Belmond apre la stagione a Taormina con importanti novità per il Grand Hotel Timeo e Villa Sant’Andrea

Taormina apre alla bella stagione con grandi novità firmate Belmond, i luxury Hotel che sorgono in alcune delle destinazioni più affascinanti e interessanti del mondo. Fondato quasi 40 anni fa, il portfolio unico di Belmond oggi comprende 49 hotel e continua a rafforzare la sua presenza di prestigio nel territorio. In un anno di centralità della Sicilia tra le mete turistiche internazionali, Belmond investe sulle sue proprietà taorminesi: l’Hotel Timeo e il Belmond Villa Sant’Andrea.

La grande novità del Belmond Grand Hotel Timeo, riaperto lo scorso 23 marzo, è che, per la prima volta dopo tanti anni, prolungherà la stagione di attività, restando aperto fino al 3 gennaio 2019. Taormina è meta di turismo anche durante le festività natalizie, da qui la necessità di andare incontro alle richieste dell’utenza.

“Il prolungamento di stagione del Grand Hotel Timeo – afferma Stefano Gegnacorsi, General Manager del Belmond Grand Hotel Timeo, – è un esperimento coraggioso, ma siamo convinti che rappresenti un messaggio positivo all’intera comunità, dato che si prospetta una stagione da record per le nostre strutture, per la città di Taormina e per tutta la Sicilia”.

Roberto Toro

A capo della brigata di cucina del Grand Hotel Timeo, si conferma l’executive chef Roberto Toro, apprezzatissimo chef siciliano che si è distinto per aver incantato con i suoi piatti i potenti della Terra, cucinando in occasione del G7 di Taormina.

Maggiori cambiamenti strutturali riguardano invece il Belmond Villa Sant’Andrea, che il 12 aprile ha riaperto le porte ai suoi ospiti, dopo la chiusura invernale. Qui infatti saranno inaugurate nel corso della stagione 2018, tre nuove bellissime Suite con vista mare, che porteranno la struttura ad un numero di 71 camere. Verrà inoltre realizzata una nuova area eventi con affaccio sulla baia di Mazzarò. “Siamo orgogliosi degli importanti cambiamenti che stanno avvenendo a Villa Sant’Andrea – ha affermato il General Manager del Sant’Andrea Giovanni Nastasi – che ci permetteranno di migliorare ulteriormente i servizi per i nostri ospiti”.

Le grandi novità per Villa Sant’Andrea non finiscono qui. 

Agostino D’Angelo è il nuovo l’Executive Chef del ristorante Oliviero. Trapanese di origine e con numerose esperienze all’estero, lo chef quarantenne ritorna nella sua terra per portare al Belmond Villa Sant’Andrea una cucina basata su ingredienti genuini e gusti semplici della Sicilia più autentica.

Nato e cresciuto a Trapani, Agostino si appassiona sin dall’infanzia ai sapori della tradizione siciliana. E’ infatti in famiglia che apprende i segreti della cucina casalinga, insieme alla nonna che trascorreva ore “incocciando” a mano il cous cous, e l’arte dell’ospitalità, aiutando lo zio nella sua trattoria. La strada familiare lo porta subito dopo la scuola a intraprendere la carriera professionale nelle cucine di diversi hotel 4 e 5 stelle di varie regioni d’Italia, passando dalla Sicilia alla Toscana.

Per lo Chef il 2018 segna un ritorno a casa: Chef de Cuisine di Villa Sant’Andrea dal 2007 al 2012, Agostino decide di lasciare la Sicilia per arricchire il suo bagaglio con esperienze internazionali e si trasferisce a Londra, dove rafforza il suo percorso professionale nelle cucine di ristoranti e hotel di lusso, tra cui The Ten Trinity Hotel Four Seasons.

Questa stagione Agostino ha scelto di tornare nella sua terra, a Belmond Villa Sant’Andrea, dove è certo di poter esprimere al meglio la sua filosofia di cucina che si basa sulla genuinità degli ingredienti autoctoni e sulla semplicità dei gusti della Sicilia più autentica. Non mancano nella sua cucina gli influssi internazionali, quelli arabi tipici della tradizione trapanese e quelli francesi, indiani e asiatici scoperti durante le esperienze all’estero, ma reinterpretati sempre in piatti che suscitano emozioni ed evocano ricordi della sua memoria di bambino.

 

Lascia un commento