Al Fogher, la cucina di Angelo Treno a ritmo di jazz

Una cucina a ritmo di jazz. Possiamo sintetizzare così l’impronta che Angelo Treno – chef patron del Ristorante “Al Fogher” di Piazza Armerina – conferisce ai suoi piatti. Sarà perché questa musica ce l’ha nel sangue, sarà perché in tanti anni di carriera ha acquisito esperienza, competenza, tecnica e grande capacità di maneggiare l’ingrediente per raccontarlo in modo mai banale, sarà per tutte queste ragioni che Angelo Treno sa raccontarsi bene alla sua affezionata clientela, riuscendo a trasformare la cucina tradizionale in un sorprendente viaggio di gusto. Uno chef completo, di altri tempi, che la gavetta l’ha fatta. Le prime esperienze a soli 11 anni lo vedono confrontarsi con il mondo del gelato. A 15 anni il primo vero lavoro è al caffè storico San Carlo di Torino. Fino a 20 anni lavora come barman. Fa esperienza in sala anche all’estero perché da lì bisogna partire per capire la cucina. Nel 1992 torna nella sua Piazza Armerina e in un ex casello ferroviario (che da Dittaino conduceva a Caltagirone) nasce “Al Fogher”, il ristorante che gestisce insieme alla moglie Ernesta Tudisco, pastry chef del ristorante.

Oggi a 66 anni, Angelo Treno continua ad avere lo stesso obiettivo di sempre, solleticare le viscere dell’anima e far apprezzare la visione del cibo. “Il mio lavoro – afferma – è una missione di vita. Cerco di farlo in maniera onesta, senza fronzoli né eccessi. Metto l’anima nei miei piatti. Cucino sempre pensando ai bambini, cercando di esprimere un’energia pulita”.

La sua è per definizione una “cucina siciliana e dintorni”. Treno sintetizza così la buona abitudine di utilizzare ingredienti del territorio non disdegnando quelli che vengono da lontano, come il salmone. L’importante è sempre utilizzare materie prime di ottima qualità. Ci sono poi due elementi che sono imprescindibili nella sua cucina, l’estrema pulizia e l’attenzione per la corretta alimentazione. Tra le grandi passioni c’è quella per il buon bere, di cui è un gran conoscitore. Così, la cantina di Al Fogher è un suo piccolo vanto ed oggi conta oltre 400 vini.

Il menù degustazione da 75 € prevede 7 portate, ma al ristorante si può gustare anche un prelibato panino gourmet. In autunno è rinomata la cucina a base di funghi del territorio. Da non perdere i piatti classici che hanno fatto la storia del ristorante, quelli che non mancheranno mai in carta, tra questi l’insalata di aringa. In occasione della mia visita al Ristorante del 31 agosto scorso, il pranzo si apre con assaggi a base di fichi con bottarga e fichi con salame nostrano, lampascioni e umeboshi (prugne sotto sale con foglie di shiso). I piatti vengono accompagnati dalla birra HY Metodo Champenoise.  Continue reading

A Villa Igiea Gourmet Experience in abbinamento allo champagne Steinbrück

 

Nuovo appuntamento a Palermo con la Gourmet Experience firmata dallo chef Carmelo Trentacosti al Ristorante Cuvée du Jour di Villa Igiea. La sua cucina creativa e raffinata, capace di rompere gli schemi e sorprendere, incontra lo Champagne Steinbrück della prestigiosa maison francese, rappresentata da Roberto Beneventano Della Corte.

L’appuntamento è per martedì 25 settembre alle ore 20:00 al Grand Hotel Villa Igiea

Il menù firmato Trentacosti  Continue reading

Chicchi, riso e uva di Sicilia. Il 14 settembre ritorna il tradizionale appuntamento di Masseria Carminello

Il 14 settembre ritorna Chicchi, riso e uva di Sicilia, l’appuntamento con gli arancini più sfiziosi nati dalla creatività degli chef. L’appuntamento, come ogni anno, è alla Masseria Carminello, a Valverde, in provincia di Catania, alle ore 21. La serata sarà condotta da Antonio Iacona, giornalista e direttore di EnoNews, e Valentina Grippaldi.

Ospiti della quarta edizione dell’iniziativa, voluta e organizzata da Antonio Rosano e Giovanni Samperi, titolari di Masseria Carminello, sono:

  • Tony Lo Coco che preparerà l’Arancina ai frutti di mare
  • Giuseppe Raciti che cucinerà l’Arancino ai profumi etnei
  • Bianca Celano che proporrà l’Arancino masculino
  • Rosanna Marziale che proporrà la Palla di mozzarella ripieno di arancino
  •  Palmiro Carlini che presenterà l’arancino “Mi piace quando mi tocchi- v.m. 18 anni”. 

Continue reading

Festival del giornalismo enogastronomico. Al via oggi la V edizione con dibattiti e degustazioni

 

Prende il via oggi a Galati Mamertino – piccolo centro montano nella zona dei Nebrodi – il Festival del giornalismo enogastronomico, ideato cinque anni fa dall’associazione Network con l’obiettivo di promuovere il territorio nebroideo con azioni di marketing integrato, valorizzare le filiere, aprire nuovi orizzonti per le aziende. Si parlerà di sviluppo sostenibile, innovazione, startup, turismo enogastronomico sui Nebrodi e non mancheranno le degustazioni di prodotti tipici del territorio. Fitto il programma degli appuntamenti che si snoderanno da oggi fino a domenica 9 settembre e metteranno a confronto istituzioni, imprenditori, chef, intellettuali e giornalisti.

Si comincia alle 16 con un dibattito su “Informazione e territorio: alleati per crescere” con i saluti del sindaco di Galati Mamertino Nino Baglio e del commissario del Parco dei Nebrodi Luca Ferlito. Seguirà alle 18 il convegno “Dal pane al vino: mettersi insieme e avviare percorsi di crescita in un territorio che cambia”; alle 19,30 al ristorante De Gusto di Giuseppe Drago, si terrà la presentazione del libro di Federica Raccuglia “L’uomo del dialogo contro la mafia – La storia di Padre Pino Puglisi” con Giacomo Di Girolamo. Alle 20,30 nell’area Villa Regina Margherita wine show: degustazioni di vini siciliani e di prodotti dei Nebrodi.

Sabato 8 Settembre alle 10 all’Incubatore dei Nebrodi tavola rotonda su “Innovazione, startup, strumenti di finanziamento” e a seguire “L’innovazione in pratica”, presentazione del gelato officinale a cura di Maurizio Valguarnera, food project e maestro gelatiere. A pranzo degustazione di prodotti tipici dei Nebrodi a cura dell’azienda agrituristica di Giuseppe Oriti e Eliana Carroccetto “Il Vecchio Carro” e del ristorante De Gusto.
Alle 16,30 all’Incubatore dei Nebrodi “Ogni viaggio è un’esperienza: costruire itinerari, far crescere il territorio”; alle 18,30 presentazione della Rete del gusto e dell’accoglienza Nebrodi-Terre di Dioniso su Wine Bus; alle 19,30 “Un libro sotto l’albero”: presentazione Guida Vini dell’Etna di Cronache di gusto Con Federico Latteri, Fabrizio Carrera, Antonio Campisi (enologo); alle 20,30 a Villa Margherita concerto ensemble del Conservatorio A. Corelli di Messina; alle 21,30 percorso sensoriale e degustazione a cura di Gustoso Sicilian Food con lo chef Andrea Ruisi. 

Domenica 9 Settembre alle 10 visita alle aziende, alle 13 visita e pranzo a Borgo D’Orlando; alle 18 all’Incubatore dei Nebrodi Nino Amadore intervista il presidente della Regione Nello Musumeci; alle 19 al ristorante De Gusto “Un libro sotto l’albero”: Salvo Toscano discute del suo ultimo libro “L’uomo sbagliato” con Nino Amadore. Alle 20 degustazioni e show ai fornelli con prodotti dei Nebrodi.

PROGRAMMA:

Venerdì 7 settembre:

ore 16Incubatore dei Nebrodi

Apertura Festival

Saluti del sindaco di Galati Mamertino Nino Baglio

Saluti del commissario del Parco dei Nebrodi Luca Ferlito

Tavola rotonda su “Informazione e territorio: alleati per crescere”

partecipano al dibattito:  Domenico Ciancio (La Sicilia), Biagio Semilia (BlogSicilia), Bernadette Grasso (assessore regionale Funzione pubblica), Peppino Sottile (Buttanissima Sicilia), Mauro Giuffré (Davision-98Zero),  rappresentante  Ordine dei giornalisti, Massimo Tesio (Media Relations Gustoso)  Modera Nino Amadore Il Sole 24Ore

Ore 18:

“Dal pane al vino: Mettersi insieme e avviare percorsi di crescita in un  territorio che cambia”. Partecipano: Daniele Cipollina (Gustoso), Francesco Calanna (Gal Nebrodi Plus), Pino Drago (imprenditore De Gusto), Francesco Caminita (In Sicilia), Ivo Blandina (Camera di commercio di Messina), Salvatore Bonaccorso (Unicredit), assessore regionale all’Agricoltura Edy Bandiera, Paolo Inglese (Unipa), Michela Giuffrida (eurodeputato), Vincenzo Cusumano, direttore dell’Istituto regionale vite vino e olio  Modera Nino Giordano Mf

Ore 19,30: Ristorante De Gusto

“Un libro sotto l’albero”. Federica Raccuglia parla del suo libro “L’uomo del dialogo contro la mafia – La storia di Padre Pino Puglisi” con Giacomo Di Girolamo

Ore 20,30: Area Villa Regina Margherita

Wine show degustazioni di vini siciliani e di prodotti dei Nebrodi (Villa Margherita) condotto dalla giornalista e sommelier Maria Antonietta Pioppo. Partecipa alla serata Vincenzo Cusumano, direttore dell’Istituto regionale vite vino e olio. Degustazioni di prodotti dei Nebrodi a cura della Condotta Slow Food Nebrodi guidate dal fiduciario  Angelo Pedano

 

Sabato 8 Settembre

Ore 10- Incubatore dei Nebrodi

Tavola rotonda: innovazione, startup, strumenti di finanziamento partecipano: Marco Gay (amministratore delegato di Digital Magics),  Antonio Perdichizzi, Vincenzo Cordone (Area interna Nebrodi), Francesca Rita Cerami (Idimed), Carmelo Galati Tardanico, Nino Amadore (Il Sole 24Ore),  Massimo Tesio (Media Relations Gustoso). Modera: Osvaldo Esposito

A seguire: L’innovazione in pratica. Presentazione del Gelato officinale a cura di Maurizio Valguarnera, food project e maestro gelatiere. A pranzo degustazione di prodotti tipici dei Nebrodi a cura de Il Vecchio Carro e del ristorante De Gusto

Ore 16,30-Incubatore dei Nebrodi

Ogni viaggio è un’esperienza: costruire itinerari, far crescere il territorio, partecipano: Giovanni Ruggeri (docente economia), Edoardo Faraci(Wonderful Italy),  Carlos Vinci (Mare d’Amare),   Rosario Gugliotta (Slow Food), Dario Cartabellotta (direttore dipartimento Pesca), Toti Piscopo (Travelnostop), Marco Sajeva (Beemyguest), Leonardo Pinzone (MyHotelShop), Franco Ingrillì (sindaco di Capo d’Orlando). Modera: Gioia Sgarlata

Ore 18,30:

Presentazione della Rete del gusto e dell’accoglienza Nebrodi – Terre di Dioniso su Wine Bus

Ore 19,30 – Ristorante De Gusto

“Un libro sotto l’albero”. Presentazione Guida Vini dell’Etna di Cronache di gusto. Con Federico Latteri, Fabrizio Carrera, Antonio Campisi (enologo)

Ore 20,30-Area Villa Margherita

Concerto ensemble del Conservatorio A. Corelli di Messina direttore Salvatore Percacciolo

Ore 21,30 – Area Villa Margherita e Ristorante De Gusto

Percorso sensoriale e degustazione a cura di Gustoso Sicilian Food

con lo chef Andrea Ruisi

 

Domenica 9 Settembre

Ore 10:

visita alle aziende

Ore 13:

Visita e pranzo a Borgo D’Orlando

Ore 18 – Incubatore dei Nebrodi

Nino Amadore intervista il presidente della Regione Nello Musumeci

Ore 19

Ristorante De Gusto

“Un libro sotto l’albero”: Salvo Toscano discute del suo ultimo libro “L’uomo sbagliato” con Nino Amadore

Ore 20

Degustazioni e show ai fornelli con prodotti dei Nebrodi

“Festa del Grano” a Raddusa. Domani il convegno “Pac e Grano Duro tra passato e futuro”

Nell’ambito della Festa del Grano che si svolgerà domani, 7 settembre, a Raddusa, in provincia di Catania, la Cia Sicilia Orientale, in collaborazione con Agia dei giovani imprenditori agricoli e Donne in Campo, organizza un convegno pubblico sul tema “Pac e grano duro, tra passato e futuro”, alle 17, al Centro Polifunzionale Papa Giovanni Paolo II, Via Regina Margherita, 64.

Dopo i saluti del sindaco Giovanni Allegra, alla tavola rotonda moderata da Vincenzo Grassia, coordinatore regionale GIE cerealicolo, interverranno Graziano Scardino, responsabile regionale CAA-CIA Sicilia, Pino Cornacchia, responsabile dipartimento Sviluppo Agroalimentare Cia, Giovanni La Via, eurodeputato, relatore PAC Parlamento Europeo, Carmelo Allegra, presidente AGIA Sicilia, Gea Turco, presidente Donne in Campo Sicilia, Carmelo Frittitta, dirigente Generale Dipartimento Regionale Agricoltura, Giuseppe Di Silvestro, presidente Cia Sicilia Orientale. Conclude Edy Bandiera, assessore regionale Agricoltura.

“Abbiamo un appuntamento importante che è la riforma della Pac per il periodo 2020-2027 – anticipa il presidente Giuseppe Di Silvestro – che va cambiata e noi stiamo lavorando già da un anno in questo senso. La nuova programmazione deve favorire l’innovazione delle aziende giovani e al femminile e intervenire sull’agricoltura delle regioni del Sud Italia, della Sicilia in particolare, delle sue zone interne, a salvaguardia di culture come il grano duro, l’ortofrutta e tutte le eccellenze. La Pac dal punto di vista finanziario rappresenta il 30-40 % del reddito delle aziende agricole”.

 

Ritorna “Bimbi e Vendemmia”, il 16 settembre da Avide Vigneti & Cantine

 

La vendemmia vista con gli occhi dei bambini è una grande festa. Io la vivevo così, ogni anno si ripeteva questa tradizione nel vigneto dei nonni. Dopo aver raccolto e pigiato le uve, si pranzava tutti insieme. Momenti indimenticabili scolpiti nella memoria. Lo schiacciamento dell’uva avveniva coi piedi vestiti di calzari adatti. Un metodo antico per estrarre dagli acini il mosto da trasformare in vino.

Quella tradizione rivive oggi grazie all’iniziativa di Avide Vigneti & Cantine, l’azienda vitivinicola di Comiso dei fratelli Lidia e Marco CalcaterraDomenica 16 settembre ritorna per il quarto anno consecutivo “Bimbi e Vendemmia“. I piccoli vendemmiatori, accompagnati dai genitori, potranno vivere l’esperienza unica della vendemmia. Dopo la raccolta delle uve si tornerà in cantina per la pigiatura con i piedi. I bambini avranno modo di imparare il lungo e particolare processo che c’è dietro la produzione del vino, mentre gli adulti, dopo aver contribuito alla raccolta, potranno degustare i prodotti locali e i vini offerti dalla cantina. A novembre i bambini torneranno in cantina per ritirare la bottiglia con il vino realizzato dal loro mosto. L’appuntamento è per domenica mattina alle 10,00 presso Avide Cantine & Vigneti.

Abbiamo pensato di far vivere ai bambini questa antica tradizione contadina come una vera e propria festa, come avveniva in passato, per far comprendere come un lavoro così importante possa essere vissuto anche divertendosi all’aria aperta”, – affermano i fratelli Calcaterra.  Continue reading

Olio Folk Fest, a Caltabellotta la festa del Biancolilla

Si è conclusa con un buon successo e affluenza di pubblico, la terza edizione di Olio Folk Fest che si svolta a Caltabellotta, in provincia di Agrigento. La manifestazione ha lo scopo di valorizzare una delle varietà di olio più pregiate e antiche della Sicilia occidentale, la Biancolilla che deve il proprio nome al fatto che durante la fase di maturazione le drupe passano dal tipico colore verde del frutto acerbo a una tonalità di rosso tendente al violaceo. Quest’olio si caratterizza per un fruttato leggero, lievemente piccante e molto aromatico in cui si avvertono le fragranze di mandorla, pomodoro e carciofo abbinate a dei gusti di erba fresca e oliva verde.

“Siamo soddisfatti del risultato della terza edizione dell’Olio Folk Fest – afferma Paolo Segreto, sindaco di Caltabellotta-. Una forte presenza che denota il grande interesse da parte di cittadini e turisti per il  patrimonio naturalistico, storico, artistico ed enogastronomico del territorio, fatto da sane risorse locali, l’olio extravergine Biancolilla su tutti. Partendo dal passato, dalla tradizione, l’evento celebra il presente, le risorse locali e guarda al futuro attraverso la ricerca, l’innovazione, l’aggregazione e la sperimentazione”.  Continue reading

Mix Contest Italy Tour, Highlander Pub e Fud Off trionfano nella tappa siciliana

 

In una delle terrazze più suggestive di Taormina, al settimo piano dell’NH Collection Taormina, il 27 agosto scorso, si è svolta la tappa siciliana di Mix Contest Italy Tour. Si tratta del secondo appuntamento, dopo la tappa inaugurale di Torino. Dieci bartender del Sud Italia si sono dati battaglia a colpi di cocktail realizzando un pre-dinner (cocktail da aperitivo) e un after-dinner (cocktail da dopo cena), rigorosamente inediti nella splendida cornice di Taormina.

Circa 200 persone hanno preso parte all’esclusivo party e gustato i cocktail preparati a vista dai dieci professionisti e le preparazioni degli chef del Ristorante Zefiro, dell’NH Collection Taormina. Una giuria tecnica, composta da esperti del settore, ha decretato i vincitori della tappa taorminese che accederanno direttamente alla finale nazionale in programma nel 2019.

I bartender di Highlander con Lalla Carello

Il primo classificato è stato Highlander Pub Piazza Armerina con Emilio Scroppo e Riccardo Scroppo che hanno convinto la giuria con i due cocktail: “L’Eclissi di Nonna Lina” e “Modica by night”. 

Domenico Cosentino di Fud Off

Il secondo classificato è stato Fud Off con Domenico Cosentino. Il terzo Bocum Palermo con Gianluca Di Giorgio che purtroppo non accederà alle finali.    Continue reading