Anticipazioni sul primo “Bibenda Etna Wine Master” che si svolgerà a Catania

Sulla formazione nel mondo del vino c’è ancora molto da fare. Nasce così l’ambizioso progetto del primo “Bibenda Etna Wine Master” che dovrebbe partire nell’anno 2020 con un programma ricchissimo che prevede: degustazioni di grande livello culturale con oltre 300 vini, viaggi studio sul Vulcano, visite di cantine e vigneti, e tanto altro. “Non solo teoria ma tanta pratica” – afferma Paolo Di Caro, Presidente Sicilia della Fondazione Italiana Sommelier, che ci ha anticipato i dettagli dell’iniziativa nel corso del D’Attoma Day che si è svolto il 14 giugno scorso presso l’azienda vitivinicola Terrazza Costantino.  Continua a leggere

Etna Made 2019 celebra i vini e l’alta cucina

CATANIA – Dal 31 maggio all’1 giugno la città di Catania ospita Etna Made 2019, l’evento enogastronomico dedicato ai vini dell’Etna, che si svolgerà all’interno del chiostro dell’Istituto Ardizzone Gioeni di via Etnea, in centro città. L’evento nasce da un’idea di Scirocco Comunicazione e della Fondazione Italiana Sommelier Sicilia, in collaborazione con Bibenda, con il patrocino del Consorzio di tutela dei vini dell’Etna DOC, Strade dei vini dell’Etna, della Città metropolitana di Catania e del Comune di Catania.

Una due giorni per far conoscere l’unicità del territorio etneo, la sua storia millenaria, i produttori e i vini che riscuotono un grande interesse a livello nazionale e internazionale. “Saranno due giorni intensi con oltre 25 cantine dell’Etna che ci faranno degustare i loro vini– ha anticipato  Francesco Chittari, organizzatore dell’evento nel corso della conferenza stampa –  vogliamo comunicare l’Etna nella sua interezza e allo stesso  tempo nelle peculiarità di un territorio che, seppur piccolo in termini di ettari di vigneti e di produzioni di bottiglie, è uno straordinario microcosmo di eccellenze”.

Venerdì 31, a partire dalle 18, all’interno del chiostro dell’Istituto Ardizzone Gioeni aprirà  “La Piazza del vino”, in cui verranno ospitate le cantine e le proposte di localfood; alle 19 la  “Sala Masterclass” dedicata alla degustazioni, vedrà l’approfondimento sull’evoluzione sull’Etna dal “CRU” al “CLOS”, fra sperimentazione e tradizione a cura di Paolo Di Caro, presidente siciliano Fondazione Italiana Sommelier. E poi, alle 20 “A Quattromani Ristorante etneo” due straordinarie cene: la prima (il 31 maggio) duetteranno Marco Cannizzaro (KM0) Giuseppe Raciti (Zash).  Continua a leggere