Doppio appuntamento per “Natale in Blu” a Ragusa Ibla e Monterosso Almo

Torna Natale in Blu. Dopo il successo registrato la scorsa estate al Porto turistico di Marina di Ragusa, continua la voglia di raccontare l’esperienza e la resistenza dei piccoli produttori di eccellenze agroalimentari del sud Italia. L’idea di proporre in unico spazio espositivo una selezione di piccole realtà agroalimentare del sud Italia sarà riproposta a Ragusa Ibla e Monterosso Almo per “Natale in Blu”. Promosso da Modicom srls, il progetto Blu punta a far conoscere le loro molteplici piccole realtà produttive che condividono l’attenzione alla tradizione ed alla qualità. Sabato 8 dicembre alle ore 18.00 è prevista l’inaugurazione di “Natale in Blu” a Ragusa Ibla presso le Botteghe del Mercato Pubblico, Via del Mercato 128/144, mentre mercoledì 12 dicembre alle ore 18.00 l’inaugurazione si terrà a Monterosso Almo, all’Antica Badia alla Matrice, Piazza S. Antonio.

“Natale in blu” ha ottenuto il gradito patrocinio e la collaborazione del Comune di Monterosso Almo, del Comune di Ragusa, della CNA Ragusa, della Confartigianato Ragusa, dell’Associazione Italiana Città della Ceramica. La serata inaugurale sarà allietata dalla musica, con Fabio Puglisi ed il suo tamburello siciliano, Hulusi e Shruti al box, Pippo Micoletti per la voce, chitarra, lira calabrese e da Turi Di Natale al Violoncello. Seguirà una degustazione di Panettone Artigianale e Cioccolato di Modica. “Natale in Blu”, infine, sarà aperto tutti i giorni dalle 10.00 alle 20.00 sino al 6 gennaio 2019, sia a Monterosso che a Ragusa Ibla.

“Ciò che realizzeremo – spiega Elena Cilia, responsabile di Blu – sarà la versione invernale della manifestazione “Blu, creiamo al sud, crediamo nel sud” svoltasi la scorsa estate a Marina di Ragusa con un ottimo riscontro di visitatori ed acquirenti. Blu vuole promuovere l’eccellenza agroalimentare del sud curando allo stesso tempo la vendita di specialità alimentari e artigianali provenienti dal sud Italia e raccontando con una voce sola la ricchezza e varietà di un patrimonio davvero immenso. Mi preme ringraziare – conclude la responsabile – Maria Antoci, nostra sostenitrice e consigliera, Angelo Scalzo e Antonella Caldarera della CNA, fucina di contatti e idee, Saro Scillone dell’Ufficio Tecnico del Comune di Ragusa, per l’infinita pazienza, Giuseppe Olmeti di AICC per aver dato credito alla nostra piccola idea e alle maestranze tutte che si sono prodigate per la realizzazione di entrambe le iniziative”.

 

 

 

 

Lascia un commento