Fud Off rivoluziona il bere siciliano con i cocktail ready to drink

Domenico Consentino e Andrea Graziano

La rivoluzione nel mondo del bere arriva da Fud Off che lancia la linea di cocktail “ready to drink”. Pratici, quadrati, perfettamente miscelati, da portare ovunque e servire con l’aggiunta di ghiaccio. In un innovativo packaging quadrato e perfettamente miscelati i cocktail pronti da bere sono stati realizzati grazie alla preziosa collaborazione di NIO, la giovane azienda milanese che punta a stravolgere le abitudini di consumo degli alcolici rendendo facilmente accessibili cocktail già mixati.

Tutti noi siamo abituati a bere un buon Negroni o un perfetto Cosmopolitan esclusivamente in un cocktail bar– racconta Alessandro Palmarin co-founder di NIO – perchè prepararsi da soli un cocktail è complesso e richiede competenze, oltre al fatto di dover avere con se tutti gli ingredienti necessari. NIO nasce con l’obiettivo di voler garantire la migliore esperienza di degustazione di un cocktail al di fuori di un cocktail bar: i drink sono già miscelati e custoditi in uno speciale pack di design, creati da noi con spirits provenienti dai migliori produttori secondo le ricette di Patrick Pistolesi, mixologist di fama internazionale. In questo modo basta avere un bicchiere pieno di ghiaccio, agitare la busta, versare il contenuto e ognuno può bersi il suo cocktail preferito!”

Dal canto suo, Fud Off, con il suo patron fondatore Andrea Graziano, ama rompere le regole e sorprendere sempre. Il tapas restaurant e cocktail bar catanese dal 2016, con la chef Valentina Chiaramonte, firma esperienze gastronomiche curiose ed intriganti accompagnate da un’atmosfera informale e drink ricercati, che da oggi si possono gustare anche nella loro comoda versione ready to drink.
Oltre ai cocktail internazionali come Negroni, Margarita, Cosmopolitan, Vodka Sour e Manhattan   dall’incontro con Amaro Amara, l’azienda siciliana che ha fatto delle essenze di arancia amara il suo punto di forza per vincere il mercato degli amari, nascono dei drink che esprimono tutti i profumi dell’isola e le sue iconiche note agrumate. Milano-Torino-Catania, Rosso di Sera e Amara Mia sono  ideati dal resident bartender di Fud Off Domenico Cosentino per esaltare le note dell’amaro siciliano, e sono perfetti per sorseggiare un assaggio di Sicilia ovunque ci si trovi.   Continua a leggere

Identità Sicilia. Le eccellenze siciliane si ritrovano da FUD

Identità golose parla siciliano e lo fa attraverso FUD Bottega Sicula che ha organizzato una festa in pieno stile isolano con tanti chef, produttori e vignaioli cresciuti in Sicilia. La data da segnare in agenda è quella del 24 Marzo. La festa avrà inizio alle 23:00 e si protrarrà fino a tarda serata.

Si parte con le giovani promesse della cucina siciliana che prepareranno delle proposte informali e creative in perfetto stile FUD, ispirandosi all’idea contemporanea del panino come scrigno di bontà.
Dalla mano istintiva e sensibile di Valentina Chiaramonte (Chef di Fud Off, a Catania) alla semplice eleganza del sapore del mare di Joseph Miceli, (Scjabica, Punta Secca, RG), all’attenzione per la sostenibilità di Alessio Marchese (Bioesserì, Palermo), passando per gli stellati Francesco Patti e Domenico Colonnetta (Coria, Caltagirone, CT), e poi ancora la contemporaneità di Lorenzo Ruta (Taverna Migliore, Modica, RG), l’estro di Giuseppe Geraci (Modì, Torregrotta, ME) e l’eclettismo di Luca Stracquadanio, (KuFù, Modica), insieme a loro  anche il fornaio messinese Tommaso Cannata che recentemente ha aperto la sua Sicilian Bakery nel capoluogo meneghino.  Continua a leggere

SemioFood, il premio per la migliore comunicazione va a FUD

Fud Bottega Sicula premiata per l’innovativa strategia di comunicazione integrata. L’importante riconoscimento è arrivato a conclusione del XLVI congresso annuale dell’Associazione Italiana di Studi Semiotici (AISS), che ogni anno riunisce i maggiori esperti della scienza della significazione, per dibattere sui livelli di senso più profondi legati all’interpretazione dei testi che ci circondano.
Il premio Semiofood in linea con il tema del congresso: “Politiche del gusto: mondi comuni, tra sensibilità estetiche e tendenze alimentari” ha incoronato Fud Bottega Sicula per la migliore comunicazione di brand tra le aziende siciliane nel settore dell’enogastronomia. La Giuria, composta da Anna Maria Lorusso, presidente dell’Aiss nonché docente di Semiotica all’Università di Bologna, Gianfranco Marrone, docente di Semiotica (Università di Palermo), Rosario Perricone, direttore del Museo Pasqualino (Palermo), Paolo Inglese, docente di Orticoltura (Università di Palermo), Nicola Perullo, docente di Estetica (Università delle Scienze Gastronomiche), Marco Bolasco, responsabile editoriale Giunti Editore, Fabrizio Carrera, giornalista enogastronomico, ha valutato l’intero progetto di comunicazione esaminando tutte le attività di branding dell’azienda con uno storico di oltre cinque anni.  Continua a leggere

“Straordinario” lo street food fuori dal comune ritorna il 30 agosto a Milo

Il 30 agosto ritorna “Straordinario”, la festa del cibo di strada “fuori dal comune” che si svolge a Milo, in provincia di Catania. La kermesse gastronomica – giunta alla quarta edizione – nasce da un’idea di Andrea Graziano, founder e creatore del marchio Fud Bottega Sicula, e di Barbara e Marco Nicolosi, che faranno da padroni di casa nella suggestiva tenuta Barone di Villagrande. Venti chef provenienti da tutta Italia, sedici cantine dell’Etna e dodici maestri dello street food prenderanno parte alla serata all’insegna dell’amicizia e della valorizzazione dei prodotti siciliani e del territorio.

Filippo Mantia

Tra i più attesi, Filippo La Mantia, Eugenio RoncoroniSimone PadoanGabriele Bonci, Pasquale Torrente, che riceveranno il premio “Straordinario 2018”. Un premio speciale sarà inoltre consegnato a Giacomo Gironi, fuori classe dell’arte della sommellerie, per il suo attento e innovativo lavoro di sala. Tanti gli chef siciliani che hanno accettato l’invito di Straordinario: Accursio Craparo, Tony Lo Coco, Giulia Carpino,  Valentina Chiaramonte, Gioacchino Gaglio, Angelo Pumilia, Claudio Ruta, Dario Di Liberto, Fabrizio Mantovani,  Alessio Marchese, Giuseppe Raciti, Massimo Giaquinta, Lina Castorina, Lorenzo Ruta, Alfio Visalli. Il 30 agosto tanto spazio è anche dedicato a produttori, aziende agricole, e realtà ristorative innovative. Grandissima la scelta di specialità ed eccellenze siciliane:a cominciare dalla porchetta di suino nero dei Nebrodi cotta alla brace dell’allevatore Giuseppe Oriti. 

Giuseppe Oriti

Non mancheranno poi le specialità da forno del bakery chef Francesco Arena, i pitoni fritti di Tommaso Cannata, la mortadella d’asino di Massimo Castro, i formaggi di bufala siciliana di Bubbalus, i panini di Fud Bottega Sicula, il pulled pork di maialino nero dei Nebrodi di Giuseppe Indorato, la salsiccia dei fratelli Sciuto, i fritti di Scirocco Sicilian Fish Lab, le crispelle di Orazio Cordai, 

Orazio Cordai

il cioccolato di Modica della Dolceria Bonajuto. Continua a leggere

Stuzzicherie di pesce in riva al mare, a Palermo apre Fud Bocs

Il primo giugno a Palermo apre i battenti il nuovo Fish Bar firmato da Fud Bottega Sicula. La proposta di Fud Bocs è semplice e contemporanea e in linea con la bella stagione in cui è piacevole gustare stuzzicherie in riva al mare. Al Fud Truck, che è stato allestito vicino al container-bar del NautoscopioArte, si potranno gustare una selezione di preparazioni golose e giocose ispirate al mare, che raccontano il territorio siciliano in chiave informale: fritti, fish burger e hot dog di pesce. Gianluca Cigna, Claudio Bica e Andrea Graziano, soci di Fud Bottega Sicula in Piazza Olivella, sono le menti del progetto.

Il mondo Fud si arricchisce di un nuova esperienza, questa volta in versione estiva e marina – spiega l’imprenditore catanese Andrea Graziano, ideatore del marchio FUD – l’intento è quello di giocare con nuovi ingredienti rispettando sempre la nostra filosofia: filiera corta, piccole produzioni, l’amore per l’eccellenza, un servizio attento ma smart e delle proposte golosissime tutte da provare”.

Un luogo, quello del Nautoscopio con la sua rassegna NautoscopioArte, molto amato da palermitani e turisti che ha restituito alla città quel pezzo di mare in centro storico di cui molti si erano dimenticati.  Complice del successo l’installazione artistica e architettonica di Giuseppe Amato, ormai divenuta un totem nel waterfront del Foro Italico, una vera e propria casa-osservatorio per godere della vista del mare e della città.

NautoscopioArte, con il suo cocktail bar, è un appuntamento must delle serate estive palermitane, divertente e chic al tempo stesso si arricchisce ad ogni stagione di una interessante  ed originale programmazione di arte, musica e spettacolo che attinge dai migliori talenti locali e non solo, diventando la location ideale per un aperitivo o una cena rilassante al riparo dalla calura estiva.

Lo Street Food Fest arriva a Catania dal 17 al 20 maggio

Lo “Street Food” conta ormai tantissimi estimatori e sono sempre di più gli appuntamenti che celebrano il cibo da strada e la sua cultura gastronomica. Dal 17 al 20 maggio il festival internazionale dei cibi di strada approda a Catania con una quattro giorni dedicati alle migliori espressioni della cucina popolare. Per l’occasione saranno presenti oltre 30 street fooder provenienti da tutto il mondo all’interno del villaggio gastronomico che si snoderà lungo la centralissima via Etnea, da Villa Bellini fino ai Quattro Canti. Il villaggio gastronomico che colorerà Via Etnea sarà ricco e variegato: dalle panelle, alla carne di cavallo, dagli hot dog al fritto di pesce, e poi ancora cucina thailandese, burritos messicani, crescentine bolognesi, fino ad arrivare ai dolci dove protagonisti saranno cannoli e granite della migliore tradizione siciliana.

Tanti anche gli eventi di approfondimento culturale con dibattiti, convegni e cooking show previsti all’interno di “Spazio gourmet”, la gustosa rassegna a cura di Andrea Graziano, founder di Fud Bottega Sicula, e Francesco Lelio direttore tecnico del Festival.  Qui insieme ad esperti del settore, chef e ristoratori sarà possibile scoprire storie, racconti, tradizioni e identità nascoste del cibo di strada.Un’apposita struttura coperta animerà piazza Stesicoro e ospiterà appassionati e curiosi che, comodamente seduti, potranno assistere ad interessanti incontri e degustare le pietanze più golose della kermesse. Ma Street Food Fest è anche musica e spettacolo, all’interno di un programma fitto di appuntamenti che prevede musica live, esibizioni di danza, cabaret, djset, animazione itinerante saranno moltissimi gli artisti che si esibiranno sui due palchi allestiti lungo via Etnea. Inoltre chef e ristoratori provenienti dalla Sicilia, dall’Italia e dal mondo, faranno a gara per presentare le loro migliori proposte di cucina di strada e concorrere all’ambito premio Street Food Fest, che una severa giuria consegnerà al vincitore  domenica 20 maggio.  Continua a leggere

La genialità di #OffFestival rivoluziona il modo di mangiare a Catania

Non convenzionale, a tratti geniale e rivoluzionario. Dal format all’architettura, dall’atmosfera all’arredamento di design, tutto a Fud Off è differente. A cominciare dal cibo. Chi sceglie Fud Off, sposa un progetto per lasciarsi trasportare dalla genialità e dalla spinta estrema della resident @chezmunita Valentina Chiaramonte, e dal fuoco di Andrea Graziano, inventore di FUD OFF e ancor prima di FUD, la bottega sicula che ha rivoluzionato il modo di mangiare a Catania e Palermo, e che presto arriverà anche nella capitale della moda e del divertimento, Milano.

La proposta di Fud Off, in via Santa Filomena a Catania, è innovativa e giovane, per questo piace. Dalle tapas al piatto gourmet, allo sfizio goloso, il passo è breve e tutto viene innaffiato dagli strepitosi cocktail di Domenico Cosentino, che mixano con audacia creatività e tradizione. Se il locale non è convenzionale, il Festival ideato da Andrea Graziano e Valentina Chiaramonte, con la giornalista Elisia Menduni, lo è ancora meno.

Lo chef Diego Rossi di Trippa Milano

Giunto al sesto appuntamento, OFF FESTIVAL è l’evento che mette insieme i cuochi ed i bartender più OFF d’Italia e richiama tantissimi appassionati. Il 18 marzo è stata la volta dello chef Diego Rossi di Trippa Milano e del bartender Benjamin F. Cavagna.

Il bartender Benjamin F. Cavagna

Non è mancato l’ospite a sorpresa, la nota chef Gaia Giordano di Spazio Milano Niko Romito. Tra asina, montone, vitello tonnato, trippa, radicchio e cocktail, la serata è stata un tripudio di emozioni sensoriali. Ad aprire la cena, la trippa fritta di Diego Rossi, morbida dentro, croccante fuori, profumata al pepe e rosmarino, che nasce dal ricordo di un piatto ligure.  Continua a leggere

La luce di Aurora 2017 brilla in solidarietà: 14 mila euro raccolti per Dynamo Camp

3

Tanti nuovi giochi e attività per i bambini di Dynamo Camp e un solo nome che ha reso possibile tutto questo: Marco Baglieri, chef e patron del Ristorante “Crocifisso” di Noto, che ha ideato un evento di spessore all’insegna dell’amicizia e quasi fratellanza con i tantissimi chef e produttori presenti all’evento.  “La Luce di Aurora” – giunto alla seconda edizione – si conferma un appuntamento in cui è bello essere presenti. Anche quest’anno, è stato un successo di pubblico (oltre 400 gli ospiti che hanno preso parte alla serata) e la solidarietà non è mancata: sono stati raccolti 14 mila euro tra biglietti acquistati e donazioni, che, esclusi i costi, saranno devoluti a Dynamo Camp, charity partner della manifestazione.

2

Un luogo magico “Allegroitalia Siracusa Golf Monasteri” circondato dal verde, una piacevole serata d’autunno siciliano, tanto divertimento e, al centro di tutto, le preparazioni di oltre 40 chef, molti dei quali stellati Michelin e componenti delle Soste di Ulisse. Accanto a Pino Cuttaia, Ciccio Sultano, Tony Lo Coco, Pietro D’Agostino, Massimo Mantarro, Giovanni Santoro, Martina Caruso, Seby Sorbello, Alfio Visalli, c’erano tantissimi giovani talenti che hanno dato il loro contributo all’evento: Peppe Raciti, Simone Strano, Gianluca Lizzio, Bruno Agatino, Lorenzo Ruta, Oste Bonsignore, Peppe Causarano, Riccardo Cilia, Salvatore Vicari, Rosario Umbriaco, Ludovica Raniolo, Valentina Chiaramonte. Continua a leggere