Il Barolo incontra la cucina stellata di Claudio Ruta. Il 23 febbraio al Ristorante “La Fenice”

 

 

Il Ristorante “La Fenice” di Ragusa ospita il nobile delle Langhe, il Barolo. L’appuntamento è per il prossimo 23 febbraio. Il Barolo della storica azienda Pio Cesare, nelle sue diverse annate e declinazioni, sarà abbinato alle creazioni raffinate dello chef stellato Claudio Ruta. Profondo e austero, il Barolo non è mai semplice. Non si rivela facilmente al primo assaggio, ma piano piano sa aprirsi e rivelare i suoi segreti. Sa raccontare la bellezza del suo territorio d’origine, le colline dalle meravigliose sfumature di colore: le Langhe.

Abbinare il cibo di una regione, la Sicilia, con il vino di un’altra, il Piemonte, fornirà lo spunto per parlare di storia, tradizioni e cultura gastronomica. Per l’occasione, lo chef Claudio Ruta ha studiato un raffinato menù. 

L’esclusiva cena si aprirà con un aperitivo di benvenuto: L’ostrica di Bretagna incontra il manzo di Alleva bio, un crudo di ostrica papillon su bocconcino di manzo siciliano e maionese leggera all’olio D.o.p, e Come Pane & panella, ossia Pane, foie gras e cipolle di Giarratana confit. In abbinamento il Vermouth Pio Cesare.

Si entrerà nel vivo della cena con gli antipasti: Crackers di speck “chiaramontano” e verdure, cremoso di formaggio di capra, nocciole e gocce di rapa rossa e Sfilacci di guancetta tiepida di Charolais, mandorlo in fiore e fagiolo “Cosaruciaru” di Scicli. In abbinamento il Barolo Pio Cesare 2014.

Come primo piatto saranno serviti dei Ravioli di farina Moringa con due ripieni, Ragusano e salsa di brasato con ristretto di carne e le verdure dei nostri contadini a cui sarà accostato del Barolo Pio Cesare 2012.

Come secondo piatto ecco lo Stinco di manzo al fieno bruciato e fondo di carrube, farinata di “russiettu” e lampascioni. Vino in abbinamento sarà il Barolo Pio Cesare 2010.

Infine per dessert la Impanatigghia al bicchiere con cui sarà servito il Barolo Chinato Pio Cesare. E per concludere Bottoni di farina tibetana, Bacche di Goji e pistacchi.

L’assaggio di annate diverse del nostro Barolo Classico, ci dà l’opportunità di far comprendere quanto la Pio Cesare, per volontà del suo titolare Pio Boffa, sua figlia Federica e suo nipote Cesare, continui, anno dopo anno, ad essere fedele alla tradizione e ad allo stile nato nel 1881 grazie a Cesare Pio (fondatore e bisnonno di Pio Boffa) – afferma Franco Alesso, Direttore Italia dell’azienda. – La Pio Cesare produce le proprie uve negli oltre 70 ettari di vigneti di proprietà, ubicati in esposizioni particolarmente vocate in diversi comuni della zona del Barolo e del Barbaresco. La cantina si trova nel centro storico della Città di Alba, costruita a fine ‘700 e delimitata dalle antiche Mura romane di cinta di Alba Pompeia, che ne fanno da fondamenta. “Essere tradizionali per noi – conclude Alesso – significa produrre i nostri vini rimanendo fedeli allo stile di Famiglia, anno dopo anno, vendemmia dopo vendemmia”.

Per info e prenotazioni  0932.252070

 

Lascia un commento