Lo chef stellato Paolo Gramaglia incontra Sacha. Cena a 4 mani con Nunzio Di Amico

Lo chef Paolo Gramaglia, 1 stella Michelin del Ristorante “President” di Pompei, sarà ospite a Messina dove cucinerà insieme allo chef Nunzio Di Amico. L’appuntamento è per venerdì 22 febbraio alle ore 21 al Ristorante Sacha. Un viaggio di gusto intorno al mondo per tutti gli appassionati di buona cucina.

Un gradito ritorno in Sicilia per lo chef Paolo Gramaglia che è molto legato alla Sicilia e negli anni scorsi è stato sempre presente a Cibo Nostrum, la grande festa della Cucina Italiana che quest’anno si svolgerà a Catania il 31 marzo.

La cucina contemporanea di Nunzio Di Amico, giovane chef messinese, si contraddistingue per un’attenzione verso i prodotti del territorio.

Entusiasmo, creatività ed eleganza sono i tre ingredienti che contraddistinguono la cucina di Paolo Gramaglia.   Continue reading

A tutta birra… La cucina stellata di Claudio Ruta incontra Chinaschi

RAGUSA – La birra artigianale siciliana è la grande protagonista dell’evento che si svolgerà nel ristorante Villa Carlotta di Ragusa il prossimo 23 febbraio, con inizio alle 20.30. Una degustazione di birre del birrificio Chinaschi servite in un clima rilassante, senza troppi formalismi, in abbinamento a piatti creati per l’occasione dallo chef 1 stella Michelin Claudio Ruta. Il birrificio “Chinaschi” di Trapani,  è una giovane realtà guidata da Francesco Puma con la collaborazione dall’enologo Vincenzo Leone, il cui segno distintivo è lo straordinario legame che lega tutte le sue birre al territorio siciliano.

 “La nostra nasce come azienda agricola tramandata da generazioni – afferma Francesco Puma-. Si tratta dell’unica azienda agricola trapanese dedita alla produzione di birra, nella quale vengono impiegate materie prime d’eccezione come i grani autoctoni siciliani, agrumi e vini prodotti da vitigni di Grillo, Zibibbo e Catarratto. Tutte le birre sono strettamente legate al territorio per profumi e sapori. Sono prodotte con metodo artigianale e quindi non sono filtrate, non sono pastorizzate e sono rifermentate in bottiglia. Il processo produttivo è seguito meticolosamente da un enologo. “La visione della birra negli ultimi anni è cambiata parecchio. In precedenza si bevevano birre industriali soltanto d’estate a temperature glaciali, oppure per accompagnare una pizza. Adesso si può tranquillamente sostituire un buon vino con una birra artigianale, e accostarla persino al pesce o al sushi – conclude Francesco Puma.  Continue reading

Nasce “De Rerum Aetna” il primo Cru di vigna di Oro d’Etna. Il 22 febbraio la presentazione

ZAFFERANA ETNEA – Il primo Cru di vigna, “De Rerum Aetna” è il nuovo nato in casa Costa. L’azienda scrive così una nuova pagina della storia di Oro d’Etna. Il miele, tradizionalmente frutto dell’Etna, è da 25 anni il punto di forza dell’azienda. L’apicoltura è la principale attività fin dal 1988. Vennero dopo l’olivicoltura e le conserve. Nel 2013 sboccia la passione per il vino e il prossimo 22 febbraio 2019 verrà presentato in anteprima il primo cru di vigna, “De Rerum Aetna”. All’evento privato, che si svolgerà a Zafferana Etnea nell’incantevole Villa Mirador Eventi, la famiglia Costa accoglierà operatori di settore, associazioni del mondo vitivinicolo e giornalisti.

La storia di questa azienda familiare ha inizio quando Sebastiano Costa, dopo anni vissuti in una capitale straniera, ritorna nella sua terra. Con la sua famiglia ama far assaporare e vivere il vulcano agli oltre 150.000 visitatori che ogni anno sostano presso l’azienda. Dal 2013 Sebastiano e il figlio Domenico, con passione, coltivano il loro vigneto di 5 ettari situato a Zafferana Etnea, sul versante Est dell’Etna, impegnandosi nella produzione di vini Etna DOC. Vini dal carattere forte come il territorio ma avvolgenti e aggraziati, il progetto aziendale.  Continue reading

Lo chef Gioacchino Sensale ufficializza l’ingresso in Euro-Toques

Lo Chef e ambasciatore del gusto Gioacchino Sensale entra a far parte della prestigiosa Associazione Euro-Toques, la  Comunità Europea di cuochi fondata da Gualtiero Marchesi e riconosciuta dalla Commissione Europea per la difesa della qualità degli alimenti che annovera tra i suoi iscritti alcuni dei più rinomati chef, tra cui Massimiliano Alajmo, Heinz Beck, Massimo Bottura, Enrico Crippa, Annie Feolde, Niko Romito, Enrico e Roberto Cerea, Nadia e Giovanni Santini.

Sono onorato di entrare a far parte di questa prestigiosa famiglia – commenta Sensale -. Ringrazio il presidente Enrico Derflingher e tutto il Direttivo per avermi voluto all’interno di un’associazione che annovera tra i suoi iscritti illustri professionisti. Mostrerò l’impegno di sempre per valorizzare l’eccellenze del territorio seguendo alla lettera i principi sui quali si fonda Euro-Toques”.

Gioacchino Sensale, classe 1981, originario di Capaci, è stato due volte Medaglia d’oro agli Internazionali d’Italia con il Culinary Team, e argento ai Mondiali di cucina a Lussemburgo. Oggi è consulente di Enosteria Sicula, un locale di food & beverage aperto qualche mese fa a Palermo. La sua cucina esalta le materie prime, grazie ad un forte legame con il territorio.  Continue reading

“I Nebrodi in Tavola” al Ristorante Ambrosia con Slow Food Nebrodi

Per il secondo appuntamento con “I Nebrodi in tavola”, Slow Food condotta Nebrodi ha scelto il Ristorante Ambrosia di Sant’Agata Militello. La serata – alla quale hanno preso parte il fiduciario Angelo Pedano e gran parte dei membri del Direttivo – è stata l’occasione per raccontare il territorio nebroideo attraverso le sue eccellenze e valorizzare la cultura e la storia gastronomica siciliana.

Franco Agliolo

Protagonista indiscusso nei piatti dello chef patron del ristorante, Franco Agliolo, è stato il “Suino nero dei Nebrodi tra tradizione e contaminazione”. Allevato allo stato semibrado nei boschi dei Nebrodi (50 mila ettari di faggi e querce all’interno di un parco naturale), il suino nero, presidio slow food, si caratterizza per la taglia piccola e il mantello scuro. Nel corso della serata è stato posto l’accento sull’importanza del maiale nella vita rurale del passato e nell’economia contadina, oltre che sul suo valore nutrizionale.

Carciofo in casseruola

La cucina dello chef Agliolo ha convinto tutti riuscendo, da una parte, a far riscoprire gli antichi sapori della tradizione, dall’altra a mettere in luce la grande tecnica utilizzata nel lavorare la materia prima. La cena ha preso il via con un antipasto caro allo chef Agliolo, il “carciofo in casseruola”. La fredda serata invernale è stata poi scaldata dalla “Zuppa di ceci e cotechino fatto in casa”.  Continue reading

Cantine in Cucina è il nuovo format di Enosteria Sicula

PALERMO –  Le aziende vitivinicole siciliane sposano la cucina di Enosteria Sicula. Partirà dal prossimo 1 febbraio un ciclo di cene-degustazioni in cui cibo e vino si incontreranno per dare vita a un attraente viaggio tra profumi e sapori delle specialità gastronomiche siciliane dell’Ambasciatore del Gusto Gioacchino Sensale, consulente chef del locale di via Torrearsa 3, e i vini siciliani della carta di Enosteria. Ad ogni serata prenderanno parte produttori, enologi e brand ambassador che avranno il piacere di illustrare, tra una portata e l’altra, genesi, storia e mission aziendale.

Marcello Malta

Per ogni piatto ci sarà un vino, selezionato da Marcello Malta, degustatore ufficiale Ais Sicilia e da Livia Ricevuto, sommelier Ais e responsabile di sala.  Continue reading

Concorso di cucina flambé a Vittoria per gli chef del domani

VITTORIA – Torna il concorso regionale di cucina flambé dedicato agli Istituti Alberghieri siciliani. Il tema della terza edizione è: “La terra incontra il mare”. Nove squadre più una formata da ragazzi speciali, 20 studenti frequentanti le classi IV e V del settore Sala-Bar provenienti da diversi Istituti Alberghieri della Sicilia. Sono i numeri del terzo concorso regionale di cucina flambè “Regional Flaming Competition” in programma il prossimo 29 gennaio a Vittoria, organizzato dall’Istituto d’Istruzione Superiore “G. Marconi”, scuola ospitante la competizione in quanto vincitrice della passata edizione, e da A.M.I.R.A. Sicilia Ragusa Barocca, con il patrocinio e la collaborazione del Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca e del Comune di Vittoria.

Per l’anno scolastico 2018/19 si è pensato di dare maggiore risalto ai prodotti ittici ed agroalimentari della fascia costiera del mediterraneo, raccogliendo le eccellenze del territorio allo scopo di realizzare un primo piatto inedito (eventualmente ispirato anche alla cucina fusion di culture del mediterraneo) che valorizzi il gusto e la peculiarità di prodotti locali e di qualità, compresi i presidi slow foodContinue reading

Identità Golose. “Costruire nuove memorie” è il tema scelto per la XV edizione

“Costruire nuove memorie” è un’operazione non semplice fatta di tanti piccoli tasselli che si mettono insieme, di tanti esperimenti più o meno riusciti, di grandi scoperte o piccole conquiste, del tempo investito per raggiungere il tanto ricercato equilibrio. Solo così l’opera diventa memoria. I cuochi, i pasticcieri, i pizzaioli, gli artigiani, i gelatieri ogni giorno, attraverso il loro lavoro, cercano di donare memoria. Il tema – attualissimo e ricco di spunti – sarà il filo conduttore della quindicesima edizione del congresso Identità Golose Milano. Come piatto simbolo del Congresso,  che si svolgerà a Milano dal 23 al 25 marzo, è stato scelto il pane, segno di identità. Non un pane qualsiasi ma quello di Niko Romito.

Paolo Marchi

«Ogni anno, scegliamo il piatto simbolo del congresso con una duplice finalità – spiega Paolo Marchi, su Identità Golose – La prima, evidenziare in un’immagine il tema stesso che abbiamo scelto, in questo caso Il Fattore Umano: Costruire Nuove Memorie. Ed è evidente la funzione evocativa di questo alimento, che innerva la nostra storia eppure – e veniamo al secondo punto – viene da qualche tempo proposto da uno chef come Niko Romito con prospettiva e dignità nuove» recuperandone insomma una centralità che fa parte della cultura mediterranea: companatico è tutto ciò che lo accompagna, e non viceversa, ossia il Pane è cardine, il resto alla bisogna (cumpanatĭcum nel latino medioevale, ossia cum pane, con il pane). «Ecco che la scelta del piatto simbolo vuole anche onorare il lavoro degli chef che stimiamo di più, nella cui opera il tema del congresso via via meglio va a identificarsi. E, se parliamo di Costruire Nuove Memorie, non potevamo che pensare proprio a Romito: lui più di altri sa essere di disarmante semplicità al primo sguardo, ma ti spinge poi a ricercare tutto quanto è celato dietro a una sua realizzazione».

IL CONGRESSO DI IDENTITA’ GOLOSE

Nato come luogo di incontro e confronto tra cuochi, dall’idea del suo creatore e curatore Paolo Marchi, oggi il Congresso Identità Golose a Milano è l’appuntamento dal quale non si può prescindere, che richiama tutti i BIG della cucina e della pasticceria d’autore, da Massimo Bottura a Carlo Cracco, da Nadia Santini a Heinz Beck, da Massimiliano Alajmo a Davide Scabin.  Continue reading