Food & Wine. Degustazione di Tenute Rosselli al Kantuccio di Porticello.

La cantina Tenute Rosselli si racconta in una serata speciale che si svolgerà mercoledì 19  dicembre a Porticello, in provincia di Palermo, presso il Kantuccio, l’osteria gourmet affacciata sul porticciolo di Santa Flavia. La serata sarà dedicata a degustare le etichette della cantina Tenute Rosselli: Araciu Grillo 2017; Tampasia Inzolia 2017; Amunì Viogner 2017; Camìna Chardonnay 2017;Cùrri Nero d’Avola 2016; 6Punto4 Merlot 201. In abbinamento ci saranno alcune tipicità del piccolo ristorante dell’azienda, quali crocchette di latte, panelle e crocchè, crocchette di pesce e patate, arancinette di mare, involtini di pesce spada, primosale al forno, focaccine con ricotta, caponata di pesce spada, “margheritine” di gusti misti e sfincette di Natale.

Costo a persona 20 euro
Per info e prenotazioni: Tel. 091/957316

Per saperne di più…

La cantina Tenute Rosselli nasce nel 2013 come azienda agricola specializzata nella produzione di finissimo olio extravergine di oliva.  La passione per i frutti della terra, unita a quella per la cucina di Gregorio Rosselli, imprenditore giovane ed intraprendente, lo ha condotto ad accrescere l’attività agricola relativa ai terreni di famiglia nella Valle del Belìce e ad orientarla verso la produzione di vini di qualità.  Continue reading

Doppio appuntamento per “Natale in Blu” a Ragusa Ibla e Monterosso Almo

Torna Natale in Blu. Dopo il successo registrato la scorsa estate al Porto turistico di Marina di Ragusa, continua la voglia di raccontare l’esperienza e la resistenza dei piccoli produttori di eccellenze agroalimentari del sud Italia. L’idea di proporre in unico spazio espositivo una selezione di piccole realtà agroalimentare del sud Italia sarà riproposta a Ragusa Ibla e Monterosso Almo per “Natale in Blu”. Promosso da Modicom srls, il progetto Blu punta a far conoscere le loro molteplici piccole realtà produttive che condividono l’attenzione alla tradizione ed alla qualità. Sabato 8 dicembre alle ore 18.00 è prevista l’inaugurazione di “Natale in Blu” a Ragusa Ibla presso le Botteghe del Mercato Pubblico, Via del Mercato 128/144, mentre mercoledì 12 dicembre alle ore 18.00 l’inaugurazione si terrà a Monterosso Almo, all’Antica Badia alla Matrice, Piazza S. Antonio.

“Natale in blu” ha ottenuto il gradito patrocinio e la collaborazione del Comune di Monterosso Almo, del Comune di Ragusa, della CNA Ragusa, della Confartigianato Ragusa, dell’Associazione Italiana Città della Ceramica. La serata inaugurale sarà allietata dalla musica, con Fabio Puglisi ed il suo tamburello siciliano, Hulusi e Shruti al box, Pippo Micoletti per la voce, chitarra, lira calabrese e da Turi Di Natale al Violoncello. Seguirà una degustazione di Panettone Artigianale e Cioccolato di Modica. “Natale in Blu”, infine, sarà aperto tutti i giorni dalle 10.00 alle 20.00 sino al 6 gennaio 2019, sia a Monterosso che a Ragusa Ibla.

“Ciò che realizzeremo – spiega Elena Cilia, responsabile di Blu – sarà la versione invernale della manifestazione “Blu, creiamo al sud, crediamo nel sud” svoltasi la scorsa estate a Marina di Ragusa con un ottimo riscontro di visitatori ed acquirenti. Blu vuole promuovere l’eccellenza agroalimentare del sud curando allo stesso tempo la vendita di specialità alimentari e artigianali provenienti dal sud Italia e raccontando con una voce sola la ricchezza e varietà di un patrimonio davvero immenso. Mi preme ringraziare – conclude la responsabile – Maria Antoci, nostra sostenitrice e consigliera, Angelo Scalzo e Antonella Caldarera della CNA, fucina di contatti e idee, Saro Scillone dell’Ufficio Tecnico del Comune di Ragusa, per l’infinita pazienza, Giuseppe Olmeti di AICC per aver dato credito alla nostra piccola idea e alle maestranze tutte che si sono prodigate per la realizzazione di entrambe le iniziative”.

 

 

 

 

Al Mak Mixology serata di presentazione di menù e cocktail della stagione invernale

Mak Mixology, ristorante e cocktail bar all’interno della storica Galleria delle Vittorie di Palermo, presenta i piatti del nuovo menù in abbinamento ai vini delle Cantine Fina selezionati dal Sommelier Emanuele Vizzi. L’appuntamento è per mercoledì 12 dicembre alle 19.30 quando, oltre al nuovo menù, saranno presentate due delle nuove proposte di drink Mixology dei bartender Matteo Bonandrini e Luca Catanzaro, col supporto di Nicolò Cottone.

Matteo Bonandrini, Luca Catanzaro e Nicolò Cottone

La cena gourmet porta la firma del giovane chef Salvatore Caltagirone. Classe ’90, palermitano, vanta esperienze nelle cucine di strutture prestigiose quali Villa Igiea, Wagner e Charleston.

Salvatore Caltagirone

Il Mak Mixology è la nuova scommessa di Filippo Genovese, imprenditore palermitano già titolare di altre attività, tra le quali anche il Berlin, Makeda Food&Sweet, Enotequa. “Ho voluto ricreare l’ambientazione del primo dopoguerra – spiega Genovese – per dare l’idea di un luogo rimasto immutato nel tempo, ripulito solo dalla polvere accumulatasi negli anni”.

Il menù della serata:  Continue reading

Sergio Di Loreto a Vittoria per l’evento enogastronomico con i vini Frescobaldi

 

L’Enoteca enogastronomica Mattei cambia sede e il 4 dicembre inaugura il nuovo locale a Vittoria. Per l’occasione è stata organizzata una serata in cui sarà possibile degustare cinque vini di alta gamma dei Marchesi Frescobaldi, la più antica famiglia vinicola italiana. L’evento è organizzato da Gianni Arrabito in collaborazione con il padrone di casa, partner dell’evento, Salvatore Faviana. Sarà presente Sergio Di Loreto, enologo, blogger e marketing manager dell’azienda vinicola del gruppo Frescobaldi Ornellaia Masseto. 

Sergio Di Loreto

Sergio Di Loreto è considerato un mito dell’enologia italiana: solitamente, le sue degustazioni sono delle vere e proprio “lectio magistralis” sul vino e il mondo enologico, appassionate riflessioni su ciò che il mondo del vino ha rappresentato in passato e su cosa, invece, rappresenta oggi.

Sarà l’occasione per scoprire la storia dei Marchesi Frescobaldi. Nella Firenze medievale, i Frescobaldi estesero la loro influenza come banchieri, guadagnandosi il titolo di tesorieri della corona inglese. Poco più tardi, col fiorire del Rinascimento, divennero mecenati di importanti opere a Firenze, come la costruzione del ponte Santa Trinita e la basilica di Santo Spirito. Con grande apertura verso il futuro, gli antenati della famiglia introdussero nel 1855 in Toscana dei vitigni allora sconosciuti tra cui Cabernet Sauvignon, Merlot, Pinot Nero e Chardonnay.  Continue reading

A Taormina la I edizione di Food & Wine Weekend

Conto alla rovescia per la I edizione di Taormina Food & Wine Weekend, la kermesse enologica pensata e voluta dall’Associazione dei Commercianti Taorminesi – Act che sabato 24 e domenica 25 novembre coinvolgerà, con una formula inedita, cantine e boutique del centro, sommelier e ristoratori, e naturalmente, turisti e visitatori in un viaggio alla scoperta della migliore viticoltura italiana. Il taglio del nastro è previsto sabato 24 novembre, ore 15.30 a Palazzo Duchi di Santo Stefano, adiacente a Porta Catania. Saranno le mura dell’antica residenza nobiliare ad ospitare 25 banchi di assaggio di vini, che ripercorreranno lo Stivale, in una ideale strada del vino da nord a sud, grazie al coinvolgimento di altrettante cantine provenienti dalla Sicilia, dalla Puglia, dalla zona del Soave (apertura sabato 16-20; domenica 11-13 e 16-20); mentre al primo piano, nel corso della due giorni sia wine lovers che addetti ai lavori potranno partecipare gratuitamente alle 8 masterclass, in programma, che saranno condotte da enologi, sommelier e produttori.

L’evento, contestualmente, si svolgerà all’interno di molti negozi lungo il corso Umberto, trasformati per l’occasione in suggestive enoteche, dove i visitatori potranno non solo fare shopping, usufruendo di speciali benefits, ma anche deliziarsi con degustazioni riservate.
Anche diversi ristoranti di Taormina, a pranzo e a cena proporranno uno speciale menu gourmet a tema, dall’antipasto al dolce, con con abbinamenti di vini ad hoc: dagli arancini ai carciofi sfumati al vino bianco, per uno street food sofisticato, a proposte di pesce e di carne come un polpo in dolce cottura di frappato su purea di patate al timo limonata, o una tagliata di tonno al sesamo con riduzione di Nerello Mascalese, o il filetto alle 3 uve (Nero d’Avola, Merlot e Sirah).

Per tutti i palati anche per quanto riguarda i dolci, come il tortino caldo di mela e nocciola su crema inglese allo zafferano e granita al vin brulè o le pesche al Nero D’Avola. Non mancheranno neppure una serie di eventi collaterali e percorsi enogastronomici, che animeranno l’animo degli angoli della città. Daranno il loro prezioso contributo alla manifestazione i sommelier dell’Associazione Italiana Sommelier e gli studenti dell’istituto alberghiero Salvatore Pugliatti di Giardini Naxos.

L’iniziativa rientra nell’ambito delle attività di promozione e sviluppo del territorio che l’associazione Act si è impegnata a portare avanti all’indomani della sua costituzione, a gennaio dello scorso anno, con l’ambizione, l’entusiasmo e l’impegno di fare rivivere la città tutto l’anno, per una Taor-mine “no stop”. “Sfida non facile – ammette il presidente Nino Scandurrasiamo arrivati a novembre, mese in cui la città si svuota lentamente di turisti e molti ristoranti e alberghi abbasseranno la saracinesca per riaprirla solo a marzo, ma ci sforziamo di tentare un’inversione a ‘u’, perché restiamo convinti che questa città non possa spegnere la propria luce per quattro mesi l’anno”. “Ringraziamo la nuova amministrazione comunale che si è insediata lo scorso giugno per aver creduto nel nostro progetto, proseguendo un percorso già avviato a marzo e aprile quando abbiamo allestito le edizioni “zero” del Taormina Food&Flowers weekend e il Food&Jazz”.

Barbara Mirabella

È questo lo spirito che ha animato l’idea di una serie di appuntamenti cadenzati nel corso dell’anno, con l’organizzazione di Èxpo eventi che fossero legati al tema food, e di volta in volta declinati con il vino, l’arte, i fiori, la musica, il cinema. “Èxpo e ACT Taor-Mine si sono intrecciati armoniosamente sin da subito – commenta la event director Barbara Mirabellaperché entrambi credono nelle collaborazioni, nelle cose belle che restituiscano un’immagine perfetta di sé e del proprio territorio”.

Pietro D’Agostino

“Abbiamo riservato ai visitatori un incontro tra il vino e i migliori piatti gourmet – spiega lo chef Pietro D’Agostino vice presidente Act – degustazioni di vini raffinati con l’assistenza di un sommelier tra le mura di un capolavoro dell’arte gotica siciliana, quale il Palazzo Duchi di Santo Stefano – l’atmosfera seducente di una enoteca tradizionale ricreata all’interno di alcuni negozi del centro”.

Il Palazzo Duchi di Santo Stefano, a ridosso di Porta Catania, resterà aperto sabato, dalle 16 alle 20, e domenica dalle 11 alle 13 e dalle 16 alle 20.

Per gli appassionati e gli addetti ai lavori, in programma 8 masterclass.

Continue reading

Pizza & Rosè. Il 27 novembre a Palermo l’Oste dello Stabile presenta il nuovo menù pizza

Il ristorante palermitano “L’Oste dello Stabile” si trasforma e si arricchisce dell’area dedicata alla pizzeria. Dal 27 novembre si potranno gustare pizze preparate con blend di grani antichi dal maestro pizzaiolo Giancarlo La Manna. Il progetto originario di Giuseppe Caradonna, Davide Conigliaro e Daniele Napolitano prende il via nel 2014 quando i 3 soci decidono di investire nella loro passione per la buona cucina e per i vini di qualità. L’Oste dello Stabile nasce in una delle vie più centrali di Palermo, a un passo dal Teatro Politeama, dal Teatro Massimo e dalle storiche via Roma e Via Maqueda.

Giuseppe Caradonna è l’oste che si occupa dell’accoglienza e della sala. L’esperto di vini e distillati è Davide Conigliaro. In cucina c’è lo chef Daniele Napolitano. Adesso la squadra ben assortita si rafforza con la figura del pizzaiolo  Giancarlo la Manna.

Giancarlo La Manna

Classe ’84, la sua passione per i lievitati si manifesta sin da bambino, quando all’età di otto anni aiutava il papà proprietario di una pizzeria di Palermo. Continue reading

“A tavola con il Decameron” appuntamento con la cucina stellata di Claudio Ruta

RAGUSA – La cucina stellata dello chef Claudio Ruta incontra la cultura. Cinque racconti tratti del Decameron di Boccaccio ispireranno la cena in programma il prossimo 24 novembre al ristorante La Fenice di Ragusa. “Cibo e seduzione. A tavola con il Decameron” sarà l’occasione per “assaporare” una delle più note opere letterarie italiane attraverso la voce dell’attore Ciccio Schembari che sceglierà per la serata alcune delle novelle più famose del Boccaccio in cui il cibo ricorre in tante situazioni e vicende a volte un po’ piccanti e spesso in numerose metafore. Così come ha scritto la studiosa Laura Sanguineti White, Boccaccio “illustra la potenza e la centralità dei sensi nella vita umana e ne celebra gioiosamente la loro funzione conoscitiva”. 

Ciccio Schembari

Ciccio Schembari racconterà le novelle in dialetto siciliano e con il suo sapiente humor comico coinvolgerà i presenti in un’allegra atmosfera teatrale. Tra una lettura ed un’altra, si potranno gustare le prelibatezze gastronomiche dello chef stellato Claudio Ruta, studiate per l’occasione.

Il menù della cena:  Continue reading

L’Autunno dell’Etna nel nuovo menù del Sabir Gourmanderie

Il richiamo dell’Etna nei piatti dello chef Seby Sorbello è fortissimo. I cultori del gusto ritrovano i sapori, gli odori, le emozioni che il grande vulcano evoca. Arriva l’autunno e puntuale arriva anche la presentazione del nuovo menù del Sabir Gourmanderie, che ho trovato ancor più ricco e sorprendente degli anni passati. Sì, lo ammetto, mi ha sorpreso Seby Sorbello, come fa piacevolmente ogni volta. Era difficile superarsi ma lui ci riesce sempre, mettendo ogni volta quel quid in più, e quell’entusiasmo che è la carta vincente in ogni lavoro.

Seby Sorbello

“Fai quello che ami e non lavorerai un solo giorno della tua vita”. Non è esattamente così. C’è fatica dietro il lavoro di ogni cuoco ma io credo che solo una grande passione possa riuscire ad annullare il sacrificio e non rendere vani gli sforzi per migliorarsi ogni giorno e riuscire a regalare emozioni. In fin dei conti, il mangiar bene deve dare emozioni e se un piatto si fa ricordare, ha già vinto perché arriva dritto al cuore.

Lo scampo si veste d’autunno

Al Sabir Gourmanderie ho provato l’intero menù autunnale e la sorpresa aumentava via via ad ogni assaggio. Equilibrio, gusto, armonia, tutto perfettamente bilanciato. E poi, la grande festa d’autunno! Per presentare il nuovo menù, il team di professionisti che operano con lo chef Sorbello ha ideato un esclusivo party in cui tra una chiacchierata e l’altra abbiamo gustato ben 18 portate, impiattate ad arte e presentate con dovizia di particolari dal personale di sala.

Dall’aperitivo alla selezione di vini proposta dal sommelier Giovanni La Rosa, al servizio, al menù, tutto ci ha piacevolmente conquistato.

Il sommelier Giovanni La Rosa

“L’autunno sull’Etna ha espressioni davvero importanti – ha affermato Sorbello – e sono orgoglioso di questo menù autunnale che reputo il più buono che ha avuto Sabir in questi anni. Noi viviamo in simbiosi con l’Etna quotidianamente, la amiamo, e ogni giorno siamo fuori per scoprirla e capire cosa succede su questo territorio”.  Continue reading