Pasta alla norma, l’omaggio di Cibo Nostrum alla città di Catania

In occasione di Cibo Nostrum, la grande festa della cucina italiana che si svolgerà a Catania il 31 marzo, l’Associazione Provinciale Cuochi Etnei, omaggerà a tutti i partecipanti dell’evento la pasta alla norma, uno dei piatti simbolo della cucina siciliana. Sarà questa una delle piacevoli novità dell’edizione 2019 di Cibo Nostrum, l’evento nazionale della Federazione Italiana Cuochi che dalle ore 18,00 alle 23,00 si svolgerà nei giardini storici della Villa Bellini del capoluogo etneo. A realizzare questo omaggio 4 batterie con almeno una ventina di cuochi nel cuore della Villa che realizzeranno circa 5000 porzioni di pasta.

“Tutta l’Associazione è in pieno fermento e non vediamo l’ora di trasmettere a Catania e alla sua gente tutto il nostro amore per questa città e per la nostra professione – dice Angelo Scuderi, neopresidente dell’Ass. Prov. Cuochi Etnei– . Il nostro gesto, oltre che un omaggio, vuole sottolineare come un piatto realizzato con prodotti tanto eccellenti quanto semplici, possa rappresentare in realtà un gusto unico e sia uno dei simboli della nostra terra nel mondo. Il progetto è grandioso e omaggeremo la pasta alla Norma a quanti, avendo acquistato il ticket di degustazioni, avrà dimostrato di contribuire allo spirito benefico della manifestazione”.

Anche quest’anno, infatti, il ricavato dell’evento sarà devoluto in opere di solidarietà. Per l’edizione catanese sono state individuate, oltre al Dipartimento Solidarietà Emergenze della Federazione Italiana Cuochi, le Associazioni Comunità di Sant’Egidio e Locanda del Samaritano.

Quest’anno le 300 postazioni di cuochi, pasticceri, cantine e aziende agroalimentari saranno ospitate alla Villa Bellini, mentre saranno, come da tradizione, migliaia le berrette bianche provenienti da tutta Italia e dall’estero che prenderanno parte alla Festa gastronomica, proponendo ciascuno, singolarmente o in team, le proprie ricette.

“È un graditissimo ritorno in Sicilia per tutti quanti noi e con importanti novità, a cominciare dallo scenario meraviglioso della città di Catania – dichiara il presidente nazionale FIC, Rocco Pozzulo. – Non ci si abitua mai alla grande e calorosa accoglienza del popolo siciliano e in particolare del territorio etneo. Siamo lieti che Cibo Nostrum sia entrato nei cuori di migliaia di partecipanti, siciliani ma anche turisti”.

 

Conferenza di presentazione del XXX Congresso Nazionale della FIC. Il 27 ottobre a Taormina Gourmet

Si svolgerà sabato 27 ottobre, alle ore 13,00, all’Hotel Villa Diodoro a Taormina, la conferenza stampa della Federazione Italiana Cuochi per presentare la XXX edizione del suo Congresso Nazionale, che si svolgerà dal 31 marzo al 2 aprile 2019 a Catania, nel centro fieristico Le Ciminiere, organizzato in collaborazione con l’Unione Regionale Cuochi Siciliani.

L’incontro di sabato con i giornalisti si terrà all’interno della manifestazione enogastronomica “Taormina Gourmet”, dove tra l’altro numerosi chef stellati e cuochi professionisti FIC sono impegnati nei cooking show e nelle degustazioni. Molti gli ingredienti che comporranno la conferenza stampa, a cominciare dagli interventi. Previsti infatti, oltre al presidente nazionale FIC, Rocco Cristiano Pozzulo, al presidente FIC Promotion, Seby Sorbello, e al presidente dell’Unione Regionale Cuochi Siciliani, Domenico Privitera, con i presidenti e numerosi soci delle Associazioni Provinciali dell’isola, anche il sindaco di Catania, On. Salvo Pogliese, e l’assessore alla Cultura e ai Grandi eventi del capoluogo etneo, Barbara Mirabella. All’incontro, moderato dai giornalisti Gioacchino Bonsignore (direttore del Tg5 Gusto) e Antonio Iacona (responsabile nazionale Rivista “Il Cuoco”) e con interventi della giornalista di “Cronache di Gusto” Clara Minissale, sono stati invitati ad intervenire anche l’assessore regionale al Turismo, Sandro Pappalardo, e l’assessore alle Attività produttive del Comune di Catania, Ludovico Balsamo. Hanno assicurato la loro presenza inoltre numerose e prestigiose firme del giornalismo enogastronomico regionale e nazionale.

Rocco Pozzulo

Dopo Firenze e Napoli, adesso tocca al capoluogo etneo. Il 30° Congresso Nazionale FIC – dice il presidente Rocco Pozzulo avrà un respiro internazionale e trasformerà Catania nella capitale del gusto, aprendo le porte non soltanto ai cuochi e agli addetti ai lavori ma anche al grande pubblico, con incontri, dibattiti, approfondimenti sui temi di enogastronomia, turismo, economia, sviluppo del territorio nel contesto euromediterraneo. Tutti temi in cui la cucina ed i cuochi rivestono un ruolo fondamentale”. 

“Siamo già a lavoro da mesi – sottolinea il presidente Seby Sorbello  perché l’appuntamento nazionale riesca nel migliore dei modi, com’è sempre nello stile FIC. Per questo ringraziamo sin d’ora tutti i protagonisti che stanno creando questo forte gioco di squadra, facendo comprendere quanto la cucina italiana appartenga a tutti e non solo ai cuochi”.  Continue reading