“Tasting Calabria: Tutti i sapori della Calabria”

Conto alla rovescia per la prima edizione del TCW Tasting Calabria Workshop – Tutti i sapori della Calabria” che si terrà il 19 e 20 giugno a Pizzo Calabro, all’interno degli spazi del Me restaurant. Uno speciale evento in quattro atti – ideato e promosso dallo chef Giuseppe Romano e dalla pastry-chef Eleonora Marcello con la collaborazione di Nieva Zanco (de La Consiglieria Guida Gastronomica non Convenzionale) e di Filippo Teramo, giornalista enogastronomico ( de I Viaggi del Gusto-VdGmagazine.it ) – riservato ai protagonisti del settore Food ed Horeca ed aperto al mondo della stampa e della comunicazione del settore enogastronomico a cui saranno presentate le tante eccellenze del territorio calabrese. In programma due giorni di confronti, dibattiti e degustazioni che consentiranno ai più prestigiosi e qualificati produttori di Calabria di presentare le loro eccellenze attraverso testimonianze, narrazioni, assaggi e visite su campo ed azienda.

La kermesse enogastronomica è sostenuta con il patrocinio del Comune di Pizzo Calabro, del Gal Terre Vibonesi, del Flag dello Stretto, delle associazioni “Ambasciatori del Gusto” ed “Euro-Toque”, della Fondazione Italiana Sommelier e della Confederazione Nazionale Artigiani di Vibo.

Primo appuntamento mercoledì 19 giugno alle ore 18 presso il Me restaurant con il Workshop Tutti i sapori della Calabria” moderato da Nieva Zanco durante il quale i singoli produttori ed i consorzi si racconteranno al pubblico. Un’occasione unica per far conoscere al mondo dei media l’eccezionale qualità dei prodotti tipici. Tra le “eccellenze” del territorio calabrese, interverrà anche il maestro orafo Gerardo Sacco, guest star della serata.

Giuseppe Romano e Eleonora Marcello

A seguire la Cena di Gala ad inviti realizzata dagli chef Alfonso Crisci della Taverna Vesuviana di Nola, Gaetano Alia della Locanda Alia di Castrovillari, Rocco Iannì de Le Saie di Bagnara Calabra e dai due patron della kermesse Giuseppe Romano ed Eleonora Marcello del ME Restaurant di Pizzo Calabro, con anche la straordinaria partecipazione del maestro pizzaiolo Antonino Esposito di Acqu’ e sale di Sorrento,del gelatiere-contadino Dario Rossi del Greed-Avidi di Gelato di Frascati e del pluripremiato maestro gelatiere del gruppoItalico, Dave Destefano del Gelato Cesare di Reggio Calabria. L’eccezionale brigata, che nell’occasione vestirà gli originali grembiuli Goeldlin Chef, proporrà un favoloso menù degustazione in cui tutti i sapori ed i profumi della Calabria saranno gli assoluti protagonisti, declinati con la qualità propria dei migliori interpreti della Guida MichelinContinua a leggere

Il successo di “Mixology Dinner” porta la firma di Franco Agliolo e Riccardo Catania

Abbinamenti insoliti, originali e ben riusciti. Non era facile pensare e realizzare una serata a quattro mani che si distinguesse da tutte le altre a cui noi addetti al settore, food blogger, giornalisti, appassionati foodlover partecipiamo spesso. Eppure Franco Agliolo – chef patron del Ristorante Ambrosia di Sant’Agata Militello – e Riccardo Catania – bartender e titolare di due cocktail bar, quello invernale “The Rabbit Hole” e quello estivo “Barbanera”, sempre a Sant’Agata Militello – hanno messo in piedi una serata oltre gli schemi che si è rivelata davvero divertente. Ad ogni piatto servito con un cocktail inedito nato dalla creatività di Riccardo è seguito il dibattito e tutti, proprio tutti, siamo andati alla ricerca dell’abbinamento perfetto.

Il bartender Riccardo Catania

Non era facile e, sin da subito, i due protagonisti della serata sono riusciti a sorprenderci. Tanti gli incontri fatti in questi mesi per studiare piatti e drink in funzione di alcuni ingredienti. La novità è stata ritrovare i liquori nel cibo e i vegetali nei drink e riuscire a far dialogare i due mondi veramente bene, con competenza e professionalità.

Lo chef patron di Ambrosia, Franco Agliolo

La cena inizia subito con l’abbinamento perfetto, tra tutti il più riuscito. La “Tartare di manzo nostrano al mezcal con nocciole dei Nebrodi tostate, gelatina di thè affumicato Lapsang Souchong e polvere di trombette da morto” ed il “Mex Man”con  tequila mezcal, succo di limone, arancia e pompelmo, sciroppo al peperone e ginger ale.  Continua a leggere

Tasting Calabria. Due giorni di degustazioni, confronti e dibattiti a Pizzo Calabro

Pizzo Calabro – Fervono i preparativi per la prima edizione di “Tasting Calabria Workshop. Tutti i sapori della Calabria” che si svolgerà il 19 e 20 giugno a Pizzo Calabro all’interno degli spazi del Me Restaurant. Lo chef Giuseppe Romano e la pastry-chef Eleonora Marcello sono i promotori e gli organizzatori dell’iniziativa che vede la collaborazione di Nieva Zanco, della Consiglieria Guida Gastronomica non Convenzionale.

Un evento molto atteso in Calabria, terra di grandi eccellenze gastronomiche, riservato ai protagonisti del settore Food ed Horeca ed aperto al mondo della stampa e della comunicazione del settore enogastronomico. Saranno due giorni di confronti, dibattiti e degustazioni in cui selezionati produttori calabresi avranno la possibilità di farsi conoscere attraverso testimonianze, narrazioni, assaggi e visite su campo.

Il taglio del nastro è previsto per mercoledì 19 giugno, alle ore 18,00, con il workshop in cui i singoli produttori ed i consorzi a cui essi afferiscono dialogheranno con il pubblico. L’incontro è moderato dalla scrittrice Nieva Zanco. Si prosegue poi, alle ore 20,00 con il secondo atto: una Cena riservata” (su invito), in cui Giuseppe Romano e Eleonora Marcello proporranno un menù degustazione in cui tutti i sapori ed i profumi della Calabria saranno gli assoluti protagonisti. Insieme a loro ci saranno gli chef Alfonso Crisci di Taverna Vesuviana, Rocco Ianni del ristorante Le Saie di Bagnara e Gaetano Alia di Locanda Alia di Castrovillari.

Si continua giovedì 20 giugno, dalle ore 8,00, di nuovo al Me Restaurant, con uno Special Breakfast”, sempre ad inviti, dove tutti i prodotti calabresi saranno presentati in modo “non convenzionale”.Dalle ore 10,30 quarto ed ultimo atto con il “Live testing”alcuni produttori apriranno le porte delle loro aziende per una visita guidata alla scoperta delle specialità made in Calabria.

Franco Agliolo e Riccardo Catania in “Mixology Dinner”

SANT’AGATA M.LLO (ME) – Due arti che si incontrano per regalare un’esperienza di degustazione unica. Si chiama “Mixology Dinner” l’esclusiva cena che giovedì 23 maggio porterà alla scoperta dei singolari abbinamenti tra la cucina contemporanea dello chef Franco Agliolo e l’arte mixology del bartender Riccardo Catania.

Lo chef Franco Agliolo ha pensato a dei piatti di carne che sintetizzano la sua idea di cucina contemporanea. Piatti della cucina classica rivisitati con insoliti abbinamenti e valorizzati da tecniche moderne in cui protagonisti saranno gli ingredienti del territorio nebroideo che tanto stanno a cuore allo chef Agliolo.

Si partirà con la Tartare di manzo nostrano al Mezcal, con nocciole dei Nebrodi tostate, gelatina di thè affumicato Lapsang Souchong e polvere di funghi (trombette da morto). 

Seguiranno i Ravioli fatti in casa ripieni di stufato d’oca con burro e salvia su purea di rapa rossa.

Il secondo scelto sarà la Quaglia cotta al forno con riduzione di liquore alla ciliegia, purè di topinambur e chips di patate viola

 La serata si concluderà in dolcezza con la Millefoglie al limone.

Ad ogni piatto, il bartender Riccardo Catania abbinerà cocktail inediti di cui svelerà il contenuto e la preparazione solo durante la cena. Il mondo del buon bere miscelato è complesso quasi come quello della cucina e sono tante le affinità. I cocktail si sono evoluti molto nel corso del tempo, sono cambiati i gusti e anche le stesse materie prime che si utilizzano per la preparazione dei drink. Sarà quindi interessante scoprire come due mondi così diversi possano incontrarsi per regalare un’esperienza unica tra gli avvolgenti colori e profumi della Sicilia.

La cena si svolgerà giovedì 23 maggio alle 20.30 a Sant’Agata Militello, nei nuovi locali del Ristorante Ambrosia, in via Magenta 42- 44, nei pressi del centralissimo Duomo. L’appuntamento è promosso dal Ristorante Ambrosia in collaborazione con il cocktail bar The Rabbit Hole.  Continua a leggere

Food Experience al Tiranno con i vini di Feudi del Pisciotto

SIRACUSA – Un’indimenticabile esperienza culinaria firmata da Il Tiranno Caportigia Restaurant, un viaggio ideale tra i sapori della cucina contemporanea della chef milanese Valentina Galli e i vini pregiati dell’azienda Feudi del Pisciotto. Sono questi gli ingredienti della serata che si svolgerà giovedì 9 maggio alle ore 19.30 a Siracusa presso il raffinato ristorante Il Tiranno.

Materie prime di eccellenza saranno protagoniste del menù degustazione ideato dalla chef che sceglie di sorprendere i commensali con personalità e interessanti abbinamenti.

La cena prenderà il via con “Crudo di mazzancolle, evo queen nero, sale alle fave di cacao, cicoria, dressing di ciliegie”, abbinato a Davolarosa, spumante rosè dal carattere siciliano, ottenuto da uve Nero d’Avola in purezza, le migliori delle vigne di Feudi del Pisciotto. Seguirà la “Triglia cotta dolcemente in crosta di mandorle di Avola, veli di cipolla rossa di Tropea a 65°”, abbinata allo Chardonnay Feudi del Pisciotto. Il primo piatto scelto dalla chef in abbinamento al Grillodella cantina vitivinicola siciliana è il “Tortello fatto in casa ripieno di burrata e timo, scampi, colatura di alici di Cetara, asparagi, bottarga di tonno”; per concludere il “Baccalà morro extra, cotto a bassa temperatura, salsa di agrumi di Sicilia e caffè, frozen di rosa e violetta” sarà servito in abbinamento al Merlot Feudi del Pisciotto.  Continua a leggere

L’ospitalità siciliana del Talè Restaurant & Suite che presenta il nuovo chef Luca Miuccio

“Talè”… in siciliano evoca meraviglia e mai nome fu più appropriato per raccontare il Boutique Hotel Talè Restaurant & Suite nato nel 2016 a Piedimonte Etneo, in provincia di Catania. Una scalinata mi conduce all’ingresso mentre da una visuale particolareggiata mi godo il paesaggio immerso nel verde tra i profumi degli agrumi siciliani. La struttura domina il mare e il vulcano Etna. Gli ambienti sono intimi e raffinati e giocano tra classicismo e design.

L’occasione per far visita al Talè Restaurant & Suite è di quelle a cui non potevo di certo mancare. Riparte la stagione, dopo la pausa invernale, con una grossa novità, l’arrivo del nuovo chef Luca Miuccio. Accolta dalla raffinata professionalità della General Manager Gloria Licciardello, gustiamo l’aperitivo nella sala living facendo quattro chiacchiere.

Sorseggiando bollicine, gustiamo gli stuzzichini preparati per la serata.

Tutto è pronto per la cena, scendiamo al piano inferiore, i tavoli sono apparecchiati con cura, la sala è ampia, accoglie fino a un centinaio di persone.

La serata è organizzata in collaborazione con La Valigia di Bacco. In degustazione ci sono i vini in biologico dell’azienda agricola Fausta Mansio che sorge a Siracusa, nella valle d’Anapo a 50 metri sul livello del mare. Si comincia con Apollo, grillo bianco Sicilia, che accompagna l’amuse-bouche.

Apollo grillo bianco

L’entrée è davvero interessante. La seppia incontra la ricotta e il gioco di colori mi ha già conquistato…quando si dice “mangiare prima con gli occhi”. Gli gnocchi di seppia, saltati in padella per conferire croccantezza alla preparazione, sono serviti con emulsione del suo nero, ricotta di pecora aromatizzata al limone e cicorietta saltata.

Come uno gnocco

Segue il “Crudo a modo mio”. Anche qui la vista è accattivante con questa spirale realizzata con pomodorini gialli di Ragusa.C’è il crudo di gambero rosso di Mazara del Vallo, una capasanta appena scottata e una polpetta di scampo panata con pane panko. Il tutto viene completato da un’infusione alcolica di timo e ginepro.  Continua a leggere

Cena evento al Charleston con i vini Gaja

Il ristorante Charleston di Palermo inaugura la stagione 2019 e lo fa con un evento imperdibile dedicato ai grandi vini nazionali e internazionali.
Giovedì 18 aprile il Charleston ospiterà i vini di Gaja che saranno abbinati ad un menù creato per l’occasione dallo chef del ristorante Santino Corso, nominato nel 2018 “Miglior chef under 30 della Sicilia” dalla Gara di gusto di Cronache di Gusto. In degustazione i vini di due importanti territori di produzione di Angelo Gaja, viticoltore simbolo d’Italia e Re delle Langhe, vincitore del “Winemakers’ Winemaker Award 2019” dell’Institute of Masters of Wine: quello di Bolgheri, in Toscana, e quello delle Langhe, in Piemonte.

Si parte con Gaja – Ca’ Marcanda – Vista Mare 2018, blend di Vermentino e Viogner della tenuta Ca’ Marcanda nelle terre di Bolgheri, in Toscana.  Sarà abbinato a “Principio…”la selezione di amuse bouche del Charleston.

Ad accompagnare l’antipasto “Sgombro a chi?– Sgombro, aceto di fichi, taleggio, cotenna di maialino nero dei Nebrodi”, sarà lo Chardonnay Gaja – Rossj Bass 2017 – Langhe Doc.

Il primo “Abbottonato– Bottoni di pasta fresca, camembert, sedano rapa, crudo di tonno, dashi agli agrumi” sarà invece abbinato a Gaja – Sito Moresco 2016 – Langhe Doc, blend di Nebbiolo, Barbera e Merlot.

Si prosegue con “Stinco di santo? No di agnello!– Stinco di agnello, croccante alla nocciola, barbabietola, ribes nero”, in abbinamento al celebre Gaja – Barolo Dagromis 2015 – Barolo Docg.

Per chiudere in bellezza il dessert “Cioccolato alla 3ª– Valrhona in tre varianti”.

L’evento è riservato ad un numero ristretto di persone, si richiede quindi di prenotare con anticipo scrivendo a info@ristorantecharleston.como chiamando il numero 091.450171.

Food & Beverage, Mak Mixology rinnova la sua offerta

Mak Mixology, ristorante e cocktail bar, all’interno della storica Galleria delle Vittorie a Palermo, rinnova la sua offerta gastronomica, puntando sullo chef palermitano Fabio Gandolfo. La sua è una cucina che punta su materie prime territoriali. Classe ’71, Gandolfo ha fatto diverse esperienze in cucine rinomate di alberghi e ristoranti. Tra le esperienze più significative, quella al ristorante Babette ad Albenga, segnalato dalla guida Michelin 2019. Il Mal Mixology, oltre che per l’offerta gastronomica, si caratterizza per  l’arte Mixology: i drink sono realizzati dai Bartender Matteo Bonandrini e Luca Catanzaro, col supporto di Nicolò Cottone. “Mak Mixology è un luogo d’ospitalità raffinata – afferma il titolare Filippo Genovese, – perfettamente in linea con la vocazione del territorio. L’obiettivo è quello di regalare all’ospite un’esperienza multisensoriale in un luogo dove passato e presente si fondono nel gusto del bello”.