“Salina Isola Slow”, dal 24 al 26 maggio degustazioni, incontri e focus sul cappero di Salina

SALINA – Prende il via domani “Salina Isola Slow” la kermesse che fino a domenica 26 animerà l’isola più verde delle Eolie. La manifestazione – patrocinata dai tre comuni dell’isola e dall’associazione albergatori “Salina Isola Verde”, in collaborazione con Slow Food Sicilia – punta l’attenzione sull’agricoltura isolana come attrattore del turismo sostenibile.

Tra degustazioni ed incontri, particolare attenzione sarà rivolta alla storia del cappero di Salina, presidio Slow Food, e alle tradizioni isolaneIn particolare al cappero di Salina sarà dedicato un laboratorio del gusto. In programma anche la visita di un cappereto a Leni. Per questa sedicesima edizione, faranno tappa sull’isola i viaggiatori dei “Treni Storici del Gusto”, interessante progetto nato dalla collaborazione tra Regione Sicilia, Fondazione FS Italiana e Slow Food Sicilia.

La grande novità di quest’anno è che si possono prenotare ed acquistare le degustazioni in programma attraverso il portale www.appeolie.it, sulla pagina appositamente creata: https://www.appeolie.it/salina-isola-slow-2019—scheda-prodotti.php 

Una parte del ricavato verrà donato alla Condotta, contribuendo così allo sviluppo ed alla realizzazione di nuovi progetti sul territorio. La Condotta Isole Slow Siciliane è costituita dalle Isole Eolie, da Lampedusa e Ustica. Sono tanti i progetti portati avanti sino a questo momento, quali gli orti didattici ed il progetto “I colori della dolcezza” sul miele di ape nera sicula, patrocinato e finanziato dall’Aeolian Island Preservation Fund di Londra.

(Photo credit Marco Miuccio)

Lascia un commento