Tesori D’Italia premia gli arancini dell’Ambasciatore del Gusto Rosario Umbriaco

L’Ambasciatore del Gusto Rosario Umbriaco, titolare della “Umbriaco Tavola Calda e Bottega” di Enna, ottiene un altro importante riconoscimento. Il Magazine “Tesori d’Italia”, network acquisito dal gruppo italo-giapponese WJNetwork e patrocinato dalle più prestigiose Istituzioni Governative Italiane, attesta la qualità dei suoi preparati.
 L’arancino giudicato “il più buono del mondo” da alcuni giornalisti  esperti del settore gastronomico, diventa fiore all’occhiello della gastronomia siciliana nel mondo, capace di divulgare e raccontare i migliori ingredienti insieme al patrimonio gastronomico siciliano.
La certificazione di eccellenza di “Tesori d’Italia”  punta a creare una nuova rete di strutture su tutto il territorio nazionale che siano testimoni della qualità e affidabilità del Made in Italy.  Gli arancini a marchio Umbriaco sono stati valutati come viatico attraverso il quale scoprire il continente gastronomico siciliano e i suoi prodotti migliori: dal riso alle farine, allo zafferano, al Piacentinu ennese DOP, la Vastedda del Belice DOP, il sale di Trapani e persino l’acqua di mare siciliana utilizzata per la cottura del riso. L’arancino Umbriaco è un prodotto realizzato utilizzando i migliori ingredienti dell’isola. Il merito di Rosario Umbriaco è stato quello di valorizzare materie prime e territorio attraverso la realizzazione di un prodotto con standard qualitativi molto elevatissi e gusto eccellente.

Médousa Bistrot & Suites, intima e raffinata novità nel cuore di Taormina

Médousa Bistrot & Suites è una piacevole scoperta nel centro storico di Taormina, a pochi passi dal Corso Umberto, la via dello shopping e del passeggio taorminese. Una incantevole struttura, eccellente per ospitalità, servizi e offerta enogastronomica. Un bistrot, innanzitutto, dove poter godere fino a tarda notte di una serata charmant sorseggiando gli straordinari cocktails del bartender Christian Sciglio, nome di punta oltre che founder dell’esclusivo Morgana Lounge Bar. Sciglio, figlio d’arte, che ha ereditato la passione dal padre, storico bartender di Taormina, crea autentici capolavori con un tocco sempre creativo, utilizzando ingredienti e infusi preparati nel suo laboratorio.

Christian Sciglio

Inaugurato ad agosto, il Médousa Bistrot ha puntato da subito anche su una cucina del territorio di grande livello, creativa quanto basta, scegliendo un giovane chef del territorio già molto conosciuto per la sua cucina gourmet. Giovanni Grasso, 31 anni, catanese, fa parte del gruppo di “Chef con la coppola” formato con Simone Strano, Giuseppe Raciti e Giuseppe Torrisi.

Giovanni Grasso

Passato dalle cucine stellate de “La Capinera” di Taormina di Pietro D’Agostino, Giovanni è stato per molti anni a La Plage Resort (sempre a Taormina), prima con il ruolo di responsabile della cucina banqueting e di capo partita turnante presso il Ristorante Fusion, poi dopo altre esperienze all’estero vi ha fatto ritorno come executive chef. Grande appassionato ed esperto di sushi, si è formato anche in Giappone, presso Sushiyoshi, 2 Stelle Michelin, dove ha collaborato con uno dei più grandi Maestri di sushi, lo Chef patron Hiroki Nakanoue.

Adesso lo chef Giovanni Grasso, oltre ad essere parte attiva e fondamentale del gruppo di “Chef con la coppola”, ha intrapreso da pochi mesi questa nuova avventura a Taormina e sta già ottenendo grandi risultati. La sua è una cucina attenta alle materie prime del territorio e rispettosa della tradizione, mai banale.

Lo chef interpreta le ricette classiche con un tocco creativo e riesce a regalare una interessante esperienza di gusto agli ospiti della struttura. Questo ristorantino arredato in stile contemporaneo, con toni caldi e colorati, e con cucina a vista, è la vera novità di Taormina.  Continue reading

Serata stellata all’NH Collection Taormina. Cena a 4 mani con Pietro D’Agostino e Natale Giunta

L’alta cucina siciliana va in scena all’NH Collection Taormina. L’estro creativo dello chef palermitano Natale Giunta – volto amatissimo de “La Prova del Cuoco” – incontra l’arte culinaria dello chef stellato Pietro D’Agostino, patron de “La Capinera” di Taormina, membro della associazione JRE, giovani cuochi europei, e componente nazionale dell’associazione Charming Italian Chef.

Pietro D’Agostino

L’appuntamento è per mercoledì 24 ottobre a partire dalle ore 20.00, nella meravigliosa terrazza del Ristorante Zefiro, al settimo piano dell’elegante Hotel 5 stelle dal quale si gode una vista mozzafiato su tutta la perla dello Ionio.

Gli ospiti della cena – evento potranno lasciarsi coccolare da una selezione di piatti dove ritrovare e gustare tutto il sapore del mare taorminese: dagli aperitivi rivisitati in chiave contemporanea – Capesante scottate, salsa di cocco, lemongrass e zenzero croccante, Polpo arrosto su crema di panelle e polvere di capperi, Gambero con pinoli e sesamo croccante – ai primi piatti che ricordano tutta la tradizione culinaria siciliana, come Chicci di carnaroli con scampi, arancia candita, pane tostato e corallo di mare e il Dentice, seppie e cous cous. La serata si concluderà con deliziose proposte dessert come la Tartare di frutta e ortaggi su composta di fichi d’india a cura di Natale Giunta e il dessert di ricotta pere e cioccolato realizzato dallo chef Pietro D’Agostino Continue reading

“Idria” è il nuovo nato della cantina Pietracava che scommette sullo chardonnay

Il nuovo nato in casa Pietracava si chiama Idria ed è figlio dello Chardonnay, un vitigno versatile proveniente dalla Borgogna. La nuova etichetta consolida l’attenzione aziendale, non solo nei confronti dei vini provenienti da vitigni autoctoni, come il Nero d’Avola Manaare il Grillo Pioggia di Luce, ma anche verso vitigni internazionali, come nel caso del Sauvignon Blanc “Neofos” e del Cabernet Sauvignon “Kalpis”, etichette top di gamma dell’azienda. Il nome “Idria” deriva dall’antico vaso di terracotta in cui anticamente si trasportava il vino e l’acqua.

Domenico Ortoleva

L’idea nasce dalla volontà di creare un bianco di nicchia, in linea con il trend aziendale, che potesse invecchiare con eleganza” – spiega Domenico Ortoleva, proprietario dell’azienda ereditata dal padre, insieme alla sorella Mariella.  Continue reading

Charme Officina Cucina e Fud Off insieme ad Alcamo per una cena evento esclusiva

Una serata di charme, un’esperienza gastronomica curiosa e intigrante, fuori dagli schemi. Si presenta così l’evento promosso da Gabriella Mulè di “Charme Officina Cucina”, il concept store di design che si trova ad Alcamo e che seleziona i complementi d’arredo e gli utensili per la cucina più innovativi del panorama internazionale.

L’appuntamento è fissato per il 5 novembre prossimo alle ore 19.30, quando la cucina di Fud Off – il tapas restaurant e cocktail bar catanese ideato da Andrea Graziano – si trasferirà per una sera ad Alcamo, negli spazi colorati e creativi di Charme Officina Cucina. La chef Valentina Chiaramonte e il barman Domenico Cosentino  sperimenteranno per l’occasione nuove proposte e inediti abbinamenti studiati per valorizzare un percorso olfattivo caratterizzato dai sentori di legno bruciato e vetiver della nuova home fragance creata per Fud Off dall’artigiano del profumo Antonio Alessandria. Nel corso della serata, oltre a godere di una cena fuori dal comune a base di tapas gourmet, ci si potrà confrontare per apprendere nuove tecniche di cucina. Charme Officina Creativa non è nuova ad iniziative di questo tipo e tra gli chef ospitati in passato c’è stato anche Pino Cuttaia, 2 stelle Michelin de “La Madia” di Licata.

Per info e prenotazioni:  Continue reading

“Il cibo incontra la cultura”, 3 giorni di eventi culturali e gastronomici a Salina


Tre giorni di eventi animeranno l’isola di Salina. “Il cibo incontra la cultura” è il nome scelto per la kermesse che andrà in scena sull’isola eoliana dal 5 al 7 ottobre alla scopo di raccogliere fondi per donare a Salina un Palazzo delle Arti che possa ospitare proiezioni cinematografiche, concerti, spettacoli e progetti culturali. E’ questo l’obiettivo dell’associazione Didime’90 fondata e guidata da Clara Rametta, sindaca di Malfa. Si comincia il 5 ottobre presso Palazzo Marchetti dove verrà proiettato sul grande schermo il celebre film “Il Postino”, alla presenza dell’attrice Maria Grazia Cucinotta, madrina dell’evento, che fu protagonista della pellicola insieme al compianto Massimo Troisi.

Seguiranno nei giorni seguenti tanti appuntamenti dedicati al cibo ma l’evento clou è previsto il 7 ottobre in occasione della cena di gala che si svolgerà a Palazzo Marchetti e sarà dedicata agli amici di Salina e Malfa.

Martina Caruso

La cena sarà a cura degli Chef Martina Caruso, Marco Baglieri, Giacomo Caravello, Bonetta dell’Oglio, Ludovico de Vivo, Gaia Giordano, Davide Longoni, Rosario Umbriaco, Tony Lo Coco, Raffaele Esposito & Chiara Surdo, I Fratelli Rizzo, La Famiglia Pennisi e Giuseppe Mascoli & Friends.

Rosario Umbriaco

In omaggio al cappero di Salina, presidio Slow Food, Umbriaco preparerà  un arancino di riso siciliano qualità Baldo cotto in acqua di mare di Sicilia e aromatizzato ai funghi porcini dell’Etna, con vastedda del Belice DOP, mortadella d’asino di Chiaramonte Gulfi, panatura ai grani antichi siciliani e polvere di cappero di salina e vino cotto.

Per info e prenotazioni  rivolgersi all’Hotel Signum tel. 0909844222 info@hotelsignum.it

*Per le quotazioni del soggiorno e di eventuali pacchetti rivolgersi a:

– Hotel Signum, t. 0909844222, info@hotelsignum.it
– Hotel Ravesi, t. 0909844385, info@hotelravesi.it
– Hotel Santa Isabel, t. 0909844018, info@santaisabel.it

Il 2 ottobre“In The Kitchen tour” e “Fundraising dinner” tornano sull’Etna e sposano la solidarietà

In the Kitchen Tour dell’associazione Charming Italian Chef  e Fundraising dinner 2018 – doniamo aria”, eccezionalmente insieme per un’edizione speciale celebrata all’insegna della solidarietà e della sostenibilità in favore della ricerca sulla fibrosi cistica. L’iniziativa, in programma il prossimo 2 ottobre, verrà presentata martedì 26 settembre, ore 10 all’istituto professionale alberghiero Giovanni Falcone di Giarre. Saranno presenti, oltre alla dirigente scolastica, Monica Insanguine per la parte organizzativa l’imprenditore Claudio Miceli, promotore del Fundraising dinner, il direttore artistico Gino Astorina, lo chef Pietro D’Agostino responsabile per la Sicilia dell’associazione Charming Italian Chef (Chic Chef) e promotore della decima edizione del B2B assieme a Seby Sorbello, presidente provinciale FIC e Peppe Leotta, delegato regionale CON.PA.IT; per la parte scientifica, il professor Giuseppe Magazzù, past president della Società Italiana per lo studio sulla Fibrosi Cistica (SIFC) e professore ordinario di Pediatria e Fibrosi cistica al Policlinico di Messina, la presidente del comitato della LIFC, Liliana Modica, i componenti del consiglio direttivo Sabrina Gagliano e Elena Furnari, che insieme illustreranno i progetti di sviluppo della LIFC e l’importanza del sostegno alla ricerca, Maurizio Gibilaro, coordinatore provinciale Telethon, che per la prima volta quest’anno parteciperà all’iniziativa. I ragazzi degli istituti alberghieri “Falcone” di Giarre e “Pugliatti” di Giardini, che come ogni anno daranno il loro contributo in sala.

Seby Sorbello e Pietro D’Agostino

Un’edizione speciale, dunque, che quest’anno mette insieme due iniziative già consolidate negli anni scorsi: il raduno dei migliori Chef e pasticcieri d’Italia dell’associazione Charming Italian Chef, FIC, CON.PA.IT, capitanati da Pietro D’Agostino, 1 stella Michelin ristorante “La Capinera” di Taormina (ME) e Seby Sorbello, presidente dell’Associazione Provinciale Cuochi Etnei e Chef Patron del ristorante Sabir Gourmanderie di Zafferana etnea, che saranno protagonisti assieme ai produttori del territorio siciliano di un B2B a partire dalle ore 10 all’interno della splendida bottaia della cantina Pietradolce. Gli chef interpreteranno ai fornelli i prodotti che ciascun produttore avrà portato sui banconi, seguendo il tema della sostenibilità: scelte etiche in cucina significa non solo porre attenzione alla provenienza dell’ingrediente, alla stagionalità, ma anche al modo in cui ogni prodotto viene successivamente trasformato.  Continue reading

Lo chef palermitano Natale Giunta giudice de “La Prova del Cuoco”

Lo chef Natale Giunta, di Termini Imerese, in provincia di Palermo, è l’unico chef tra i venti del precedente cast, rimasto a La Prova del Cuoco, dopo la rivoluzione di Elisa Isoardi, nuova conduttrice del fortunato programma di RaiUno nato nel 2000 con la conduzione di Antonella Clerici, che lo ha portato al successo per 18 anni. Giunta è stato anche promosso al ruolo di giudice degli chef che si affronteranno nelle prove di cucina e avrà anche una rubrica sua, dove cucinerà piatti siciliani che hanno segnato la sua storia.

«Ho conosciuto Elisa Isoardi quando ha sostituito Antonella Clerici durante la sua gravidanza nel 2009 – racconta lo chef Natale Giunta e sono lieto che abbia ritagliato per me un ruolo così importante. Dopo anni tra i fornelli dello studio della Prova del Cuoco, sento di avere l’esperienza per giudicare i miei colleghi con attenzione ed empatia, essendo stato a lungo al loro posto. E poi, una rubrica solo mia dove raccontare la Sicilia attraverso i miei piatti è un grande onore. Per me – conclude – la Prova del Cuoco è una seconda famiglia e mi ha dato tanto professionalmente e umanamente».  Continue reading