“Healing Chef”, a lezione di medicina culinaria dai migliori chef del panorama siciliano

Massimo Mantarro, Pietro D’Agostino, Andrea Alì, Gigi Mangia, Vincenzo Candiano, Seby Sorbello, Giuseppe Pappalardo, Salvo Gambuzza, Giuseppe Raciti, Maurizio Urso, Giuseppe Biuso, Angelo Treno, Accursio Craparo, Claudio Ruta, Francesco Patti e Paolo Didomenico sono gli chef che hanno aderito al progetto “Healing Chef” promosso dalla Guida Sicilia da Gustare.

Può la scelta di particolari ingredienti ed adeguate tecniche di preparazione insieme alla creatività degli chef fornire dei piatti che siano in grado di contribuire al benessere di ciascuno di noi, specie di chi ha particolari patologie? È la domanda a cui ha voluto dare una risposta l’ideatrice del progetto, la dottoressa Carla Savoca che coinvolgendo Sicilia da Gustare, il Dipartimento di Scienze Biomediche e Biotecnologie nonché il Dipartimento Agricoltura, Alimentazione ed Ambiente dell’Università di Catania, ha posto le basi per il primo corso di formazione professionalizzante in “Medicina Culinaria: applicazioni scientifiche alla base della dieta mediterranea”

Un piatto firmato dallo chef Massimo Mantarro, 2 stelle Michelin

“Questo progetto – ha spiegato Carla Savoca – nasce da un’esperienza personale, dall’aver sperimentato in prima persona i benefici di uno stile alimentare ad hoc per migliorare una situazione di malessere iniziale”. 

Un piatto firmato dallo chef Pietro D’Agostino, 1 stella Michelin

Saranno circa 200 le ore di formazione durante le quali i docenti dei due Dipartimenti catanesi formeranno i cuochi, dando loro delle informazioni di natura clinica e inerenti le tecnologie alimentari affinché essi possano acquisire delle competenze specifiche. Il corso fornirà gli strumenti per capire come variano i nutrienti, la loro biodisponibilità secondo il tipo di cottura, di abbinamenti e dosaggi, mostrandone gli effetti sul nostro organismo. Grazie a ciò, gli chef potranno proporre dei menù capaci di venire incontro a quanti devono seguire particolari regimi alimentari, coniugando creatività, tecnica, scelta di materie prime di qualità e conoscenza dei riflessi che l’alimentazione ha sulla salute umana.

Carmelo Pagano, editore di Sicilia da Gustare

“Questa è la nuova frontiera del cibo – ha dichiarato Carmelo Pagano, editore della Guida Sicilia da Gustare – non sarà solo buono, nel senso che non fa male, ma anche salutistico perché contribuisce alla cura di certe patologie. Questo concetto è la molla che sta facendo scattare in una classe di chef siciliani la voglia di approfondire l’argomento avvalendosi di un supporto accademico e scientifico. La forza del progetto – ha concluso Pagano – sta nell’unire mondo accademico e scientifico con una grande squadra di chef suggerita da Sicilia da Gustare: da un lato quindi avremo il meglio della conoscenza nel campo biomedico ed alimentare e dall’altro l’abilità di trasformare gli ingredienti sani in piatti che senza rinunciare al gusto risultano utili nella cura della salute”.

Lascia un commento