“Sicily Food Festival” a Cefalù si celebra il cibo siciliano

Dal 7 al 9 settembre ritorna a Cefalù “Sicily Food Festival”, la festa del cibo siciliano, che si snoderà lungo l’incantevole cornice del lungomare, tra musica, cooking show, masterclass e momenti di approfondimento. Presente l’Associazione provinciale cuochi e pasticceri di Palermo che darà vita a interessanti cooking show. Tra gli chef presenti a Cefalù ci sarà anche l’Ambasciatore del gusto Gioacchino Sensale che realizzerà il panino gourmet “Ché polpo”. Il nome del piatto, scelto per il cooking show, nasce dall’unione delle crocchè di patate con il polpo. Il pane di semola di grano duro sarà imbottito con crocchè di patate al limone, foglioline di polpo croccante e maionese allo “zogghiu”.

Il panino gourmet di Gioacchino Sensale

L’Associazione Kefood, organizzatrice dell’evento, ha selezionato le migliori aziende siciliane dell’isola, tra queste l’azienda agrituristica “Il Vecchio Carro”, specializzata nell’allevamento allo stato semi-brado del maialino nero dei Nebrodi. Il re dello street food Giuseppe Oriti parteciperà all’evento con il suo famosissimo panino con la porchetta di suino nero.

Giuseppe Oriti

Sarà presente, come per la scorsa edizione, anche il “Birrificio Ribadi”

Al Sicily Food Festival ci sarà spazio anche per un villaggio del gusto “gluten free” che, quest’anno, vanta la preziosa collaborazione dell’AiC Sicilia, l’associazione italiana celiachia. “Il rispetto del celiaco – ha dichiarato Giuseppina Costa, presidente di AiC Sicilia – e della sua dieta che a vita è costretto a seguire auspicando che, sempre più ristoratori e strutture ricettive, possano rivolgersi ad AiC Sicilia per non improvvisarsi esperti del senza glutine. C’è in gioco la salute di migliaia di celiaci siciliani. Cefalù, dal 7 al 9 settembre, sarà il giusto e suggestivo palcoscenico per tendere la mano a chiunque abbia necessità di avere informazioni concrete sul mondo della celiachia”.

Molto fitto è il programma culturale, così come ha spiegato la responsabile delle relazioni e delle partnership del Sicily food Festival, Francesca Cerami: “Dai focus tematici sulle birre artigianali di Sicilia, tenuti dall’enogastronomo Maurizio Artusi, si spazierà a quelli sul turismo agroalimentare e sviluppo locale, curati da GAL ISC Madonie, Parco delle Madonie, Parco dei Nebrodi, Bc Sicilia, Fondazione Scicolone e Associazione coltivare naturale – ha aggiunto la dottoressa Cerami -. Il professore Paolo Inglese del dipartimento STAL Unipa e l’associazione italiana celiachia Sicilia, insieme al professore Nicola Francesca, all’esperto in nutrizione clinica, Massimiliano Cerra, saranno i relatori dell’incontro ‘Il grano: amico o nemico’, che fornirà informazioni nutrizionali sul grano e i suoi derivati, con attenzione alle tematiche della celiachia e dell’intolleranza al glutine. Proprio in quell’occasione avremo l’onore di concretizzare la partneship conl’università di Harvard attraverso un collegamento streaming con il massimo esperto di celiachia al mondo, il dottore Alessio Fasano”.

“La grande novità di questa edizione – ha dichiarato il neo presidente dell’associazione organizzatrice Kefood, Davide Merlinoè la forte valenza culturale: sarà una tre giorni di masterclass, incontri formativi, seminari su focus tematici, grazie anche alla preziosissima collaborazione dell’istituto IDIMED. La sera si rimarrà ancora tutti insieme grazie all’intrigante cartellone curato dal direttore artistico dell’evento Mario Barnaba”.

L’evento è organizzato in collaborazione con la Regione Siciliana, il dipartimento di Scienze e tecnologie agroalimentari dell’Università di Palermo, l’istituto per la promozione e la valorizzazione della dieta Mediterranea, il Parco delle Madonie,  il Parco dei Nebrodi e il marchio “Paniere Natura”.

Lascia un commento