visitatori totali, 1600 panettoni venduti, 2200 panettoni degustati, 3 mila dolci natalizi, tra creme, torroni, biscotti e cioccolatini acquistati dal pubblico nei tre giorni del Festival, che si è svolto da venerdì 1 a domenica 3 dicembre. Via Roma, una delle strade principali della cittadina medievale, è stata scelta per ospitare gli stand dei quaranta maestri pasticceri, che hanno presentato i loro panettoni artigianali fatti con amore e passione e arricchiti con gustose creme e materie prime: pistacchio, mandorle, fichi secchi, cioccolato nero e bianco, e poi svariati frutti come pere, mele, albicocche e mirtilli. Tra i maestri pasticceri presenti: Salvatore Cappello e Mauro Lo Faso che si sono resi protagonisti di appassionati show cooking e dibattiti dedicati ai dolci del Natale.  Continue reading