Ritorna questo weekend Vicoli & Sapori a Palazzolo Acreide

PALAZZOLO ACREIDE – Questo weekend ritorna Vicoli & Sapori, un appuntamento da non perdere per tutti gli amanti della buona cucina. L’evento, che si avvale del patrocinio del Comune di Palazzolo, si terrà sabato 27 e domenica 28 luglio a partire dalle ore 19.00. Per due giorni l’antico quartiere medioevale di San Paolo, con le sue stradine strette e le tante scalinate, si trasformerà in un suggestivo percorso che condurrà visitatori, giornalisti enogastronomici e foodies alla riscoperta di uno degli angoli più belli della città patrimonio Unesco ed uno dei Borghi più belli d’Italia. Sarà l’occasione per assaporare, lungo un’insolita e piacevolissima passeggiata serale, le prelibatezze locali preparate dai sette chef dell’Associazione di Ristoratori “Vicoli & Sapori” da sempre impegnata nella valorizzazione del territorio, oggi meta obbligata per il viaggiatore desideroso di trovare la vera Sicilia nei suoi piatti. 

Il nostro obiettivo – afferma il presidente dell’associazione, lo chef Paolo Didomenico è sempre quello di promuovere il territorio palazzolese. Quest’anno abbiamo puntato su un’altra bellissima location, nuovi vicoli da promuovere per far vedere ed ammirare Palazzolo Acreide da altre angolazioni. Si tratta del quartiere medievale di San Paolo.  Il percorso parte dalla chiesa di San Paolo, si salirà sino al Castello e poi si ridiscenderà per un breve tratto”.

Lungo il percorso saranno sistemate le sette postazioni curate dagli chef di Vicoli & Sapori oltre che quella dello chef Yuri dell’Osteria Quel che c’è. Ci saranno otto cantine di vino, più aziende come Antico Cuore Verde che proporrà l’agnello allo yogurt, il Pastificio Minardo, Oro rosso degli Ibleicon il liquore di zafferano più un cannolicchio di ricotta e zafferano, più una distilleria di Palazzolo Acreide, Monterbe.  Immancabili le rinomate pasticcerie della città, Infantino e Caprice.

“Vicoli & Sapori è la food experience di Palazzolo Acreide – commenta l’assessore al turismo, Maurizio Aiello-, una storia di sinergia e di fare comunità tra chi ha scelto di raccontare il territorio attraverso la cucina. Un evento che ci permetterà di scoprire il nostro paese andando per i vicoli e con le suggestioni e le atmosfere del borgo nonché le ricette di sette ristoratori palazzolesi che raccontano il territorio in un viaggio sensoriale tra storie di uomini e prodotti”.

L’Associazione Vicoli & Sapori

Sette ristoranti insieme per una scommessa, quella di contribuire a valorizzazione il patrimonio culinario e l’offerta gastronomica del proprio territorio, promuovendo la ristorazione a Palazzolo Acreide e al tempo stesso la sua cultura immateriale. È l’Associazione di Ristoratori “Vicoli&Sapori” nata nel gennaio 2017 nella cittadina patrimonio Unesco. A farne parte sono: Lo Scrigno dei Sapori, La Corte di Eolo, La Taverna di Bacco, Andrea, Ristorante Settecento, Agriturismo Giannavì e Trattoria del Gallo. Un gruppo ben saldo con tanta voglia di fare rete al fine di far crescere l’immagine di Palazzolo Acreide nel mondo puntando su una gastronomica ricca, legata alle tradizioni, al territorio e alla stagionalità: dal tartufo alla salsiccia tradizionale, dai formaggi alle carni, dagli oli alle verdure spontanee. Molte le eccellenze che i gourmet potranno degustare nei vari ristoranti aderenti all’associazione, la quale servirà come fucina di idee e luogo di confronto e crescita, in un continuo dialogo fra i soci fondatori e le istituzioni presenti in città, dalle amministrazioni, alle scuole, alle associazioni impegnate nella tutela e promozione di prodotti d’eccellenza come Slow Food o l’AIS.

 PALAZZOLO ACREIDE

Patrimonio dell’umanità insieme a tutta la Val di Noto dal 2002, Palazzolo Acreide, cittadina di origini greche incastonata nei monti iblei, non solo può vantare di far parte anche dell’associazione “I borghi più belli d’Italia”, ma di avere una ristorazione di eccellenza tanto che nel 2017 è stata insignita del premio Best in Sicily come miglior comune per l’offerta enogastronomica. “Prima di noi ci ha pensato l’Unesco a sigillare un territorio unico per storia e bellezza. Noi ci mettiamo anche la biodiversità fatta di saperi e sapori, rispetto del paesaggio e buoni prodotti sempre più numerosi”.

A caratterizzare la sua gastronomia vi è in particolare la salsiccia tradizionale, prodotto della cultura locale tutelato da Slow Food. Ingredienti sono il suino nero siciliano (la cui storia risale almeno a più di 2600 anni fa, ossia a quando Akrai fu edificata nel 664-663 a.C. dai corinzi siracusani), il peperoncino rosso, il finocchietto selvatico seccato all’aperto ed il vino rosso del Val di Noto. Ben nove i tagli di carne di suino nero entrano in gioco nella sua preparazione che ha come obiettivo finale la qualità assoluta.

 

 

Lascia un commento