La riscoperta del “Punch” e dell’aperitivo conviviale al Relais Monaci delle Terre Nere

Nulla è più conviviale che sedersi attorno ad un tavolo e chiacchierare sorseggiando un punch preparato ad arte con ingredienti del territorio, lasciato fermentare per 24 ore, e pronto per essere gustato, aggiungendo a piacere le spezie e gli aromi preferiti che profumano di terra e di natura. Riempirsi il bicchiere con un mestolo dalla boule disposta a centro tavola è la massima espressione di condivisione.

L’aperitivo conviviale torna di moda per ricreare le affascinanti atmosfere di metà Ottocento. La Bowl di Punch preparato con un mix di alcolici, agrumi, zucchero, acqua e spezie, negli anni che vanno dal 1670 al 1850, era un vero e proprio rituale tra amici. La parola punch che deriva dall’arcaico hindi paintch, significa 5 e, non a caso, questo cocktail è composto proprio da 5 elementi che, se perfettamente bilanciati, danno vita a una bevanda molto piacevole al palato, ricca di profumi.

Monaci Punch di Paolo Sanna

Riportata in auge da un lontano passato, il punch torna di moda e viene servito come cocktail conviviale nella tenuta biologica Monaci delle Terre Nere. L’occasione per scoprire questa lussuoso Relais nel cuore della Sicilia è stata offerta dall’evento del 21 aprile scorso, denominato “Punch & Wine Cocktails”. Ospite d’eccezione Paolo Sanna, bartender del Banana Republic di Roma che ha preparato il suo “Monaci Punch” con brandy italiano, amaro Amara, scorze di agrumi (pompelmo, arance e limoni) battute con lo zucchero e un decotto di spezie e frutti rossi essiccati. “In stagione – ha affermato il bartender romano – si possono utilizzare i gelsi o i mandarini tardivi dell’Etna, perché per il punch non c’è una ricetta precisa, si compone con quel che si trova“.

Paolo Sanna

Dopo più di 10 anni trascorsi a miscelare cocktail dietro il bancone del suo locale storico nei pressi del Vaticano, il barman 41enne ha deciso di specializzarsi nello studio e nella valorizzazione dei distillati made in Italy. Abbazie, cantine sociali e distillerie familiari sono diventate meta dei suoi viaggi lungo tutta la penisola. Così è arrivato a Monaci delle Terre Nere, un luogo incantevole ai piedi dell’Etna che ha raccolto nell’antichità le preghiere e le opere dei frati.  Continue reading

Pan bauletto integrale con semi di lino, papavero e sesamo

panbauletto integrale

Pane integrale, burro Occelli e confettura di fragole fatta da me…è questa la mia colazione. Il pane in cassetta lo faccio io con il lievito madre e con le migliori farine di grano antico siciliano e il risultato si sente nel gusto, nel profumo, nella digeribilità! Se volete cimentarvi, ecco la ricetta…  Continue reading

Krapfen a lievitazione naturale (video ricetta)

krapfen

Gli impasti con lievito madre richiedono pazienza e un lungo tempo di riposo, soprattutto in inverno. Io ho impastato ieri sera alle 19 e questa mattina ho preparato i krapfen per colazione. Se utilizzate il lievito di birra e avete tempo a disposizione, vi consiglio di utilizzarne meno e allungare i tempi di lievitazione, come per un lievito naturale. I krapfen saranno più buoni e digeribili.  Continue reading

Tortine alle carote, mandorle e zenzero

tortine carote

Una buona colazione è fondamentale per iniziare bene la giornata. Il mio consiglio è sempre quello di mangiare prodotti sani e nutrienti, fatti con le vostre mani. Questa tortine sono ottime per colazione, danno il giusto apporto di energia! Provate anche voi!  Continue reading

Pagnottelle di Pasqua a lievitazione naturale

Sfogliando l’ultimo numero di Sale e Pepe (nel quale si parla anche di questo blog), ho subito notato queste pagnottelle indicate per il periodo di Pasqua. Le ho provate immediatamente ma ho apportato delle piccole modifiche alla ricetta. Al posto del lievito disidratato ho utilizzato il lievito madre, si allungano i tempi di lievitazione ma a tutto vantaggio del gusto. Ho sostituito i semi di anice con quelli di finocchio e infine ho cotto le uova prima. Continue reading

Danubio dolce

Quando qualche settimana fa la mia amica Cristina mi ha mostrato questa ricetta, ho pensato “Devo provarla assolutamente”. Il mio amore per i lievitati è riemerso prepotentemente in un periodo in cui, a causa degli impegni, sto trascurando il lievito madre (rinfreschi a parte). Così l’ho provata prima col lievito di birra, poi naturalmente ho corretto la ricetta con il lievito naturale. Qualunque lievito abbiate, provate il danubio, è molto buono e piace tanto a grandi e piccini!

Ottimo per colazione, il danubio dolce è un pan brioche molto goloso. Io l’ho farcito con nutella ma potete utilizzare anche le confetture o marmellate che preferite. Oppure potete prepararlo nella versione salata, con il ripieno che preferite.  Continue reading

Crumpet alla confettura di fragole


Mi piace far colazione in modo sempre diverso. Oggi ho provato i crumpet alla confettura di fragole. Avevo letto la ricetta qualche mese fa su “Sale & Pepe“, oggi mi è tornata in mente, avevo in casa tutti gli ingredienti necessari e, soprattutto, un’ottima confettura di fragole dei Nebrodi dell’azienda agricola “Il Lochetto, la mia preferita! Detto, fatto…  Continue reading

Rosticceria palermitana con lievito madre

Oggi parliamo della rosticceria palermitana! Si tratta di una pasta brioche buonissima, leggermente dolce, con cui si preparano pizzette, calzoni, rollò, panini da buffet, schiacciate, cartocci e tanto altro…

Io, come sempre, utilizzo la pasta madre e una lunga lievitazione, ed il risultato è fantastico! Se non avete il lievito naturale sostituitelo col lievito di birra. Il consiglio è sempre lo stesso, mettetene poco e fate lievitare più a lungo per un risultato migliore!  Continue reading