Lo chef stellato Paolo Gramaglia incontra Sacha. Cena a 4 mani con Nunzio Di Amico

Lo chef Paolo Gramaglia, 1 stella Michelin del Ristorante “President” di Pompei, sarà ospite a Messina dove cucinerà insieme allo chef Nunzio Di Amico. L’appuntamento è per venerdì 22 febbraio alle ore 21 al Ristorante Sacha. Un viaggio di gusto intorno al mondo per tutti gli appassionati di buona cucina.

Un gradito ritorno in Sicilia per lo chef Paolo Gramaglia che è molto legato alla Sicilia e negli anni scorsi è stato sempre presente a Cibo Nostrum, la grande festa della Cucina Italiana che quest’anno si svolgerà a Catania il 31 marzo.

La cucina contemporanea di Nunzio Di Amico, giovane chef messinese, si contraddistingue per un’attenzione verso i prodotti del territorio.

Entusiasmo, creatività ed eleganza sono i tre ingredienti che contraddistinguono la cucina di Paolo Gramaglia.   Continue reading

A tutta birra… La cucina stellata di Claudio Ruta incontra Chinaschi

RAGUSA – La birra artigianale siciliana è la grande protagonista dell’evento che si svolgerà nel ristorante Villa Carlotta di Ragusa il prossimo 23 febbraio, con inizio alle 20.30. Una degustazione di birre del birrificio Chinaschi servite in un clima rilassante, senza troppi formalismi, in abbinamento a piatti creati per l’occasione dallo chef 1 stella Michelin Claudio Ruta. Il birrificio “Chinaschi” di Trapani,  è una giovane realtà guidata da Francesco Puma con la collaborazione dall’enologo Vincenzo Leone, il cui segno distintivo è lo straordinario legame che lega tutte le sue birre al territorio siciliano.

 “La nostra nasce come azienda agricola tramandata da generazioni – afferma Francesco Puma-. Si tratta dell’unica azienda agricola trapanese dedita alla produzione di birra, nella quale vengono impiegate materie prime d’eccezione come i grani autoctoni siciliani, agrumi e vini prodotti da vitigni di Grillo, Zibibbo e Catarratto. Tutte le birre sono strettamente legate al territorio per profumi e sapori. Sono prodotte con metodo artigianale e quindi non sono filtrate, non sono pastorizzate e sono rifermentate in bottiglia. Il processo produttivo è seguito meticolosamente da un enologo. “La visione della birra negli ultimi anni è cambiata parecchio. In precedenza si bevevano birre industriali soltanto d’estate a temperature glaciali, oppure per accompagnare una pizza. Adesso si può tranquillamente sostituire un buon vino con una birra artigianale, e accostarla persino al pesce o al sushi – conclude Francesco Puma.  Continue reading

Nasce “De Rerum Aetna” il primo Cru di vigna di Oro d’Etna. Il 22 febbraio la presentazione

ZAFFERANA ETNEA – Il primo Cru di vigna, “De Rerum Aetna” è il nuovo nato in casa Costa. L’azienda scrive così una nuova pagina della storia di Oro d’Etna. Il miele, tradizionalmente frutto dell’Etna, è da 25 anni il punto di forza dell’azienda. L’apicoltura è la principale attività fin dal 1988. Vennero dopo l’olivicoltura e le conserve. Nel 2013 sboccia la passione per il vino e il prossimo 22 febbraio 2019 verrà presentato in anteprima il primo cru di vigna, “De Rerum Aetna”. All’evento privato, che si svolgerà a Zafferana Etnea nell’incantevole Villa Mirador Eventi, la famiglia Costa accoglierà operatori di settore, associazioni del mondo vitivinicolo e giornalisti.

La storia di questa azienda familiare ha inizio quando Sebastiano Costa, dopo anni vissuti in una capitale straniera, ritorna nella sua terra. Con la sua famiglia ama far assaporare e vivere il vulcano agli oltre 150.000 visitatori che ogni anno sostano presso l’azienda. Dal 2013 Sebastiano e il figlio Domenico, con passione, coltivano il loro vigneto di 5 ettari situato a Zafferana Etnea, sul versante Est dell’Etna, impegnandosi nella produzione di vini Etna DOC. Vini dal carattere forte come il territorio ma avvolgenti e aggraziati, il progetto aziendale.  Continue reading

Tutte le novità di Expo Cook… l’evento dedicato alla ristorazione

 

Sono numerose le novità della terza edizione di Expocook che si svolgerà dal 26 febbraio al 1 marzo, presso la Fiera del Mediterraneo di Palermo, alla quale prenderanno parte 130 aziende espositrici con un incremento del 10 % rispetto allo scorso anno. Il dato è emerso oggi durante la conferenza stampa di presentazione dell’evento che si è svolta a Palermo presso l’I.P.S.S.E.O.A. Pietro Piazza.

Essere riusciti a portare in Sicilia  le aziende  più importanti del settore  ristorativo, è per noi motivo di grande orgoglio. – ha detto il project manager Fabio SciortinoVolevamo creare qualcosa di unico nel suo genere e crediamo, senza alcuna  presunzione, di esserci riusciti, ottenendo anche importanti patrocini che contribuiscono a rendere questa manifestazione una casa di tutti pronta ad accogliere il meglio delle eccellenze siciliane”.  Continue reading

San Valentino “Da Josè”. I cioccolatini buoni che fanno bene all’ambiente

PALERMO – Tra i pensieri sempre apprezzati a San Valentino ci sono i cioccolatini racchiusi in scatole più o meno belle e curate nei dettagli. A Palermo, l’Antica Pasticceria “Da Josè” per il 14 febbraio ha realizzato dei cofanetti in puro cioccolato per contenere le dolci praline. L’iniziativa vuole lasciare un segno tangibile contro la lotta ai materiali inquinanti come la plastica. L’idea delle scatole di cioccolato è stata realizzata dal giovane pasticcere  Giuseppe D’Amico insieme al fratello Gabriele. Entrambi portano avanti la storica pasticceria palermitana che fu prima del nonno e poi del padre. Le scatole contengono cioccolatini a forma di cuore realizzati con cioccolato extra-fondente, al latte e bianco, farciti con crema al pistacchio, cioccolato bianco, caffè, liquore.

Abbiamo voluto rendere omaggio all’amore con un gesto d’amore – affermano i due fratelli pastry chef – rendendo tutto commestibile e che non gravasse alle tasche degli innamorati. In questo modo le coppie acquisteranno un prodotto per intero, senza l’ingombrante scatola che il più delle volte contiene solo qualche pralina”.  Continue reading

Colore, Sapore, Eros nel nuovo menù dello chef Paolo Romeo

E’ sempre una grande emozione per uno chef, che presenta un nuovo menù, svelare il lavoro di mesi che racchiude l’esperienza di anni e l’ispirazione di un istante o di un tempo indefinito. E’ un grande privilegio per noi “food writer” condividere le nostre esperienze enogastronomiche e raccontare le sensazioni che proviamo quando andiamo a scoprire la cucina di un ristorante.

Francesco Rella e Fabrizio Natoli con la brigata del Grecale

Qualche giorno fa sono andata alla scoperta del nuovo menù invernale del Ristorante Grecale Kajiki, in via XXVII luglio a Messina. Dietro questa solida realtà, ci sono due giovani intraprendenti dalle ampie vedute, Francesco Rella e Fabrizio Natoli, instancabili lavoratori che si spendono ogni giorno lavorando sodo per il gruppo ristorativo che, oltre al Grecale Ristorante Italiano e Kajiki ristorante giapponese, include Villa Laura Resort, splendida tenuta a Rodì Milici, in provincia di Messina, dotata di due piscine e tanto verde, e Kon Gusto Catering.

Villa Laura Resort

Francesco Rella e Fabrizio Natoli, già lanciatissimi con il ristorante giapponese apprezzato per l’alta qualità del cibo e per la bravura dello chef Marcos Fukimoto, da alcuni anni stanno investendo anche sul Ristorante italiano per portare a Messina una ristorazione d’eccellenza. I risultati si vedono già e lo chef Paolo Romeo tornato nella città dello Stretto a maggio 2018 per condividere con loro il grande progetto, sta già ottenendo i risultati sperati.  Continue reading

Lo chef Gioacchino Sensale ufficializza l’ingresso in Euro-Toques

Lo Chef e ambasciatore del gusto Gioacchino Sensale entra a far parte della prestigiosa Associazione Euro-Toques, la  Comunità Europea di cuochi fondata da Gualtiero Marchesi e riconosciuta dalla Commissione Europea per la difesa della qualità degli alimenti che annovera tra i suoi iscritti alcuni dei più rinomati chef, tra cui Massimiliano Alajmo, Heinz Beck, Massimo Bottura, Enrico Crippa, Annie Feolde, Niko Romito, Enrico e Roberto Cerea, Nadia e Giovanni Santini.

Sono onorato di entrare a far parte di questa prestigiosa famiglia – commenta Sensale -. Ringrazio il presidente Enrico Derflingher e tutto il Direttivo per avermi voluto all’interno di un’associazione che annovera tra i suoi iscritti illustri professionisti. Mostrerò l’impegno di sempre per valorizzare l’eccellenze del territorio seguendo alla lettera i principi sui quali si fonda Euro-Toques”.

Gioacchino Sensale, classe 1981, originario di Capaci, è stato due volte Medaglia d’oro agli Internazionali d’Italia con il Culinary Team, e argento ai Mondiali di cucina a Lussemburgo. Oggi è consulente di Enosteria Sicula, un locale di food & beverage aperto qualche mese fa a Palermo. La sua cucina esalta le materie prime, grazie ad un forte legame con il territorio.  Continue reading

“I Nebrodi in Tavola” al Ristorante Ambrosia con Slow Food Nebrodi

Per il secondo appuntamento con “I Nebrodi in tavola”, Slow Food condotta Nebrodi ha scelto il Ristorante Ambrosia di Sant’Agata Militello. La serata – alla quale hanno preso parte il fiduciario Angelo Pedano e gran parte dei membri del Direttivo – è stata l’occasione per raccontare il territorio nebroideo attraverso le sue eccellenze e valorizzare la cultura e la storia gastronomica siciliana.

Franco Agliolo

Protagonista indiscusso nei piatti dello chef patron del ristorante, Franco Agliolo, è stato il “Suino nero dei Nebrodi tra tradizione e contaminazione”. Allevato allo stato semibrado nei boschi dei Nebrodi (50 mila ettari di faggi e querce all’interno di un parco naturale), il suino nero, presidio slow food, si caratterizza per la taglia piccola e il mantello scuro. Nel corso della serata è stato posto l’accento sull’importanza del maiale nella vita rurale del passato e nell’economia contadina, oltre che sul suo valore nutrizionale.

Carciofo in casseruola

La cucina dello chef Agliolo ha convinto tutti riuscendo, da una parte, a far riscoprire gli antichi sapori della tradizione, dall’altra a mettere in luce la grande tecnica utilizzata nel lavorare la materia prima. La cena ha preso il via con un antipasto caro allo chef Agliolo, il “carciofo in casseruola”. La fredda serata invernale è stata poi scaldata dalla “Zuppa di ceci e cotechino fatto in casa”.  Continue reading