Serata gourmet al Charleston, tra buon cibo, rum e sigari

Una serata da non perdere per tutti gli appassionati di rum e sigari. L’iniziativa è dello storico ristorante “Charleston” di Palermo che abbinerà i piatti gourmet del resident chef Santino Corso, al Rhum Agricole Guadeloupe della celebre casa Damoiseau e ai pregiati sigari artigianali dei Caraibi. 
L’appuntamento che celebra l’arrivo dell’autunno è fissato per giovedì 27 settembre alle 20.30. La Brand Ambassador di Damoiseau Clémentine Guillot presenterà i rhum in degustazione, mentre la degustazione di sigari caraibici sarà guidata da Carlo Riggio, cultore e storico rivenditore di sigari e tabacco di Palermo.

Ecco il menù della serata:

Cocktail Rhum – Rhum Blanc Agricole invecchiato 3-6 mesi Damoiseau

“Scampo a colori” – vino in abbinamento “Cavallo delle fate” Grillo Tasca d’Almerita

“Il Riso…dopo” – vino in abbinamento “Altamora bianco” Carricante – Cusumano

“Pancia e Polpo” – vino in abbinamento “Quater rosso” Nero d’Avola, Perricone, Frappato, Nerello Cappuccio – Firriato

“Cioccolato al gioco” – in abbinamento Rhum Vieux Agricol VSOP invecchiato 4 anni

I Rhum in degustazione:

– Rhum XO Ambrazo Vieux Agricole invecchiato 6 anni

– Rhum Ambrazo Vieux Agricole invecchiato 8 anni

– Rhum Scuro Vieux Agricole Millesimato invecchiato 21 anni

Il costo della serata è di 55 euro bevande e sigari inclusi.

Per info e prenotazioni:

info@ristorantecharleston.com – tel. 091450171

 

In viaggio da Ragusa all’Alto Adige con la cucina stellata di Claudio Ruta e i bianchi di Nossing

 

La cucina può tutto. Può farti fare un viaggio enogastronomico percorrendo territori molto distanti, pur restando immobile; può regalarti emozioni e allo stesso tempo conoscenza. Perché la conoscenza è la cosa più bella a cui possiamo aspirare. Così ogni incontro organizzato a Ragusa dal Ristorante “La Fenice” di Mauro Malandrino è una nuova scoperta. Si parte da una certezza, l’ottima “cucina del territorio” dell’executive chef Claudio Ruta, 1 stella Michelin, che riesce sempre a sorprendere per il lavoro di innovazione e sperimentazione legato agli abbinamenti coi vini proposti.

Lo chef Claudio Ruta

Le serate vengono organizzate in collaborazione con cantine vitivinicole di tutta Italia ed è piacevole scoprire territori di volta in volta differenti con le loro peculiarità. Non a caso, ma per grande passione e visione d’insieme, il Ristorante “La Fenice” ha una cantina di pregio con oltre 900 etichette, selezionate dal sommelier Fabio Gulino.

Fabio Gulino

Dietro l’organizzazione di ogni evento c’è una lunga preparazione, dallo studio delle cantine a quello dei piatti che verranno scelti per la degustazione. “I miei abbinamenti nascono assaggiando i vini per capirne le peculiarità a livello organolettico – spiega lo chef stellato Ruta – con l’idea di stupire i nostri ospiti e offrire novità e cose particolari”.

Il connubio cibo vino è stato il tema della serata Gemme Altoatesine. I Bianchi di Nössing che si è svolta il 21 aprile scorso al Ristorante dell’Hotel Villa Carlotta. Un viaggio lungo tutto lo Stivale che partendo dalla Sicilia, ci ha condotti in Alto Adige, all’interno della Valle Isarco, sulla collina di Bressanone, dove l’azienda di Manni Nössing produce i suoi vini. In questo territorio è possibile trovare alcune delle più importanti varietà autoctone tradizionali dell’Alto Adige: tra queste il Kerner, un vitigno aromatico a bacca bianca tradizionalmente acclimatato in area tedesca, austriaca e svizzera. Manni Nössing, giovane e appassionato vignaiolo, proveniente da una famiglia da sempre dedita all’agricoltura, è considerato oggi uno dei migliori bianchisti d’Italia.

“L’azienda produce solo bianchi, e questa è una fortuna” – ha spiegato l’enologo Vincenzo Bambina che ha  preso parte alla serata. “Prima amavo i rossi, – ha spiegato l’enologo siciliano – poi, girando il mondo, mi sono innamorato dei bianchi. I bianchi di Manni Nössingsono buoni perché il territorio è vocato con un’estensione di circa 350 ettari che vanno tutti in bottiglia”.  Continue reading

I vini della cantina austriaca Weinrieder protagonisti della cena gourmet di Andreas Restaurant

22496000_10212130797637725_5104678459205720822_o

Una cucina di pesce che punta all’eccellenza, grazie alla sapiente scelta delle materie prime e agli abbinamenti sorprendenti, una degustazione di vini austriaci della cantina Weinrieder: sono questi gli ingredienti della esclusiva cena organizzata da Andreas Zangerl, chef e patron dell’omonimo ristorante di Taormina. L’appuntamento è fissato per domenica 22 ottobre alle ore 20.00 presso Andreas Restaurant, che sorge nei giardini della villa comunale. In degustazione, riesling e gruener veltliner.

Bernhard Rieder

Bernhard Rieder

  Alla cena sarà presente Bernhard Rieder. La cantina Weinrieder, sempre nella giornata di domenica 22 ottobre, sarà presente a Taormina Gourmet al maxi banco di assaggio che si svolgerà nella sala Tindari dell’Hotel Hilton di Giardini Naxos. La cantina Weinrieder si trova in Austria nella regione della Weinviertel, un’area enologica vastissima, di proprietà di Federico Rieder.

Il menù della serata prevede:  Continue reading